Buonanotte Toro: per una settimana così ci vuole tutto il tuo cuore!

Buonanotte Toro: per una settimana così ci vuole tutto il tuo cuore!

Buonanotte granata/ Il popolo dal cuore Toro che si stringe attorno ai ragazzi ed esalta ancora di più la squadra: ecco uno degli ingredienti essenziali per iniziare questa settimana così importante

Commenta per primo!

 

E’ molto semplice tenere testa alta e cuore impavido, quando si arriva da una striscia positiva di risultati in campionato e da un’impresa titanica come quella di Bilbao. Molto più complicato invece farlo quando ti sei fatto mettere nel sacco da una squadra come l’Udinese in periodo nero e, pochi giorni dopo, torni da San Pietroburgo con una sconfitta che, diciamolo, nonostante il temutissimo Zenit, si poteva evitare. Ma tant’è, siamo qui alla vigilia del match con la Lazio e l’entusiasmo è a mille. Dimentichiamo per un attimo gli ultimi giorni: certe settimane nascono storte e non le raddrizzi nemmeno con un piccone. Senza scomodare il Toro di Bilbao, una partita come quella contro il Napoli, di gran tenacia, astuzia e un po’di cinismo nell’approfittare dell’uomo giusto (Glik, sempre lui…) al posto giusto, sarebbe una manna dal cielo, in un passaggio così delicato come questo. Perchè l’ambiente, il morale e la direzione che prenderà il match di giovedì, dipendono moltissimo da come si andrà ad affrontare la Lazio domani.

Sul web si incrociano e si rincorrono le iniziative dei tifosi per sostenere la squadra e far sentire loro l’appoggio necessario per affrontare questa settimana così importante, e io, cellulare in mano per leggere i dettagli e testa appoggiata al cuscino, mi riscaldo ancora una volta, con la consapevolezza di quanto sia profondo e grande il cuore di chi, invece di mettere il muso, incrociare le braccia e nascondere nell’armadio bandiere e sciarpe granata, decide di accompagnare i ragazzi allo stadio per un lungo abbraccio di chilometri, di cantare ancora più forte, di sventolare con maggiore intensità i nostri colori… di esserci, ancora più di ieri. Perchè le ingenuità che finisci per pagare care e salate, i cali di concentrazione, sono poca cosa rispetto a quello che la squadra sta dimostrando, per cui una prova di cuore, come quella di domani, ha bisogno di un segno forte di speranza dagli spalti, e di una tifoseria come poche altre sanno essere: presente nella vittoria ed indispensabile nei momenti no.

Quindi ora tocca a tutti, in campo e sugli spalti, resettare quello che è successo (per dimenticare quel doppio cartellino proverò a ricorrere all’ipnosi…). Domani dovremo ripartire da qui: il cuore Toro che da solo può dare la forza e la spinta perchè questa settimana sia diversa, speciale, unica. Quel cuore (e ogni tanto quel batticuore…) che tutti ci invidiano.

Buonanotte granata…

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy