Benassi dal ritiro dell’Under 21: “Toro, devo migliorare ma sto crescendo”

Benassi dal ritiro dell’Under 21: “Toro, devo migliorare ma sto crescendo”

Il centrocampista granata: “Devo essere umile e semplice. Il gol al Palermo? Cercato. Spero di farne molti altri”

Benassi, Toro

Dal ritiro della Nazionale under 21, dove si sono riuniti gli azzurrini in vista delle sfide contro Serbia e Lituania valide per la qualificazione all’Europeo 2017, ha parlato Marco Benassi, perno della formazione di Di Biagio di cui quest’anno è diventato anche il capitano. Il centrocampista è reduce da una buonissima prestazione personale contro la squadra nella quale è cresciuto, l’Inter, nonostante il Torino ne sia uscito sconfitto.

Benassi è ovviamente uno degli azzurrini più maturi, forte della terza stagione consecutiva in Serie A, ma non si monta la testa nemmeno di fronte alla fascia da indossare al braccio: “Per essere un buon capitano” dice “bisogna essere semplici e umili, oltrechè saper incoraggiare i compagni, cercando di aiutarli nei momenti di difficoltà” Riguardo alla sfida più prossima, quella di venerdì sera contro la Serbia, il capitano degli azzurrini si dice “Consapevole che sono forti, li conosciamo già dallo scorso anno. Non mollano mai, ma noi dovremo riuscire a fare ciò che stiamo provando in allenamento, mettendoci la giusta cattiveria agonistica. Abbiamo una buona squadra che può ambire a diventare ancora più forte, ma è ancora presto: si vedrà sul campo ”

Benassi
Marco Benassi calcia durante un match con l’under 21, di cui è il capitano

C’è poi spazio per qualche domanda sulla sua attuale situazione al Torino: “Essere capitano dell’under 21 e giovane promessa in granata? Sono due situazioni completamente opposte” Dice Benassi, che prosegue “Essere il capitano nell’Under 21 mi aiuta anche quando poi torno nel mio club. Mi dà consapevolezza, fiducia e una visione più ampia: fa parte di un percorso di crescita. Prima o poi bisogna lasciare i panni della giovane promessa e iniziare a giocare per sentirsi importanti”

Interrogato infine sul suo fantastico gol contro il Palermo, l’azzurrino risponde così: “A dire il vero l’ho cercato. Finora è senza dubbio stato il gol più bello della mia carriera, ma spero di farne ancora molti altri” Per poi finire su eventuali margini di crescita tecnica “So di dover migliorare parecchio nella fase difensiva e poi nella gestione della palla, specialmente quando serve tenerla. Devo impegnarmi per migliorare molto sotto questi aspetti”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy