Burdisso 7: rendimento sopra le aspettative ed esperienza da vendere

Burdisso 7: rendimento sopra le aspettative ed esperienza da vendere

Il Pagellone di TN / Arrivato in sordina, da svincolato e ultimo nelle gerarchie, si è conquistato il posto da titolare e non l’ha più lasciato

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Nicolas Burdisso si può considerare come una delle sorprese granata di questo girone di andata del campionato in corso. Arrivato l’ultimo giorno di mercato come giocatore svincolato dal Genoa (QUI i dettagli), si era ritrovato formalmente come ultimo giocatore nelle gerarchie, il quinto difensore centrale da utilizzare in caso di stretta necessità: ma il percorso dell’argentino in granata è andato in maniera ben diversa.

LEGGI – Burdisso: “Torino club ambizioso e dalla grande tradizione”

Dopo un periodo di ambientamento, durante il quale si è allenato con costanza, ha seguito le indicazioni di Mihajlovic e ha ritrovato la forma fisica ideale per giocare 90 minuti, Burdisso si è messo subito a disposizione del mister per cercare di essere utile alla causa granata. E la sua chance si è materializzata il 5 novembre del 2017, quando – l’ormai ex – tecnico serbo ha deciso a sorpresa di schierarlo titolare in una partita tanto delicata come quella contro l’Inter, che in quel periodo era la capolista e il Torino arrivava da prestazioni poco positive. In quel match, Burdisso fu quasi impeccabile: chiusure puntuali, atteggiamento da leader ed esperienza da vendere. Un comportamento che Mihajlovic – come tutti – ha subito notato, e in campionato si è privato soltanto una volta del giocatore dal primo minuto (contro la SPAL, match nel quale ha poi giocato 42 minuti a causa dell’infortunio di Lyanco). In questo modo ha dimostrato di essere un “signor difensore”, probabilmente arrivato troppo tardi al Toro.

LEGGI – Obi e Burdisso fuori per infortunio, Mazzarri: “Credo nulla di grave”

Un Burdisso che ha messo in mostra tutte le sue doti tecniche già viste nella sua carriera: un difensore completo che, nonostante l’età ha garantito una sicurezza importante alla difesa del Torino. Ma, in particolare, il suo rendimento è andato ben oltre le più rosee aspettative di inizio campionato, che lo vedevano impegnato molto meno rispetto alle presenze accumulate fino ad oggi. Anche per la seconda parte di questo campionato, Burdisso potrà essere importante, sia dentro che fuori dal campo. Il suo atteggiamento, infatti, è stato forte anche davanti ai microfoni, in ultima occasione dopo la sconfitta nel derby di Coppa Italia (QUI i dettagli).

 NICOLAS BURDISSO Serie A Coppa Italia
Presenze/minuti 9/717′ 1/90′
Cartellini gialli 3 1
Cartellini rossi 0 0
Gol  0 0
Assist  0 0
Voto 7  –
4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13720890 - 7 mesi fa

    Leader difensivo, con lui e Ansaldi contemporaneamente in campo hai la netta sensazione di un salto di qualità di tutta la squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ciccio76 - 7 mesi fa

    Burdisso e Moretti 2ottimi esempi x i ns giovani, ed in più professionisti seri che si fanno trovare sempre pronti.. in una rosa gente del genere non deve mai mancare poi fai giocare i giovani promettenti ma all’occorenza sei coperto. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maraton - 7 mesi fa

    7 magari no, ma sicuramente è un bel difensore ed esperto. peccato che senta un pò gli anni giocando sovente e non abbia più un grande scatto.
    professionista esemplare venuto a fare il tappabuchi si è ritrovato titolare.
    per me: voto 6.5

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone - 7 mesi fa

    7 mi sembra un po’ eccessivo ma sicuramente è stata una piacevole conferma (vista la sua enorme esperienza)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy