Belotti-Higuain, i bomber del 2016 finalmente testa a testa

Belotti-Higuain, i bomber del 2016 finalmente testa a testa

Pioggia di gol / Sono i due migliori marcatori in Serie A del nuovo anno, si incontrano in un duello attesissimo

È il dato che forse più di tutti spiega la straordinaria evoluzione di Andrea Belotti nel 2016, nonché il più citato da quando l’attaccante di Calcinate ha iniziato a segnare con continuità: è il secondo migliore marcatore della Serie A nel nuovo anno. Secondo solo perché, prima, c’è un certo Gonzalo Higuain, che da gennaio in avanti ha già raggiunto quota 16.

L’argentino si sta regalando, con ogni probabilità, la migliore stagione della sua carriera, essendo arrivato a realizzare, finora, la bellezza di 32 reti in campionato, doppiando qualunque avversario (Dybala e Bacca sono fermi a 16, Icardi a 15). Una frequenza impressionante che gli sta permettendo di competere per la Scarpa d’oro, riconoscimento per il miglior marcatore d’Europa, alla pari di macchine da reti come Ronaldo o Messi. Di fronte a sé, domenica, troverà colui che in questa seconda parte di campionato ha cominciato a tamponarlo, segnando la bellezza di 11 reti nel girone di ritorno, il secondo score migliore: Andrea Belotti.

Giudice Sportivo, Higuain

Il Gallo (che ha definito l’avversario di domani “Il migliore”) sta vivendo un girone di ritorno da vero protagonista, dopo essersi preso stabilmente il posto da titolare al centro dell’attacco granata: una crescita costante che ha risvegliato l’attenzione di tutta Italia intorno ai suoi gol ed intorno ad un’invocata elezione in maglia azzurra per gli Europei del 2016, una competizione in cui l’Italia si affaccia con grandi perplessità in avanti.

Domani, Belotti e Higuain si troveranno uno di fronte all’altro, in un duello dall’alto tasso di fiuto del gol: timbrare il cartellino non conterà solamente per le statistiche personali – buone per i media e per i tifosi – ma ci sarà da portare più acqua possibile al proprio mulino, chi per il secondo posto, chi per continuare a sognare una convocazione che avrebbe dell’incredibile (difficile, va detto). Il duello, dalla classifica marcatori, si sposta in campo, e i portieri avranno di che preoccuparsi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy