Bovo, Moretti, Gazzi e Vives: i volti-simbolo del Torino di Ventura

Bovo, Moretti, Gazzi e Vives: i volti-simbolo del Torino di Ventura

Calciomercato / I quattro veterani sono attuali protagonisti in campo, ma saranno a disposizione del ricambio generazionale nel Torino

Nel calcio come nella vita, quelle poche volte che si trovano delle certezze, è umano aggrapparvisi con tutte le forze, specie nei momenti più difficili. Ed è così che fa Giampiero Ventura con Bovo, Moretti, Gazzi e Vives: elementi che raramente deludono, e quando il gioco si fa duro, sanno il fatto loro.

gazzi
Alessandro Gazzi è in forse contro la Lazio: un’assenza che potrebbe pesare

IL NOI DAVANTI ALL’IO – Quattro giocatori, quelli i cui rinnovi contrattuali fino al 2017 sono stati annunciati ieri, che fenomeni non sono ma che quando c’è bisogno rispondono sempre presente, e antepongono il noi all’io. Le storie personali in granata di ognuno di questi giocatori parlano chiaro e sono piene di episodi che fanno capire lo spessore umano e tecnico. Bovo che inizia malissimo il derby, ma non perde la testa e torna padrone della situazione, fino a seccare Buffon con un sinistro da cineteca. Moretti che si rompe il menisco ma tempo quindici giorni ed è di nuovo in campo per sopperire ad un emergenza in difesa, prendendosi dei rischi non indifferenti dal punto di vista dell’integrità fisica; Vives che in cinque anni è stato chiamato a giocare forse in tutti i ruoli possibili, esclusi portiere e centravanti, adattandosi perché ce n’era bisogno senza troppe storie. Gazzi che, dopo un’estate da separato in casa, viene mandato in campo da un giorno all’altro contro l’Inter e diventa il migliore in campo, diventando punto fermo del Torino e dimenticando quanto avvenuto in precedenza.

moretti
Emiliano Moretti altro senatore fresco di rinnovo

FINO A FINE CARRIERA –  A giugno 2017, Bovo e Gazzi avranno 34 anni, Moretti 36 anni, Vives 37. Si può quindi dire con ragionevole sicurezza che la scelta è stata quella di concludere la carriera (almeno quella ad alto livello) in granata. Attualmente sono pienamente protagonisti delle vicende del Torino, in futuro probabilmente lo saranno sempre di meno. Ma resteranno a loro modo pedine fondamentali per una società che da un paio d’anni a questa parte ha puntato e punterà sempre di più su profili sotto i 25 anni. E, in generale, si può dire anche che Bovo, Moretti, Gazzi e Vives – per l’estensione temporale della loro militanza in granata e per il ruolo centrale rivestito, nello spogliatoio come in campo –  saranno sempre ricordati tra i volti più rappresentativi del Torino di Ventura.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy