Bovo: ‘Sono a disposizione’

Bovo: ‘Sono a disposizione’

In sala stampa, dopo l’allenamento e i massaggi, ha parlato Cesare Bovo, il difensore centrale romano che domenica potrebbe esordire con la maglia granata. “Sono a disposizione del mister. Sto bene anche se mi manca la condizione rispetto a chi gioca da inizio campionato. Certo con gli squalificati e gli infortunati siamo in emergenza, d’altronde sono qua per aiutare la squadra”.

In sala stampa, dopo l’allenamento e i massaggi, ha parlato Cesare Bovo, il difensore centrale romano che domenica potrebbe esordire con la maglia granata. “Sono a disposizione del mister. Sto bene anche se mi manca la condizione rispetto a chi gioca da inizio campionato. Certo con gli squalificati e gli infortunati siamo in emergenza, d’altronde sono qua per aiutare la squadra”.

A Palermo è stato poco utilizzato, avrà voglia di rimettersi in gioco.

In effetti mi sono infortunato al piede appena due giorni dopo che ero in ritiro, ma poi le cose non sono andate come speravo, cioè di tornare titolare, perché ci sono state delle incomprensioni con Guidolin.

Lei preferisce giocare in una difesa a tre o a quattro?

Indifferente. Sono un difensore centrale l’importante per me è mantenere questa posizione. Sono venuto al Toro per aiutare la squadra a salvarsi. Sapevo già prima qual era la situazione, anche se credo che la squadra abbia sofferto di episodi negativi e di parecchia sfortuna. Adesso bisogna andare avanti e non pensare in negativo. E’ giusto che i tifosi pretendano di più, ma non dobbiamo fare drammi”.

Com’è nato il suo passaggio al Toro?

Due giorni prima della chiusura del mercato ho saputo che c’era l’interesse dei granata, più altre squadre, ma la scelta è caduta sul Torino, per la sua storia, il grande fascino che ha sempre avuto. Zamparini non voleva cedermi, ma l’ho chiesto io perché volevo giocare.

La presenza di Cairo in settimana è stata salutare?

 

In campo ci andiamo noi, ma è giusto che sia venuto a parlarci, a darci la sua carica, esprimendoci anche le sue idee, il suo pensiero sulla situazione attuale. La sua presenza ci ha dato la scossa.

La partita di domenica sarà per lei, romanista, una specie di derby?

No, io penso solo al Toro, a fare bene per la squadra che mi sta dando fiducia ed io voglio ripagare. Se mai potrei sentire maggiormente la sfida con la Roma, visto che non ho ottenuto da loro la fiducia sperata.

Coco come sta?

Lui ha avuto un infortunio più importante del mio, ma sta lavorando bene, mi ha fatto una buona impressione.

Come si è inserito nel gruppo?

Benissimo, sono stato accolto alla grande, ho dei compagni speciali che mi hanno messo subito a mio agio, considerando che io sono un po’ introverso e timido. E’ un grande gruppo.

Con Zaccheroni come va?

E’ presto per dire qualcosa, sono in gruppo da pochi giorni e con lui abbiamo parlato finora solo di tattica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy