Bruno Peres contro Perisic, gli esterni che possono decidere Inter-Torino

Bruno Peres contro Perisic, gli esterni che possono decidere Inter-Torino

Testa a testa / A seconda del compagno schierato con il brasiliano, i due potrebbero trovarsi faccia a faccia, per una sfida dall’alto livello di spettacolo

Uno dei grattacapi maggiori che Giampiero Ventura dovrà risolvere prima di decidere la formazione che questa sera scenderà in campo contro l’Inter è certamente quale giocatore opporre sulla fascia a Ivan Perisic, esterno nerazzurro che sta vivendo un ottimo periodo di forma.

Il croato, infatti, arriva dal gol messo a segno contro la Roma che stava per decidere il match dell’Olimpico capitolino. Le sue prestazione sono in continuo crescendo, e la sua pericolosità aumenta di partita in partita. Dopo un periodo di assestamento, in cui era già stato bocciato come bidone della campagna acquisti nerazzurra, ora Perisic è diventato offensivamente il pericolo numero uno uno dell’attacco nerazzurro: partendo decentrato sulla sinistra, può infatti creare pericoli sia con il destro sia con il sinistro, accentrandosi per il tiro oppure defilandosi per il cross, garantendo in ogni caso un’ottima accuratezza. Diventa così difficile per un difensore leggere in anticipo le sue intenzioni, il che gli consente di accumulare quel paio di secondi di vantaggio spesso decisivi.

Torino FC v FC Internazionale Milano - Serie A

Dall’altra parte Perisic potrebbe dover affrontare Bruno Peres: tutto dipenderà dal compagno che Ventura sceglierà di affiancare al giocatore carioca. Nel caso scendesse in campo Molinaro, ecco che Peres e Perisic si troverebbero faccia a faccia sulla corsia destra del Toro. Nel caso, invece, giocasse Zappacosta, il duello si riproporrebbe ugualmente, ma a distanza. Inseriti in due moduli che sfruttando molto l’ampiezza (4-2-3-1 per l’Inter, 3-5-2 per il Torino) i due esterni diventano pedine importantissime per lo sviluppo dell’azione da una parte e dall’altra. Il granata, inoltre, dovrà essere abile a curare anche la fase difensiva, talvolta suo tallone d’Achille, mentre il croato è spesso esentato da questo compito, a causa dei diversi equilibri tattici dettati da Mancini. Comunque vada e dovunque siano schierati, Peres e Perisic saranno due elementi importanti per gli equilibri di questo Inter-Torino, un duello da tenere d’occhio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy