Buonanotte granata: un week-end senza Toro, tra sogni, speranze e ingiustizie

Buonanotte granata: un week-end senza Toro, tra sogni, speranze e ingiustizie

Buonanotte granata/ Dopo Palermo e le decisioni curiose su orari e restrizioni alle prossime gare, prepariamoci con grinta per le ultime sfide, e per la settimana importantissima che ci attende

Commenta per primo!

 

A pochi giorni da quella libidine chiamata derby, superato con un po’ di delusione l’ostacolo Palermo, eccoci qui, in un week-end noioso, alle porte di una domenica vuota di Toro, intenti ad aspettare l’arrivo della prossima settimana.

Guardo la classifica, come se fosse una sfera di cristallo, sperando che possa dirmi cosa mi attende la prossima stagione, quali confini potrò sperare di varcare al seguito della mia passione, e ci vedo lì, pronti nel club delle cinque che cercano un posto in Europa. Certo, il match di mercoledì poteva andare diversamente. Gli ultimi minuti della gara hanno tolto il buonumore a molti, me compresa e hanno dato ampiamente adito a teorie interessanti (alcune devo dire piuttosto plausibili) su quelle che possono essere le squadre “predestinate” alla qualificazione. Però, siamo sinceri: il contatto di Maxi Lopez era pericolosissimo e mi chiedo come mai Gervasoni non abbia tirato fuori almeno un paio di cartellini per sanzionarlo (forse ripetendomi questo concetto come un mantra tutte le sere, prima o poi smetterò di mordere il cuscino di notte).

Per una volta, comunque, voglio andare contro corrente e smetterla di rigirarmi tra le lenzuola in preda alla sensazione di essere stata ingiustamente penalizzata. Non è l’atteggiamento giusto, non ora che la concentrazione dev’essere al massimo e chi di noi avrà la possibilità di accedere alle partite dovrà sostenere la squadra per tutti gli altri assenti.

A proposito delle prossime gare, cosa si può dire se non che lo spostamento della gara a mercoledì in orario pomeridiano sia stato un vero e proprio colpo di genio? Come abbiamo visto in questa stagione, ci è capitato più volte di disputare in Europa una gara infrasettimanale con un orario non serale: tutto ciò è palesemente un tentativo di riabituarci ai ritmi che ci aspettano. Vero?

Scherzi a parte, facciamo un momento ombra sulle qualificazioni, sui sogni, le speranze, le ingiustizie e quant’altro…
Lunedì è il 4 maggio. La nostra settimana inizierà con l’abbraccio enorme nel quale soprattutto in questo periodo siamo in grado di riunirci. Celebriamo la nostra storia e la nostra leggenda… il presente e il futuro per un attimo potranno aspettare.

Buonanotte granata…

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy