Belotti, a un’Italia così manchi solo tu

Belotti, a un’Italia così manchi solo tu

Editoriale / Se schierato come finalizzatore di una squadra offensiva il Gallo può essere letale, ma serve che il Toro lo metta in condizione di tornare al top

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Forse è scoccata la scintilla giusta per l’Italia di Mancini, che ha vinto in Polonia (0-1) meritatamente, dimostrando di avere acquisito uno zoccolo duro del gruppo e una mentalità precisa. Nel match amichevole contro l’Ucraina e in quello contro Kamil Glik e compagni, Mancini ha schierato la stessa formazione iniziale, un 4-3-3 senza centravanti fissi, con Bernardeschi-Chiesa-Insigne a scambiarsi le posizioni in avanti. E l’Italia è piaciuta per l’idea di giocare nella metà campo avversaria, con possesso palla e pressing alto. Però con i polacchi il gol è arrivato al sedicesimo tiro in porta, al 92′ e con un terzino come Biraghi. Dunque è evidente che a questa Nazionale in fase di ripensamento per non dire di rinascita, che Mancini sta iniziando a plasmare proprio ora dopo qualche partita di studio, manchi un attaccante centrale che sia un vero finalizzatore.

Chi potrebbe essere questo finalizzatore, se non Andrea Belotti? Lasciato fuori – troppo severamente – per questa tornata di convocazioni, il capitano del Torino è al momento l’attaccante italiano che meglio risponde all’identikit di cecchino d’area di rigore, che peraltro si attaglia bene ad una squadra che, in prospettiva Euro 2020, si fonda sulla generazione di calciatori nati dal 1992 al 1996. Belotti non è un fenomeno che vince le partite da solo e non lo sarà mai, ma dategli un pallone buono in area di rigore e saprà cosa farne. Se la squadra gioca per lui, lui premia il lavoro di tutti. Sebbene a qualche tifoso granata eccessivamente umorale bastino tre partite senza gol per dimenticarselo, Belotti è uno dei pochi attaccanti ad aver segnato 50 gol in Serie A con la maglia del Toro. Con la Nazionale ne ha fatti 5 in 20 partite. Ora tocca a lui tornare a fare gol con continuità. A lui e anche al Torino di Mazzarri, che lo deve mettere in condizione di rendere al meglio: finora la squadra non lo ha fatto e questo è il problema principale. Manca un mese a Italia-Portogallo, chissà che non possa essere la partita di Belotti. Ma servono i gol e serve un Toro che giochi per il suo capitano.

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Wallandbauf - 1 mese fa

    In una squadra che attacca farebbe una marea di gol, fisicamente è difficilissimo tenerlo, magari ne sbaglia due ma due li mette dentro se solo arrivassero quattro palloni buoni. In una nazionale offensiva è l’uomo ideale la davanti, in una squadra concentrata solo a difendere può invece fare ottimamente il decimo difensore, quello che chiede il nostro mister….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gikappa67 - 1 mese fa

    Il vero Belotti é un attaccante da 15/20 gol a stagione,secondo me non è da Nazionale è un buon giocatore ma nulla più…….rassegnatevi fratelli granata, ce lo siamo giocati lo scorso anno quando si è sentito Ronaldo senza essere nemmeno Rizzitelli……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

    Belotti non è un attaccante di manovra, è un finalizzatore,ovvero è il classico centravanti di sfondamento.Obbiettivamente nessuno può dire cosa avrebbe fatto il Gallo in una partita come quella di ieri però con quanti cross ,bassi e alti ,sono piovuti in area volete che almeno uno non lo avrebbe insaccato…?????
    Inzaghi aveva forse due piedi di velluto..?? (non aveva nemmeno il fisico) Eppure nessuno gli contestava la tecnica non eccelsa. Vieri era forse meglio dotato??? Ciccio Graziani qualcuno si ricorda come stoppava il pallone…???
    Secondo me con il ritorno di Iago e la crescita, speriamo , di Soriano Può tornare il quello che lui è. E’ un bravo professionista e io lo difenderò sempre,se qualcuno non è d’accordo pazienza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Vanni - 1 mese fa

    Belotti devi avere pazienza, tanto il vater non mangia il panettone. Poi puoi tornare ad essere il Gallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Vanni - 1 mese fa

    Terminale di una squadra offensiva…..proprio come il Toro di testadighisa.
    Allenatore fatiscente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. FVCG-70 - 1 mese fa

    Personalmente adoro il Gallo.

    Quest’anno era partito molto bene sia come gioco che come realizzazioni (tra campionato e Coppa Italia), adesso ha un po’ rallentato.

    Tecnicamente ha molto da migliorare (e lo staff tecnico non potrebbe aiutarlo?) e a volte appare un pò goffo e arruffone.

    Ma ha dei numeri da finalizzatore vero! Destro, sinistro, testa, acrobazia…
    Forse il vero Gallo non è quello da 26 goal a Campionato ma credo che tra 1 15 e i 20 possa realizzarli…
    E poi ragazzi, che grinta ha??? Come esulta anche quando a segnare è un suo compagno!!!

    Sulla sua mancata convocazione…mah, forse è l’ultimo centravanti vecchio stampo che c’è ancora in Italia.. contento Mancini, vedremo dove arriverà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Riba - 1 mese fa

    Condivido pienamente l’artIcolo di Sartori. Qui si dimentica troppo in fretta di cosa il Gallo rappresenta per il Toro: umile ma con una grinta da vero cuore granata e anche se i piedi non sono sopraffini è un grande finalizzatore. Il Gallo si merita di essere il centravanti della Nazionale ma se Mazzarri continua a dare alla squadra un gioco che fa pena non è colpa di Bellotti. Siamo seri oltre a dilapidare un capitale della società gli fa anche perdere il posto in azzurro. Ma che caxxo di allenatore abbiamo???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FVCG-70 - 1 mese fa

      Concordo su tutte le considerazioni che hai fatto sul Gallo.
      Con tutti i limiti che può avere…quante occasioni ha a partita???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vanni - 1 mese fa

      Un incapace.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Riba - 1 mese fa

        Meno male che non la pensano tutti come me ma soprattutto che non tutti i tifosi granata siano come te! Caro Vanni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. marcocalzolari - 1 mese fa

    Diciamo che ultimamente Belotti con il pallone ci incespica, perché qualche occasione per far goal l’ha avuta. Zaza, ad esempio, ha fatto cose molto migliori dicquanto fatto vedere dal Gallo.
    Per cui non darei la colpa al Toro, a Mazzarri, ai passaggi imprecisi, ma più che altro a sè stesso.
    Deve tornare a lavorare sodo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. CUORE GRANATA 44 - 1 mese fa

    A mio parere Belotti non ha del tutto smaltito “le scorie mentali” derivanti dalla delusione di non essere stato ceduto dopo la stagione monstre da “mister 100 mln”Ritrovi la serenità che pare avere smarrito: ne trarrà giovamento lui stesso, il Toro e la Nazionale.Vorrei inoltre qui anche ricordare l’anniversario della tragica scomparsa di Gigi Meroni( mi è risultato impossibile postarlo nell’apposito articolo). Gigi è stato un attaccante inimitabile ed un personaggio”naif”,idolo di noi giovani tifosi di quegli anni(era il ns.George Best).Grazie per le emozioni che ci hai procurato! Non potremo mai dimenticarti.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Toro71 - 1 mese fa

    I gol li deve fare per il Toro….e Mancini lo convocherà di nuovo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bull-74 - 1 mese fa

    ….o forse l’Italia è “così” perchè manca lui?
    Dai è una battura… Ma insomma, è più di un anno che il gallo non ci da e basta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. ilCalu - 1 mese fa

    “Sebbene a qualche tifoso granata eccessivamente umorale bastino tre partite senza gol per dimenticarselo” mi dispiace ma non sono i gol a preoccuparmi ma il fatto che Belotti non sembri più un giocatore di calcio. Sbaglia praticamente tutto con il pallone fra i piedi. Si incespica, ha troppa fretta di passare la palla e puntualmente sbaglia o aspetta troppo e gliela tolgono con una facilità infantile. Gli stop non sono mai stati il suo forte.
    Segnasse e queste cose passerebbero in secondo piano.
    Speriamo tutti che torni quello di un tempo ma di tempo, appunto, comincia ad esserne passato troppo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. menkheperra - 1 mese fa

    Ma basta con sto Belotti in Nazionale.
    Che riprenda a far gol col Toro!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy