Benevento-Torino 0-0, per i tre punti serve qualcosa in più

Benevento-Torino 0-0, per i tre punti serve qualcosa in più

Al break / Il Toro rischia più di qualcosa dietro, Sirigu deve fare un paio di interventi fondamentali, e davanti si registra davvero poco: servirà un altro spirito

Termina 0-0 il primo tempo in quel di Benevento: il Torino – anche complice un campo un po’ pesante – fatica a trovare la profondità in attacco e rischia più di qualcosa dietro, concludendo in porta solo in un paio di occasioni, soprattutto con Ljajic (tra i migliori sicuramente) – e risultando in generale poco pericoloso dalle parti di Belec. Tra le note negative, sicuramente l’infortunio di Obi dopo appena 9′ di gara. Ai granata servirà maggiore intraprendenza nella ripresa, perché i sanniti – con Ciciretti indiavolato in questi primi 45′ – non regalano nulla.

Mihajlovic lancia Niang – che debutta con la maglia granata, andando a comporre l’attacco di qualità del Toro, con Ljajic, Iago Falque e Belotti. La gara – che inizia con qualche minuto di ritardo a causa di problemi tecnici dovuti al diluvio – vede il Benevento partire subito forte, e Sirigu è subito impegnato in un’uscita bassa su Coda, che però era in posizione irregolare. Il Toro prende coraggio, e una bella incursione di De Silvestri libera Ljajic, che però viene murato dal limite.

BENEVENTO, ITALY - SEPTEMBER 10: Massimo Coda (L) of Benevento competes for the ball with Emiiano Moretti of Torino during the Serie A match between Benevento Calcio and Torino FC at Stadio Ciro Vigorito on September 10, 2017 in Benevento, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)
BENEVENTO, ITALY – SEPTEMBER 10: Massimo Coda (L) of Benevento competes for the ball with Emiiano Moretti of Torino during the Serie A match between Benevento Calcio and Torino FC at Stadio Ciro Vigorito on September 10, 2017 in Benevento, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Al 9′, la sfortuna incontra di nuovo Obi, per l’ennesima volta nella sua carriera: il nigeriano si tocca la coscia dopo aver provato a tenere un contropiede avversario. Il centrocampista non ce la fa, deve uscire per un infortunio muscolare, venendo sostituito da Acquah. Il Toro cresce col passare dei minuti, ma la migliore occasione dei primi 20′ è del Benevento: Molinaro commette fallo su Venuti sul lato corto, punizione di Ciciretti sul primo palo, ma Sirigu c’è ed effettua una gran parata. Belotti è però poco servito, con Niang ancora un po’ cauto nelle sue azioni offensive, ma comunque già in sintonia con Molinaro. Ljajic gioca a tutto campo, facendo da regista aggiunto – ma il Toro fatica comunque a trovare la profondità lì davanti, complice una buona difesa di Lucioni e compagni.  Il Toro non è concreto in attacco, e il Benevento al 33′ ha la seconda grande chance del suo primo tempo: punizione del solito Ciciretti a tagliare l’area, Lucioni svetta tutto solo e conclude incredibilmente alto da due passi. Più di qualche brivido sulla schiena dei granata. Nel finale, il Toro si sveglia: Ljajic (migliore in campo tra i granata) centra per due volte il bersaglio grosso, ma Belec è attento, e 5′ dalla fine arriva anche la prima conclusione di Belotti, col portiere di casa che blocca. All’ultimo, grandissima parata di Sirigu su Coda – che aveva concluso benissimo. Servirà un altro Toro nella ripresa per agguantare i tre punti, il Benevento c’è.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy