Belotti tra un acciacco misterioso e la crisi di gol: valutazioni verso la Fiorentina

Belotti tra un acciacco misterioso e la crisi di gol: valutazioni verso la Fiorentina

Focus On / Il capitano granata a Bologna è stato condizionato da un malanno muscolare: ma la prova è stata tra le sue peggiori

di Redazione Toro News

Continua il periodo negativo di Andrea Belotti, che non è certo il principale nè l’unico responsabile della rimonta subita dal Torino a Bologna, ma che altrettanto sicuramente non ha offerto il contributo che si sperava. Doveva esserci, al Dall’Ara, una prima risposta dopo la mancata convocazione in Nazionale.  Non è andata così. Anzi, la prova è stata tra le sue peggiori: l’highlights principale è un mancato aggancio non certo complicato che lo avrebbe fatto arrivare solo davanti a Skorupski. In generale, non va dimenticato il bomber bergamasco è stato sicuramente ostacolato da un acciacco muscolare che ha messo la sua presenza da titolare in dubbio sino al riscaldamento pre-partita, in cui ha svolto un provino da solo per capire le sue condizioni .

Caricamento sondaggio...

DOLORE MUSCOLARE – Un dolorino risalente ad uno degli ultimi allenamenti in settimana che era stato taciuto da tutti. Anzi, Mazzarri nella conferenza stampa pre-partita aveva elogiato Belotti per il modo in cui aveva lavorato durante la sosta, senza fare minimamente riferimento ad un problema fisico. Ieri, invece, nel post-partita al Dall’Ara: “Andrea aveva un fastidio muscolare, ma sabato stava già meglio e voleva giocare a tutti i costi”. Tra l’altro, anche Zaza non era al meglio, reduce da un problema al polpaccio: per cui alla fine, anche per necessità, la scelta è stata quella di confermare il Gallo titolare. Nel giudicare la prestazione di Belotti, dunque, non si può non tenere conto di questo fattore.

Le pagelle di Bologna-Torino 2-2: a Natale mancano due mesi…

VERSO LA FIORENTINA – Un altro fatto inconfutabile è però la mancanza del gol: solo due quelli segnati quest’anno, l’ultimo un mese fa (il 23 settembre contro il Napoli), su calcio di rigore. Molto poco per quella che doveva essere la stagione del ritorno di Belotti ad alti livelli. La squadra granata fa quadrato intorno al suo capitano (Falque: “Gli serve solo un episodio per sbloccarsi”) ed è bello, e giusto, che sia così. Intanto però Mazzarri lo ha sostituito (con Zaza) a partita in corso per la prima volta in questa stagione. Verso l’importante partita contro la Fiorentina il tecnico farà delle valutazioni, come è giusto che sia, sulle condizioni del giocatore. C’è una settimana di mezzo per prendere le decisioni del caso: qui ricordiamo solo che Mazzarri ha già tenuto una volta Belotti in panchina per scelta tecnica. Successe sul finire del campionato scorso, alla terzultima giornata contro il Napoli. E dunque non può escludersi a priori che possa succedere di nuovo.

53 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. iard68 - 3 settimane fa

    La verità è una sola: i calciatori vanno venduti tutte le volte che conviene, quando conviene; non un anno prima e non un anno dopo. L’affare Belotti conveniva a tutti. In primis a lui, che oggi si trova a rimpiangere ogni giorno un treno che è passato e chissà mai se tornerà. A Cairo, che ha visto sfumare una miniera d’oro, per se certamente, ma anche per il Toro. A noi tifosi, che avremmo dovuto solo salutarlo con affetto, augurargli il meglio, magari rimpiangerlo… e invece lo critichiamo, dimenticandoci dei gol che ha fatto con la maglia granata addosso!
    Mi direte, ma il salto di qualità? Se mai si potrà fare, non sarà perché hai trattenuto un campione, ma perché vendendo i campioni hai saputo costruire una squadra mediamente molto, molto più forte (pagando il giusto ai calciatori…). Solo allora, anche il campione potrà davvero restare al Toro, convinto di aver fatto la scelta giusta! Il Gallo di due anni fa era un campione, quello di oggi è un ricordo. Belotti è rimasto, “costretto” dalla situazione, perchè, a differenza di tanti altri, è un bravo figliolo e non ha voluto far la voce grossa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. marcocalzolari - 4 settimane fa

    D’accordo con chi dice che forse è il momento di lasciare fuori Belotti, se Zaza sta meglio.
    Meitè sta giocando con un po’ troppa superficialità, deve tornare ad essere cattivo, mentre Rincon secondo me è stato il migliore in campo, con Iago

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 settimane fa

      D’accordo su meite e Rincon.
      Se il francese avesse un decimo della cattiveria del venezuelano avremmo un bel giocatore.
      Invece abbiamo uno troppo lezioso che bada poco al sodo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Max - 4 settimane fa

    Belotti si è semplicemente montato la testa
    ciò che ha fatto un paio d’anni fa altro non è stato che un semplice caso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13658280 - 4 settimane fa

    io faccio il tifo x il Toro e non x i singoli giocatori, secondo me zaza a oggi è meglio del gallo e deve giocare lui, e poi mi sembra ke mazzarri tenda a difenderlo un po troppo a discapito di zaza, evidenzia subito un errore di zaza per insabbiarne uno piu grosso del gallo…sta cosa non mi piace

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granatadellabassa - 4 settimane fa

    Voglio bene al Gallo ma è venuto il momento di metterlo in panca in attesa che recuperi la condizione. Abbiamo Zaza, perché insistere con un Gallo fuori forma? Fa danno a se stesso e alla squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robert - 4 settimane fa

    Ho sempre detto che questo giocatore è una meteora come tanti altri ma alcuni non ci credevano.Ieri ho visto un giocatore da seconda categoria che fa ridere e non sa neanche stoppare un pallone.Ormai per quest’anno è andata ma l’anno prossimo è meglio perderlo che tenerlo.E Mazzarri si tolga i paraocchi e faccia giocare Zaza che è molto meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 settimane fa

      Una meteora da più di 50 gol in serie A a 25 anni ancora non compiuti.
      Eh sì, hai proprio ragione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 4 settimane fa

    Non ha la fame che aveva 2 anni fa. Se non ci mette l ardore é un giocatore normale. Si deve ritrovare. Il suo gioco é fatto tutto sulla grinta e sulla corsa. Quel pallone dentro l area di ieri se lo mangiava altro che stopparlo. Magari l infortunio ha influito a livello psicologico. Creo che un po’ di panchina gli faccia bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13670964 - 4 settimane fa

    ci vogliono semplicemente le pa.l.l.e di lasciare fuori il gallo e mettere in campo zaza. con belotti è davvero come giocare in 10. spiace dirlo ma è cosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Vanni - 4 settimane fa

    Meite’ sta diventando Vasodifiori 2, passaggi di 2 metri, possibilmente indietro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. halbert883 - 4 settimane fa

      Meité non mi è mai piaciuto: gran fisico, ma niente corsa, nente scatto, niente di niente nel salto dell’uomo e spesso fermato da avversari molto meno dotati fisicamente. Ma a che serve uno così?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. marcohelg_385 - 4 settimane fa

    positivi domenica con la viola facciamoli giocare tutti e tre …mettiamoli davanti alle proprie responsabilita’senza tante seghine. caro mazzarri fai giocare i meglio soriano dove cazzo è??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

      Se Uolter con la Viola mette Iago, Zaza e Gallo insieme dal primo, io mi taglio l’uccello e mi faccio badessa all’istante!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 4 settimane fa

        Abbiamo una montagna di scarsoni (Rincon a fare il recuperatore NON lo e’) e possibile non possa metterne un po’ a meta’ a rincorrere e lascia fuori Meite che dorme in piedi oramai.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Vanni - 4 settimane fa

          Tanto per i lanci che fanno Baselli, Meite’, meglio mettere dei Molinaro o Gazzi e lasciare i 3 a fare cio’ che sanno fare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Simone - 3 settimane fa

          Rincon non è un recuperatore?!?!
          So mesi e mesi che diciamo che è poco più di un gazzi e te ne esci che non è un recuperatore.
          Bah

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Claudio70 - 4 settimane fa

    Belotti è un ragazzo d’oro ed è il capitano del Toro.
    Però non possiamo dire che adesso la squadra non gioca per lui e prima si, Mazzarri gli ha messo due esterni e due mezzepunte dietro.
    La palla di Berenguer ieri era da schema, dopo un cambio di fronte.
    Rivedetevi i 26 gol, faceva gol in tutti i modi dopo aver rincorso o difensori fini a centrocampo.
    Ora incespica sulla palla o liscia davanti al portiere.
    È una questione di testa, e per me il primo responsabile è Cairo.
    Andava fatto partire, a 100 milioni, a 50 milioni, ma bisognava farlo andare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 settimane fa

      Se gli levi zappacosta e Ljajic che gli fecero 300 cross/assist la musica cambia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granata63 - 4 settimane fa

    Io vorrei vedere uno di noi che non si sia affezionato a Belotti. E’ un ragazzo d’oro che ha fatto una stagione e mezza alla grande. Detto questo, è da inizio campionato che gioca da pena. Tra l’altro, non è che lo faccia gratis, ha un contratto al top per la nostra squadra ed è il capitano. Per quante altre partite si deve giocare con lui in queste condizioni? Secondo me ieri avrebbe dovuto stare in panchina dal primo minuto. Certo, quando è entrato Zaza non è che abbia fatto meglio di lui, ma queste sono le regole del calcio. Gioca chi sta bene, e lui al momento non è a posto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 settimane fa

      Gia’, il goal a Milano su lancio di Iago glielo ha fatto fare testadighisa dalla panchina. Proprio fuori forma.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

        Però è anche vero che è stato l’unico episodio, Vanni. Due miseri golletti, uno su rigore ininfluente, e una valanga di errori e sprechi, praticamente ad ogni partita. Certo anche tantissima sfiga, o forse andrebbe chiamata in altro modo, non so, tipo il palo con Frosinone. Però è un fatto che sta sciupando tantissimo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Vanni - 4 settimane fa

    Un po’ di gratitudine verso questo ragazzo no? Ricordiamoci che l’anno scorso lo hanno convinto a rimanere e ha perso 4 milioni netti a stagione. Basta farlo giocare tipo Icardi, solo che se aspetta i passaggi che ha l’argentino all’Inter, fa la muffa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Vanni - 4 settimane fa

    Poi a questo non gli entra nel cabezon: ma fai giocare la squadra per Belotti, come faceva Sinisa, almeno per 3 o 4 partite e poi vediamo se il Gallo è scarso. Ora fa giocare lui per la squadra: ha capito un caxxo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

      Dai Vanni, anche con Sinisa era così. Pure allora tornava indietro a coprire, recuperare palloni e si faceva il mazzo per 90 minuti. Ma si faceva un gioco interamente orientato all’attacco, tant’è vero che segnavamo come il Real ma subivamo come l’Apoel!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 4 settimane fa

        E gia’. Purtroppo invece di migliorare ogni anno in qualcosa, presiniente fa il gambero: ne avevamo 5 buoni e invece di aggiungerne 1 o 2, ne ha lasciato andare 1: risultato 4 buoni e un’accozzaglia di gente del mucchio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

          Questo è verissimo, s’è fatto una specie di reset inspiegabile e assolutamente controproducente. Ma è anche un altro discorso rispetto al caso Belotti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Vanni - 4 settimane fa

            Mi riferivo al fatto che invece di testadighisa, sarebbe bastato non dar via nessuno dei 5 e prendere un difensore vero (tipo Vida che ora vorrebbero sia Liverpool o Arsenal) ed un buon centrocampista MA VERO, non ste mezze pippe arrivate quest’anno.
            Poi in pratica siamo senza esterni. Ma il Laxalt che tutti agnoravamo, al Milan fa panca, figurati che esterni avrebbe necessita’ testadighisa: roba da altro mondo. Risultato: disfatto un modo di giocare senza avere alternative vere per il cambio di gioco. Bello

            Mi piace Non mi piace
  15. Simone - 4 settimane fa

    Che quello aggancio non fosse complicato mi sembra eccessivo.
    Poteva sicuramente far meglio ma non si puo’ dire che fosse banale!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

      Dai Simone, ma di che stiamo parlando? Io ho ancora negli occhi stop e tiro di San Siro!!! Quello di ieri, a confronto, è una roba da dilettante, o da uno che ha ricevuto una macumba!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 4 settimane fa

        Appunto Marchese, lo dici tu. Non puo’ essersi imbrocchito. Il Gallo e’ sempre il Gallo; magari non sta bene o piu’ semplicemente ci va gente che gli faccia certi passaggi, come Iago a Milano o Ljajic gli ultimi 2 anni. Il panzone ieri nel derby non ha toccato boccio e non e’ uno scarsone, solo che al Milan sembrava ci fosse in panchina testadighisa: primo non prenderle, pero’ se giochi cosi’ o hai una difesa d’altri tempi o prima o poi te lo mettono un goal. Infatti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Simone - 3 settimane fa

        Quello di San Siro intendi quello sul lancio di iago en uscita a vuoto di handanovic?
        Hai presente l’altezza della palla del mancato aggancio di domenica?
        Come fai a paragonare le due cose?!?!
        Dire che era facile facile è semplicemente una cazzata!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Joker - 4 settimane fa

      Concordo non era semplice e secondo me non è neanche fuori forma ha solo la crisi classica dell’attaccante che non riesce a metterla dentro è solo una cosa mentale che ti fa sbagliare anche le cose più semplici la panchina sarebbe controproducente a volte basta un episodio, una partita per ritrovare la fiducia capita a tutti i giocatori il periodo no va sostenuto incitato non è certo uno scarpone mi sembra che lo ha dimostrato più volte con goal da cineteca ma molti dimenticano in fretta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 3 settimane fa

        Se continua a giocare in questo modo il rapporto con i tifosi può solo che incrinarsi x sempre. Meglio che parta dalla panchina x affrontare difese più stanche.
        Ora come ora sbaglia anche controlli semplici e va un po’troppo facilmente a terra

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

    La clausola da 100 milioni, il matrimonio, l’infortunio della scorsa stagione con tanto di ricaduta, il gioco d’attacco che non è più quello che si faceva il primo anno con Mihaijlovic, Belotti che di suo non è propriamente un fenomeno, un Icardi, un Higuain, un Cavani, ecc..
    Insomma ci sono tante concause che hanno determinato questa impressionante involuzione. Quello che vediamo oggi è secondo me un abbastanza al di sotto del vero Belotti, ma non illudiamoci che Andrea sia un autentico fuoriclasse, nel senso vero e pieno del termine. Spero di riuscire a conquistare quanto prima almeno un buon attaccante, cioè quella che è la sua dimensione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. robertozanabon_821 - 4 settimane fa

    Ampi margini di miglioramento. Frase nefasta che ha ridotto il Gallo in questo stato. Mi spiego meglio. Per la scienza il calabrone non potrebbe volare…ma lui non lo sa. Il voler fare diventare Belotti una vespa ha finito per disorientarlo. Per quale motivo avrebbe dovuto migliorare un giocatore che due anni fa ha fatto 26 goal? Lascialo così, magari ne farà 20 o 30 con pregi e difetti ma con un’identità. Mettere mano può, a volte, essere utile ma spesso porta danni irreparabili. Gershwin era un ammiratore di Ravel ed un giorno si recò da lui per chiedere dei consigli e Ravel gli rispose: perché vorresti diventare un Ravel di seconda mano quando potresti essere un Gershwin di prima grandezza ? Nessuno diventa ciò che non è. E questo vale per tutti. Belotti ha perso l’istinto che l’aveva reso grande e ora più pensa e peggio è. Si pensa troppo a fare passi in avanti quando, a volte, sarebbe meglio farne uno solo, ma indietro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

      Bravo, si, sono d’accordo, c’è anche questo da aggiungere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Rock y Toro - 4 settimane fa

    Belotti ex Gallo neo Cappone, ha la scusante di essersi sposato e il matrimonio si sa è la tomba del… gol!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. FVCG-70 - 4 settimane fa

    Il Gallo a mio parere incarna al meglio lo spirito granata: grinta da vendere, tanta voglia di lottare e mai tirare indietro la gamba.
    La stagione era partita al meglio, tra Coppa Italia e primissime giornate…

    Adesso pare di nuovo arruffone, è sempre per terra e non sfrutta le occasioni che gli capitano. Credo che la voglia di strafare non lo renda tranquillo e lo faccia sbagliare a dismisura.

    Io personalmente ci credo ancora…magari una partita dove gli gira tutto al meglio lo farà tornare l’ira di Dio di due anni fa…

    Forza Gallo!!! Forza Capitano!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. tafazzi - 4 settimane fa

    Se Belotti non.è stato venduto è perché in società pensavano che il giocatore fosse di una categoria superiore.
    La speranza era quella di un ulteriore anno positivo e incassare l’assegno.
    Il gallo dell’ultimo anno non può essere lo stesso giocatore inmarcabile di prima.
    Se si vuole recuperarlo deve giocare faccia alla porta, spalle alla porta solo in fase di ripiego.
    Quando migliorerà il gioco arriveranno anche i suoi gol.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 settimane fa

      E’ cosi’. Non e’ diventato un brocco, anche se tecnicamente non e’ certo Messi. Ma ha un modo di giocare che deve essere messo in condizione per farlo. E’ un generoso e corre per 3. Sta all’allenatore fare n modo che sia piu’ lucido, come Icardi, Ronaldo (che non e’ lo stesso del Real, grazie al modo di giocare di acciuga) e altri goleador.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. tric - 4 settimane fa

    E basta con Belotti e l’attacco! quando una squadra fa due gol la partita la deve vincere. Come si fa a soffrire sempre così tanto sui corner? Come si fa a lasciar colpire direttamente la palla ad uno della statura di Palacio? E non si dicano fesserie sulla difesa a zona o a uomo…. Tolto Belotti, il suo diretto avversario è venuto a segnare perchè Zaza non era minimamente pericoloso essendo pressoché fermo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. prawn - 4 settimane fa

    Tanta panca e se possibile mandarlo da uno psicologo per capire se i problemi sono di testa.

    Ieri non ha manco avuto la scusante che le palle non arrivano, ne sono arrivate ma incespica, cade, non la butta dentro manco a morire.

    l’annata dei 26 goal e’ stata deleteria: lui si e’ montato la testa, la storia della clausola, ora e’ in crisi profonda

    tutto questo ammesso e non concesso che abbia le intrinseche capacicita’ per ripetersi, forse questo e’ il vero gallo, un petagna, niente di piu’ (e petagna quest’anno sta giocando meglio dell’anno scorso, occhio)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. GlennGould - 4 settimane fa

    Io non so cosa abbia Belotti. Di sicuro, analizzando a mente un po’ più fredda il match di ieri, è incredibile non aver vinto. E non vincere contro squadre più deboli è un difetto, è già successo con l’Udinese, e ieri l’apoteosi; differenza imbarazzante fra le due squadre, pareggio finale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. rokko110768 - 4 settimane fa

    Credo al malanno muscolare e credo abbia solo bisogno di tranquillità. Se serve la panca ben venga, Zaza c’è. Io credo sempre nel Gallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. secondome - 4 settimane fa

    Io credo che il Gallo stia pagando tutte le pressioni, dirette e indirette, che sostanzialmente piovono addosso ai giocatori bandiera di una squadra.

    Dopo l’anno dei 26 gol sono cresciute le aspettative della piazza, e ripetersi non è facile, soprattutto se hai un carattere sensibile come sembra avere il gallo.

    Se cominci a non girare entri in loop e hai difficoltà a sodisfare le aspettative dell’ambiente.

    Io credo gli farebbe davvero bene un momento di pausa per scaricare le tensioni e l’ansia da prestazione.

    Il giocatore non si discute. Sbaglia ma si sbatte tanto e comunque una volta superato il momento è uno che ingriglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. TOROHM - 4 settimane fa

    Bah…troppe critiche a Belotti.Basta un po’di panca e torna quello di prima.Zaza altrimenti che ci sta a fare al Toro?ora come ora Zaza in
    questo momento è più forte del Gallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 settimane fa

      Su. Abbiamo visto ieri la forza di Zaza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. user-13962533 - 4 settimane fa

    Era da vendere quando valeva qualcosa. Ora che dimostra tutta la sua pochezza tecnica, non lo vorrebbero nemmeno in B. Altra meteora del nostro triste presente…
    Possibile che non si riesca a far crescere qualche giovane dal nostro settore giovanile? Mah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 settimane fa

      Ma perche’ dovrebbero vendere il Gallo? Per prendere un Falcinelli o credi che presiniente giri su Mbappe?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. user-13814870 - 4 settimane fa

    non capisco se ha un carattere delicato. ..che patisce tante situazioni, proprio il suo non riuscire a segnare. Il fatto di aver perso la nazionale. Ho sempre sostenuto il Gallo perché se non faceva gol faceva tante altre cose utili alla squadra. Ma ora ieri nemmeno quello. Sbagliato cose che sembravano facili. Dai Gallo forza!!! Non ti riconosciamo. Sappiamo che ti dispiace tanto…. Ma non credo gli sia utile stare in panchina. Anzi. Gli togliamo del tutto la possibilità di ritornare quello che era. Uno con le sue doti non può diventare un brocco . Abbiam Visto cose bellissime Gallo grazie a te. Dai forza.. con la Fiorentina ce la farai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Toro71 - 4 settimane fa

    Ma se Belotti non stava bene perché Mazzarri l’ha fatto giocare per 70 minuti? Ma Belotti non voleva fare il bene del Toro? Mazzarri deve far giocare solo quelli più in forma. E Soriano pagato 14 milioni non è un oggetto misterioso. Per il bene del Toro svegliatevi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-14052178 - 4 settimane fa

      Belotti dovevamo venderlo l’anno scorso anche per 40 milioni…… poi prendevamo Zapata e Simeone e adesso eravamo più che a posto….purtroppo abbiamo fatto come Moratti dopo il triplete,adesso se va bene si è no ne prendiamo 15 e ringraziare……ciao robbi

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy