Boyè vede una maglia da titolare: il gioiello è pronto a brillare

Boyè vede una maglia da titolare: il gioiello è pronto a brillare

Focus On / L’attaccante granata ha la possibilità di dimostrare la sua qualità, approfittando degli infortuni in squadra

Il Torino andrà ad affrontare l’Empoli questa domenica, allo stadio Olimpico Grande Torino: i granata arrivano alla sfida in modo particolarmente complicato, perché hanno avuto diversi infortuni nel corso di questo inizio di stagione, con gli acciacchi fisici di Belotti, Ljajic, Ajeti, passando per i momentanei stop di Martinez, Benassi e finendo con uno stato di affaticamento muscolare persistente per Maxi Lopez. Proprio a causa delle assenze di Belotti e dell’argentino,i due centravanti puri della squadra, potrebbe emergere una riserva di lusso, come Lucas Boyè.

MARGINI DI MIGLIORAMENTO – Poco spazio per Boyè, in questo inizio di stagione, a causa dei titolari fissi del Torino, come Ljajic, Iago Falque e Belotti. Ma negli stralci di partita che gli sono stati concessi dal mister Sinisa Mihajlovic, è stato in grado di dimostrare il suo strapotere fisico: una grande velocità, la voglia di mettersi in mostra e un buon tiro, anche dalla distanza. Già contro la Pro Vercelli, in Coppa Italia, aveva dimostrato di essere pronto per la Serie A, segnando tra l’altro con una prodezza balistica spettacolare, ma con qualche difetto, ancora: predilige il gioco personale, ma Mihajlovic lo ha istruito per essere a disposizione della squadra. Contro il Bologna è arrivato un assist vincente per Baselli, in casa dell’Atalanta l’argentino ha visto solo Sportiello negargli la gioia del primo gol in Italia.

Boye Sisport

OCCASIONE – Ljajic, Belotti ed ora anche Maxi Lopez: tutti quanti daranno quasi sicuramente forfait per il match di domenica pomeriggio, e per questo entra in scena Lucas Boyè. Questa è forse una delle occasioni migliori per l’attaccante argentino di far vedere le sue migliori qualità: la possibilità di scendere in campo dal primo minuto con la maglia da titolare è concreta. Adesso tocca a lui, scendere in campo e giocare per la squadra: una buona prestazione potrebbe  cambiare la sua stagione di un potenziale gioiello che può stupire tutti.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Oni - 8 mesi fa

    e speriamo giochino anche aramu e barreca e ora di far giocare i giovani i nostri giovani

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy