Bianchi cerca l’incontro con i tifosi

Bianchi cerca l’incontro con i tifosi

 

Prima del termine della gara il pubblico dalla parte della curva Maratona si è riversato contro le basse balaustre che dividono il campo dal terreno di gioco, pronti ad invadere. I giocatori del Torino sono rapidamente entrati nello spogliatoio, tranne Bianchi che è subito riuscito per andare sotto la curva verso i tifosi. Il centravanti voleva chiedere scusa come ogni capitano con la C maiuscola dovrebbe fare, un po’…

 

Prima del termine della gara il pubblico dalla parte della curva Maratona si è riversato contro le basse balaustre che dividono il campo dal terreno di gioco, pronti ad invadere. I giocatori del Torino sono rapidamente entrati nello spogliatoio, tranne Bianchi che è subito riuscito per andare sotto la curva verso i tifosi. Il centravanti voleva chiedere scusa come ogni capitano con la C maiuscola dovrebbe fare, un po’ sulla falsa riga di quanto ha fatto Palombo al momento della retrocessione della Sampdoria.

Ma appena il numero 9 si è messo in direzione della Maratona, gli stessi tifosi hanno invaso il campo, impedendo al capitano di avvicinarsi e causando l’intervento delle forze dell’ordine, pronte ad entrare sul terreno di gioco. Bianchi non ha potuto parlare ai supporter ed è stato velocemente riaccompagnato negli spogliatoi. I tifosi, però, non sono rientrati in curva. Anzi, alcune decine (di cui alcuni a volto coperto) hanno approfittato del caos per sfogare la propria rabbia contro giocatori e cartelloni pubblicitari, scalciando quest’ultimi e abbattendone qualche esemplare. La polizia si è poi avvicinata alla curva che accoglieva il rientro di molti invasori, e la situazione è tornata alla normalità.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy