Buonanotte Toro: emozioni di inizio campionato

Buonanotte Toro: emozioni di inizio campionato

Buonanotte granata/ La prima partita del Toro, tra gli emozionanti ricordi, un po’ di timore e la soddisfazione finale

E’ iniziato così il mio campionato: davanti allo schermo, in posizione yogica e dita appena intrecciate in una sorta di piccola preghiera, ad osservare quel minuto di silenzio, guardando gli occhi tendersi al cielo nel ricordo. Quei pensieri che arrivavano lassù, nel tentativo di raggiungere chi abbiamo perso, con il battito del cuore appeso ai ricordi, e il senso di vicinanza a chi, da lassù, si stava preparando con noi a vedere la partita, in quel Toro Club tra le stelle che ha tante persone che vorremmo ancora qui.

E’ iniziato così il match, con un gol del Frosinone che non mi ha stupito per niente, una micro doccia fredda che mi aspettavo di subire, dalla squadra di mister Stellone, dai questi ragazzi feroci, affamati ed entusiasti, mentre il Toro si sgranchiva un po’le gambe e vedeva il proprio gioco spezzarsi contro l’assedio degli avversari. Un ritmo alto che gli altri non avrebbero saputo tenere per tutta la partita.

Ma i minuti passavano, e il sudore freddo aumentava, mentre la soddisfazione data dal risultato dell’anticipo, lasciava il posto al timore di veder perdere il Toro contro la rabbiosa neopromossa. Ci ha pensato prima lui, Fabio Quagliarella, a raddrizzare la questione, e il giovane talento Daniele Baselli per cui tutti i tifosi hanno già perso la testa: se confermerà nelle prossime prestazioni il buonissimo impatto iniziale, sarà davvero un jolly da giocare. Una partita complicata, risolta in modo più che soddisfacente, anche se con qualche batticuore di troppo. Insomma, un inizio da Toro.

Il campionato quindi è iniziato così, tra emozione e timore, e le azioni di Bruno Peres, il brasiliano che torna a far girare la testa a me e agli avversari, ancora nominato nelle voci di mercato, e che spero rimangano tali.

Sistemo la mia tenuta da Maratona per domani sera, in attesa di lanciarmi tra le braccia di Morfeo, e sento già gli arti pizzicare per l’aspettativa: domani la partita con gli amici viola, match che mi piace sempre molto vivere, ma che in campo si rivela ostico. Difficile, ma non impossibile. Con questo Toro in crescita io mi sto già divertendo, e sono certa che non mi deluderà.

Buonanotte granata….

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ziocane66 - 2 anni fa

    Belle le parole su Don Aldo e sui fratelli che ci hanno lasciato tra cui voglio ricordare anche il mio papà.
    Ma NOI ci divertiamo quando giochiamo a calcio e a Frosinone ci siamo riusciti e quando perdono i gobbi ; tutto il resto è noia: Ciao Cristina e SEMPREESOLOFORZAAAATOROOOOOOOOOO

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy