Bologna-Torino, perché si e perché no: granata in forma, felsinei affamati

Bologna-Torino, perché si e perché no: granata in forma, felsinei affamati

Verso il match / 3 motivi per credere nel Torino, 3 motivi per avere paura del Bologna

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

PREPARAZIONE

allenamento

La sosta per le Nazionali non ha portato via moltissimi giocatori al Torino, o quantomeno non nei ruoli chiave. Un tecnico meticoloso come Mazzarri ha, quindi, avuto tutto il tempo per studiare l’avversario ed adottare le contromisure adatte. Il Torino ha inoltre potuto lavorare sulla brillantezza fisica e dovrebbe arrivare al match contro il Bologna con tutte le carte (fisiche e tattiche) in regola per dominare i felsinei.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata - 7 mesi fa

    Definire il Torino in forma dopo le due vittorie di misura (e con non poche perplessità rispetto al gioco espresso) contro le peggiori formazioni di Serie A mi sembra un po’ ec ìcessivo. Diciamo che il Bologna è un test valido per verificare se finalmetne la squadra è cresciuta dal punto di vista della manovra e della personalità. Anche se pure il Bologna non è che sia un rombo di tuono. Il fatto positivo è che Mazzarri, dopo tanti tentennamenti pare si sia convinto a schierare la coppia Belotti-Zaza, con al fianco Iago Falque. E’ l’ unica soluzione in grado di dare qualità e potenza all’ attacco, due doti che finora sono mancate. Auspico che il tecnico trovi un posto anche a Soriano, altro giocatore di qualità su cui varrebbe la pena di insistere così come senzxa grandi risultati si è fatto con Baselli. Qualche tempo fa scrissi che il Torino poteva giocare benissimo con il quintetto composto da Iago Falque, Ljiajc, Belotti, Soriano e Zaza e qualcuno ironizzò. Bene: Mancini per ridare smalto alla Nazionale ha messo in campo contemporaneamente Verrati, Jorghino, Insigne, Bernardeschi e Chiesa e il gioco è migliorato in modo esponenziale. Una Nazionale dai piedi buoni hanno scritto tutti, così come io auspicavo un Torino dai piedi buoni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. parodifran_464 - 7 mesi fa

    Chiaro che una vittoria porterebbe serenità e entusiasmo in vista della Fiorentina.
    Ricordiamoci che con i punti che ci ha tolto il Var, saremmo là in alto.
    Quindi grande fiducia nella squadra e nel Mister, sarà una partita tosta perché in Serie A nessuno regala nulla, però Sempre Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 7 mesi fa

    Le informazioni sul Bologna possono essere interessanti, quelle sul Torino non dicono nulla, anzi non ci sono.
    Scontatissimo che:
    1) Belotti cerchi di fare del suo meglio. L’impegno non è mai mancato, i risultati un poco meno
    2) Mazzarri abbia cercato di preparare al meglio la squadra, sotto tutti i punti di vista, durante la sosta
    3) se il Toro vince, sale in classifica e dà buone speranze, altrimenti bisogna ridimensionarsi ed attendere altre prove.
    Concludo io: non è che se vinciamo a Bologna siamo da Europa Ligue, e se perdiamo siamo da metà classifica e nulla più!
    Troppo presto per esaltarci, ma anche troppo presto per disperarci!
    Facciamo un passo alla volta, e cerchiamo di farlo bene, poi vedremo.., e tireremo le somme!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marchese del Grillo - 7 mesi fa

    Io ho una sola certezza: che le prossime quattro ci diranno veramente chi siamo, in maniera quasi definitiva e con poche possibilità di appello. Ci metto anche Bologna perché se abbiamo davvero gli attributi dobbiamo andare là e vincere, anche in maniera zozza, alla Chievo, per intenderci, ma tornando coi tre punti. Viola, Samp e Parma possono poi consacrarci sulla via di Damasco, demolirci o lasciarci ne SOLITO limbo della mezza classifica insignificante.
    DAJE TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy