Baselli perno della svolta tattica a Marassi: questo Toro ha bisogno di lui

Baselli perno della svolta tattica a Marassi: questo Toro ha bisogno di lui

Mazzarri gli vuole dare sempre più responsabilità, e nell’inedito ruolo ricoperto nel 4-3-2-1 (o 4-5-1) contro la Samp il classe ’92 ha dato buoni segnali

1 Commento

E’ stato il perno della svolta tattica contro la Sampdoria, e ora vuole continuare in una (ri)crescita personale che non può non influire – dato il calibro del giocatore – su quella di tutta la squadra. Daniele Baselli ha passato quattro mesi abbondanti decisamente sottotono, per usare un eufemismo: dopo il grande inizio di campionato, il classe ’92 si è velocemente spento in seguito alla scellerata espulsione nel derby, fino a toccare i punti più bassi – in termini di rendimento – nelle ultime gare di Miha. Ma adesso ecco la luce in fondo al tunnel.

Con Mazzarri le prestazioni sono state in crescendo, anche se sicuramente ancora non brillantissime nelle prime uscite: sufficiente col Bologna, impreciso a Reggio Emilia e poco presente contro il Benevento. A Marassi, invece, un nuovo punto di partenza: Mazzarri lo sposta sull’immaginaria linea di trequarti del 4-3-2-1. L’avvio è stentato, ma più passano i minuti più il giocatore prende consapevolezza, si propone in sovrapposizione con Obi, cambia gioco con discreta precisione, e – soprattutto – nel 4-5-1 plasmato in copertura Baselli svolge per 90′ un lavoro preziosissimo su Torreira, schermando ogni possibile linea di passaggio da e per il regista blucerchiato. Il nuovo assetto tattico ha visto come grande “rivoluzione” proprio il suo spostamento, un chiaro segno di quanto il giocatore sia preso in considerazione dal nuovo tecnico granata.

Contro l’Udinese, assenze in mediana permettendo, la suggestione di ripetere gli esperimenti di Marassi è viva nella testa del nuovo allenatore. L’evoluzione di Baselli passa anche dalle maggiori responsabilità che il nuovo modulo gli conferisce, sia in inserimento che in copertura – ma a prescindere dallo schema, il Toro ha bisogno di ritrovare il miglior Baselli per raggiungere i suoi obiettivi. E ne ha bisogno adesso.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ottobre1955 - 2 settimane fa

    Tecnicamente non si discute e forse è uno dei migliori centrocampisti italiani.
    Io penso che sia Ventura che Mihajlovic non lo hanno collocato ” tatticamente parlando” in una posizione adatta alle sue caratteristiche ma gli hanno sempre chiesto compiti di copertura e ripiego che finivano con lo sfiancarlo. Ben venga l’impostazione di Mazzari sperando che non sia un nuovo fuoco di paglia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy