Bene la coppia centrale titolare

Bene la coppia centrale titolare

di Edoardo Blandino

Molti infortuni e tanti problemi li hanno frenati. Dovevano essere la coppia titolare, ma alla fine insieme sono riusciti a giocare appena 234 minuti. Troppe circostanze sfavorevoli si sono messe di mezzo ed alla fine De Biasi ha potuto vedere all’opera i due centrali solo in tre partite.

Sono noti gli enormi problemi di fragilità fisica di Natali che lo hanno frenato durante tutta…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino

Molti infortuni e tanti problemi li hanno frenati. Dovevano essere la coppia titolare, ma alla fine insieme sono riusciti a giocare appena 234 minuti. Troppe circostanze sfavorevoli si sono messe di mezzo ed alla fine De Biasi ha potuto vedere all’opera i due centrali solo in tre partite.

Sono noti gli enormi problemi di fragilità fisica di Natali che lo hanno frenato durante tutta la carriera. Diverse volte il suo nome era stato accostato alla nazionale, ma gli infortuni si sono sempre messi di mezzo. La stazza imponente del biondo difensore lo costringe ad un grosso lavoro per entrare in forma ed i continui stop non lo aiutano certo a trovare la migliore condizione. Tuttavia quando è al top il centrale è un ottimo elemento in grado di dirigere bene la retroguardia e contro il Milan si è capito perché De Biasi ha fatto tutto il possibile per recuperarlo. Pratali ha saltato qualche gare da inizio campionato ed una anche per una stupida squalifica rimediata durante la sconfitta contro la Lazio. Il rendimento dell’ex giocatore dell’Empoli è stato però complessivamente soddisfacente, soprattutto se si considerano le prove dei compagni di squadra in sua assenza.

Analizzando le uniche tre partite in cui i due centrali hanno giocato insieme (Torino-Cagliari 0-1, Torino-Atalanta 2-1, Torino-Milan 2-2) si può notare come in questi match la squadra non abbia sofferto eccessivamente in fase difensiva. I sardi hanno portato a casa una vittoria, capitalizzando al meglio una nitida occasione concessa da uno svarione difensivo di Di Loreto, subentrato a Natali, ma erano stati controllati perfettamente fino a quel momento, se si esclude il gran tiro, un po’ fortunoso, di inizio ripresa. Contro gli orobici i granata si sono difesi con ordine e non sono mai andati in affanno, mentre nell’ultimo turno i due centrali hanno disputato una splendida gara contro un attacco stellare. Una sola volta Pratali ha perso Pato ed il ragazzino ha ringraziato pareggiando, momentaneamente, il conto. Segno che non ci si poteva distrarre: lo hanno capito e di lì in poi la coppia di granatieri davanti a Sereni non ha più sbagliato nulla.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy