Baselli e la Nazionale: ora Conte non può più nascondersi

Baselli e la Nazionale: ora Conte non può più nascondersi

Convocazioni / Il centrocampista del Torino è in ballottaggio con Montolivo: l’eventuale preferenza per il rossonero, chiarirà una volta per tutte la mentalità del ct…

Baselli in Torino-Milan pagellle

Dieci presenze complessive (di cui 9 da titolare), 4 gol ed un assist: questo lo score del centrocampista del Torino Daniele Baselli, uno dei giocatori italiani con il miglior rendimento in Serie A in quel ruolo, un “prodotto” che il Torino sta valorizzando al meglio, e che non aspetta altro che la chiamata più importante, quella della Nazionale azzurra di Antonio Conte.

Già, perché dopo il prossimo turno di campionato, la Serie A tornerà in pausa, e a tenere banco saranno di nuovo le selezioni nazionali dei vari paesi. Ecco, allora, che ritorna attuale la candidatura dell’ex Atalanta per una chance azzurra, con il Ct Antonio Conte che diramerà le sue scelte il prossimo fine settimana, a ridosso delle partite del week-end. Ed effettivamente, il classe ’92 ha tutte le carte in regola per far parte della fantomatica lista: il ragazzo sta giocando bene, ha dimostrato una grande disciplina tattica, non comune a tutti, e ha i numeri tecnici per entrare a far parte del gruppo azzurro allenato dall’ex tecnico della Juventus, che sta testando tutte le risorse in vista dell’Europeo. Proprio per questo motivo, più che una chiamata, farebbe notizia una sua non convocazione, in luogo – magari – di qualche giocatore più esperto, ma decisamente sotto-tono in questo inizio campionato. E’ il caso, ad esempio, che si concretizzerebbe con la chiamata di giocatori della caratura di Montolivo, al posto dell’ex orobico; un profilo, quello del milanista, che piace molto a Conte, ma che di fatto non ha fin qui entusiasmato: la sua ipotetica presenza nella lista azzurra al posto del talento granata costituirebbe una vera beffa per il numero 16 di Ventura, che sta lavorando quotidianamente per rincorrere il sogno Europeo, e si vedrebbe sbarrata la strada dalla vecchia guardia azzurra, nonostante l’impressionante inizio di campionato.

Antonio Conte aveva escluso Daniele Baselli dalla lista di un mese fa a causa dell’infortunio al ginocchio patito dal giocatore granata, ma adesso per il CT azzurro le scuse – quelle valide, per lo meno – sono ufficialmente esaurite. Al tecnico, dunque, la possibilità di dare un segnale forte non solo al calcio, ma metaforicamente anche al paese intero: è tempo di meritocrazia in casa Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy