Belluno-Torino 0-7

Belluno-Torino 0-7

di Stefano Brugnoli

 

Oltre tremila tifosi sono giunti a Sappada per vedere l’ultima amichevole
del Torino FC in questa prima parte di ritiro. Avversaria il Belluno che
milita nel campionato di serie D. Formazione del primo tempo: 4-4-2 Abbiati, Pancaro Brevi Cioffi Balestri, Lazetic Gallo Orfei Vailatti, Rosina Abbruscato. Allenatore Gianni De Biasi.

Belluno:Ramon Lazzaretti Cremasco,…

di Redazione Toro News

di Stefano Brugnoli

 

Oltre tremila tifosi sono giunti a Sappada per vedere l’ultima amichevole
del Torino FC in questa prima parte di ritiro. Avversaria il Belluno che
milita nel campionato di serie D. Formazione del primo tempo: 4-4-2 Abbiati, Pancaro Brevi Cioffi Balestri, Lazetic Gallo Orfei Vailatti, Rosina Abbruscato. Allenatore Gianni De Biasi.

Belluno:Ramon Lazzaretti Cremasco, Tardivo, Costellato, Da Rold, Solagna, De Mattia, Bez, Targhetta Fiorotto. A disposizione: Bianchet Sitran Brustolon D’Incà Pasquotti Zoldon Costa Pisacane De Villa Rest De Lazzer. Allenatore
Daniele Pasa.
Arbitro: De Faveri Andrea della sezione di San Donà di Piave.

Parte bene il Torino nonostante le tante defezioni che costringono De Biasi a far giocare qualche granata non nel ruolo abituale. Al 6′ Abbruscato porta in vantaggio il Toro, raccogliendo un passaggio filtrante di Rosina insacca con un diagonale sinistro da posizione defilata rendendo vana l’uscita del portiere. Potrebbe raddoppiare poco dopo Vailatti ben smarcato da Lazetic,
ma il giovane granata cincischia e consente a Ramon, in uscita, di togliergli la palla dai piedi. Il Torino continua comunque a macinare gioco e al 18′ Rosina raddoppia. Sovrapposizione di Pancaro sulla destra che riceve da Lazetic e crossa perfettamente per la testa di Rosina, il quale anticipa il proprio marcatore con un taglio a centro area e segna di testa piegando le mani al portiere. Il raddoppio galvanizza i granata e smarrisce i bellunesi, Abbruscato diventa protagonista con una tripletta in cinque minuti. E’ il 24′ quando Gallo taglia la difesa pescando Balestri che scende sulla sinistra, cross perfetto per Abbruscato che insacca schiacciando di testa. Passano due minuti e Abbruscato triplica schiacciando di testa su cross dalla destra di Lazetic, altri due minuti e sono quattro, pescato in area da Balestri, Abbruscato serve Lazetic che prima mette a terra il portiere fintando il tiro e poi gli restituisce la sfera permettendogli di insaccare di sinistro a porta vuota. Nell’ultimo quarto d’ora ancora Abbruscato in evidenza: di testa colpisce il palo su cross di Lazetic. Poi spazio per il Belluno che intorno al 40 con Fiorotto costringe due volte Abbiati alla parata, prima con un colpo di testa e poi con un tiro da fuori. Il primo tempo finisce così sul 5 a 0 per il Toro. Se pensate che l’altra squadra di Torino ha battuto una squadra di serie D per 3-1 segnando la terza rete a tempo scaduto, vi sarete già fatta una opinione su chi è la squadra più forte in città quest’anno!

Il Torino inizia il secondo tempo con questo schieramento:4-4-2 Taibi, Martinelli, Franceschini, Cioffi Balestri, Ferrarese, Gallo, Orfei, Music, Rosina, Vailatti. Il Belluno cambia completamente la squadra effettuando tutte le sostituzioni.

Nei primi dieci minuti non succede niente fino agli ultimi cambi di De Biasi che toglie Orfei per fare spazio a Doudou e inserisce Melara al posto di Rosina, con Cioffi che va a fare coppia in attacco con Vailatti. Passano sette minuti e l’arbitro concede un rigore per fallo di Sitron su Music in area. Batte Vailatti, ma il portiere Bianchet entrato nel secondo tempo intuisce e para. Il Torino però non si smarrisce e al 20’ Cioffi porta a sei le marcature sfruttando un cross di Ferrarese con un colpo di testa che si insacca dopo aver toccato la traversa. Al 25’ De Lazzer parte in sospetta posizione di fuorigioco, Taibi lo stende in area, ma poi si fa perdonare parando il rigore calciato da Brustolon deviando il tiro in angolo. A questo punto De Biasi inverte i due esterni e Ferrarese a sinistra mostra di essere più a suo agio, infatti al 32’ coglie la traversa con un tiro da fuori e al 40’ porta a 7 il bottino delle reti granata, dopo una insistita azione personale chiusa da un destro che si insacca sul primo palo alla sinistra del portiere, dalla sala stampa il capitano Oscar Brevi grida al gol appena il compagno sferra il tiro, prevedendo quello che sarebbe accaduto due secondi dopo! Negli ultimi cinque minuti Doudou sfiora la segnatura per ben due volte con colpi di testa che mandano la sfera di poco a lato della porta.

Che dire dopo questo test non del tutto probante, la squadra appare già solida, ma probabilmente la rosa ha bisogno di qualche innesto, perché come si è visto dalle formazioni, con due infortuni per reparto la coperta diventa corta. Leggendo quello che dicono i giornali proviamo a fare una massima: con Cruz, Simic e Barone questo Toro diventa uno squadrone!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy