Bologna-Torino: la difesa di Donadoni, tra esperti e giovani promesse

Bologna-Torino: la difesa di Donadoni, tra esperti e giovani promesse

Verso il match / Il reparto difensivo rossoblu si presenterà al match di sabato con la pesante assenza di Gastaldello

Il Bologna di quest’anno è stata una squadra a due facce: la prima, quella dell’era Delio Rossi – poco fortunata – e la seconda quella del salvatore Donadoni, che ha portato la squadra di proprietà canadese dall’abisso della zona retrocessione a metà classifica. Si può definire un piccolo miracolo sportivo quello compiuto dal tecnico ex Parma, il quale, già quando era in carica ai Crociati, aveva sfoggiato una forte personalità e altrettanta professionalità. Il duro lavoro e il buon gioco hanno ripagato lo stesso allenatore e l’intero ambiente e con questi elementi non sono tardati ad arrivare neanche i buoni risultati: il Bologna nel corso della stagione è stata, come direbbero in Inghilterra, una Giants Killer, ovvero una squadra che ha fatto delle vittime illustre, l’ultima proprio ieri sera, la Roma di Spalletti.

Il merito di questi ottimi risultati vanno naturalmente al neo tecnico Donadoni, il quale ha saputo far coesistere il lavoro svolto precedentemente dal suo precessore con le sue idee innovative di football. Nel suo credo calcistico uno dei punti di forza è la difesa, la quale ha svolto un ottimo lavoro ad oggi grazie a dei giocatori come Mirante, Masina, Ferrari, Rossettini, Maietta e Gastaldello. Il portiere è stato un elemento chiave di questa nuova squadra, poiché, soltanto grazie ai suoi ottimi interventi e alle sue tante reti inviolate, il Bologna può vantare questi  ottimi risultati. Ma il suo lavoro è stato incoraggiato anche dai suoi compagni di reparto, Masina in primis. Il giovane terzino classe 94′ è stata una delle tante rivelazioni di questo campionato di Serie A: il marocchino ha siglato ben 2 reti ad oggi, le quali sono state seguite da 4 assist.

Il reparto difensivo che molto probabilmente Donadoni schiererà nella prossima partita contro il Torino sarà simile a quello usato nella partita d’andata del 28 novembre. In quel match i protagonisti della linea difensiva dei rossoblu furono Masina, Maietta, Rossettini e Gastaldello. Quest’ultimo però potrebbe non giocare la prossima partita, poiché è reduce da una lesione muscolare e i tempi di recupero stimati sono di 10 giorni. Al suo posto è pronto già Mbaye, il quale ha già collezionato ben 14 presenze con la casacca del Bologna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy