Baselli e Veloso, il cervello è qui: restare a mente lucida per avere la meglio

Baselli e Veloso, il cervello è qui: restare a mente lucida per avere la meglio

Testa a testa / L’atmosfera di Marassi sarà bollente, per entrambe le compagini: l’ago della bilancia dipenderà anche da chi, tra i due talentuosi centrocampisti, riuscirà a mantenersi freddo e concentrato

Tra poche ore sarà partita, e che partita: la sfida in programma al Ferraris tra il Genoa ed il Torino promette scintille e spettacolo per molteplici ed ormai note motivazioni. Di certo, entrambe le formazioni hanno i propri validissimi e differenti motivi per lottare fino  all’ultimo e rendere realtà quella volontà di conquistare i tre punti a due giornate dal termine del campionato: l’incontro si prospetta acceso ed aperto a qualsiasi risultato, tra due compagini votate all’attacco ed allenate da tecnici che condividono una vena caratteriale particolarmente simile, seppur abbiano trascorsi e presenti ben dissimili tra loro. Uno dei duelli principali che si andranno inevitabilmente a creare sul rettangolo verde è però quello tra i due ‘registi’ delle rispettive formazioni: Baselli da una parte, Veloso dall’altra.

Probabilmente, è più corretto parlare di cervelli piuttosto che di registi poichè nessuno dei due corrisponde rigorosamente alla seconda definizione: in particolare il centrocampista granata ricopre il ruolo di mezzala, ma da quanto il Torino è passato al 4-2-3-1 tocca a lui sfruttare il notevole bagaglio qualitativo a sua disposizione e fare le veci del regista vero e proprio della squadra, che in realtà dovrebbe essere Valdifiori il quale però non sembra adatto ad una mediana a due. In sostanza, è dai piedi dell’azzurro e del portoghese che passeranno i palloni più interessanti, da smistare ai compagni o in attesa di qualche colpo di genio personale; questo testa a testa sarà però fortemente influenzato anche da un’altra importante, decisiva, variabile: quella ambientale.

FC Torino v US Citta di Palermo - Serie A

La situazione di classifica del Genoa è infatti particolarmente delicata, con il Grifone che si trova ancora ampiamente coinvolto nella lotta per non retrocedere, e come è noto Marassi è un ambiente particolarmente caldo a livello di tifoseria: questa particolare condizione, e conseguenze in termini di piazza nel corso della sfida, potrebbero incidere in maniera sentita su questa risultando una sorta di arma a doppio taglio. Proprio per questo motivo sarà necessario riuscire a mantenere alta la tensione ma soprattutto ad essere freddi e concentrati, non farsi trascinare dalla situazione o condizionare dagli spalti per tenere al massimo il livello di lucidità: questo, a maggior ragione, se il compito è delicato e decisivo, come quello di far partire la manovra della propria squadra. Genoa-Torino in mano a Baselli e Veloso, sfida tra registi: chi riuscirà a restare lucido vincerà il confronto e, di conseguenza, probabilmente anche la partita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy