Benfica-Torino, la probabile formazione granata: tridente Ljajic-Belotti-Iago

Benfica-Torino, la probabile formazione granata: tridente Ljajic-Belotti-Iago

Verso il match / Gomis in porta, Maksimovic-Moretti favoriti come coppia centrale difensiva

6 commenti

Stanno per affrontarsi Torino e Benfica, nello stadio Da Luz di Lisbona: le due squadre arrivano al match dell’Eusébio Cup in modo diverso, con i portoghesi che hanno dovuto aspettare che rientrassero molti giocatori alla base, mentre i granata stanno facendo esperienza con il nuovo allenatore Mihajlovic.

Per quanto riguarda la probabile formazione in casa Toro, in porta dovrebbe esserci Alfred Gomis, come dichiarato dallo stesso allenatore del Torino. In difesa, schierata con quattro giocatori, dovrebbe trovare al centro la coppia che più il mister preferisce, ovvero quella formata da Maksimovic e Moretti. Sulla destra dovrebbe giocare Davide Zappacosta, vincendo il duello con Peres; sulla sinistra, invece, dovrebbe scendere in campo Molinaro a causa dell’assenza di Avelar.

A centrocampo invece, dovrebbero scendere tre giocatori che si conoscono bene, ovvero Acquah sul centro-destra (Benassi non è partito per Lisbona per un guaio fisico), Vives come mediano davanti alla difesa e Baselli sul centro-sinistra, il quale però è in ballottaggio con Joel Obi, che ha avuto spazio nelle amichevoli di Bormio. Potrebbero esserci, come sempre, dei cambi durante il match che forse cambieranno la formazione durante la partita.

Infine, in attacco, dovrebbe esserci il tridente teoricamente titolare, ovvero quello formato da Ljajic, Belotti e Iago Falque, che tengono in panchina Martinez, Aramu e Boye.

Torino (4-3-3): Gomis; Zappacosta, Maksimovic, Moretti, Molinaro; Acquah, Vives, Baselli (Obi); Iago Falque, Belotti, Ljajic

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lui69 - 8 mesi fa

    Concordo con il fatto che un allenatore ha il diritto di fare le sue scelte. Ma in questo caso, dove è troppo, troppo tempo che non vediamo i nostri ragazzi in prima squadra, ed i ragazzi sono di valore (Gomis, Barreca, Parigini e Aramu), è doveroso farli giocare.
    Gomis non è certamente inferiore a Padelli (sia attualmente che in visione futura)
    Barreca non è certamente inferiore a Molinaro/Avelar(sia attualmente che in visione futura)
    Parigini e Aramu visto il lor ruolo dovranno faticare di più per togliere il posto a Iago e Lijaic.
    Opinione personale su Parigini, secondo me è più forte di Iago già adesso, mi sembra di rivedere in parte Lentini, vi ricordate i suoi inizi quando Fascetti lo ha dovuto bastonare e poi è sbocciato il fenomeno che tutti pensavano, gli va data fiducia e va fatto giocare (carota e bastone).
    E’ dai tempi di Lentini che non abbiano un potenziale fenomeno; quindi forza PARIGINI.
    A quei tempi il TORO era in B, doveva giocare ad Avellino ed i giorni prima fece un amichevole a Valmontone (RM), io abitando a Roma ci sono andato e voglio ripetere oggi quello che strillai in quel di Valmontone: LENTINI non si discute si ama; oggi invece diventa: PARIGINI non si discute si ama.
    Sempre FORZA VECCHO CUORE GRANATA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giancarlo_FVCG - 8 mesi fa

    Sono stato su a Bormio a seguire il ritiro. In questo momento Parigini (che tutti noi speriamo possa diventare un domani un giocatore fondamentale per il Toro) è nettamente inferiore non solo a Ljajic e Iago (come prevedibile) ma anche a Martinez e Boyé (in questo caso la differenza è meno marcata). Perchè Sinisa dovrebbe far giocare (sempre!) un giocatore meno forte? E soprattutto, chi dovrebbe star fuori?
    Per quello che ho visto, in questo momento (e cioè con Benassi fuori e Bruno Peres aggregatosi in ritardo) quella ipotizzata è la miglior formazione possibile (con l’unico, vero dubbio sull’effettiva superiorità di Gomis rispetto a Padelli e Ichazo, ma per giudicarlo occorre appunto vederlo all’opera). Credo che giocherà Obi e non Baselli poichè quest’ultimo è stato fermo per due-tre giorni causa affaticamento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. osvaldo - 8 mesi fa

    Certo che l’allenatore deve avere la libertà di scelta e di lavorare in pace. Sappiamo comunque che moltissime volte gli allenatori “s’innamorano” di giocatori che non dovrebbero giocare,non vedendo altri che meriterebbero più attenzione e, in questa prima fase pare proprio che il nostro mister vede poco Parigini,un talento che,per me, dovrebbe essere seguito passo, passo!
    La cosa che più mi sorprende comunque,leggendo la probabile formazione di questa sera è la presenza di Molinaro,sicuramente bravino ed affidabile ma non certamente il futuro e, siccome non sarà il futuro, mi chiedo perchè non provare sin dall’inizio Barreca,anche per vedere le reazioni emotive di fronte ad uno stadio con 60mila spettatori! Così crescono i giovani!
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Clozza - 8 mesi fa

    Ma non vi pare che un’allenatore abbia la facolta’di lavorare in pace facendo le sue scelte?? Cerchiamo di essere un po’obiettivi e non criticare sempre tutto a priori… Forza Toro sempre…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. sysma_558 - 8 mesi fa

    Miha se comincia a non vedere parigini mi sa subito girare le balle

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. 15101967 - 8 mesi fa

    PARIGINI DEVE GIOCARE SEMPRE

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy