Cairo: “Belotti? Mai avuto paura di perderlo. Miha mi ha ringraziato per il mercato”

Cairo: “Belotti? Mai avuto paura di perderlo. Miha mi ha ringraziato per il mercato”

Le parole / Il presidente del Torino ha rilasciato un’intervista nel quale ha parlato a tutto tondo: “Avevamo molte richieste, ma abbiamo tenuto praticamente tutti”

ANNIVERSARIO

cairo filadelfia

12 anni di presidenza: oggi Urbano Cairo festeggia questo traguard0, e per l’occasione ha rilasciato un’intervista a Radio Sportiva, nella quale ha raccontato diversi aneddoti, non risparmiando le parole sul calciomercato e ovviamente sulla punta di diamante di questo Torino, Andrea Belotti. Ecco le parole del Presidente Cairo:

Il nuovo Filadelfia è un punto bellissimo di questa presidenza, non solo grazie a noi però, ma anche con l’aiuto e la volontà del Comune, della Regione e dell’appoggio dei tifosi. Era un obiettivo silenzioso della mia presidenza. Dodici anni sono lunghi, con tanti momenti positivi e tante emozioni: ad esempio, il mio primo anno di presidenza e la cavalcata lunghissima con la finale allo stadio Delle Alpi davanti a 60mila persone battendo il Mantova 3-1 ottenendo l’accesso in Serie A. Poi qualche anno difficile e dal 2011 abbiamo ripreso a crescere come società, squadra, rosa e vivaio stesso per poi conquistare l’accesso in Europa League, e vincere al San Mames. Tanti giocatori giovani che abbiamo dato e stiamo dando alla Nazionale e penso a stasera in particolare a Belotti e Immobile. Oggi mi sono voluto divertire rileggendo la mia agenda del 2005 dal 12 agosto quando incontrai Chiamparino al 2 di settembre quando potemmo annunciare l’acquisto. Rileggere quei 20 giorni mi ha molto emozionato.

Il Presidente ha continuato: “Sono state giornate incredibili che finivano regolarmente alle 4-5 del mattino. Una cosa incredibile e con un pubblico e un popolo granata che mi ha sostenuto fin da subito e incitato a prendere il Toro e questo mi ha dato molta forza. Mia mamma è stata una grande sostenitrice di questo progetto. Da grande tifosa del Torino mi ha sostenuto tantissimo, un evento, considerato che era una donna molto prudente, ma per il Toro ha perso ogni prudenza.

29 commenti

29 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. alètoro - 3 mesi fa

    Dopo un lungo rodaggio durato circa 12 anni mi attendo dal Presidente Cairo un reale salto di qualità nella gestione della Società ossia nella sostanza quei graduali investimenti finanziari che permettano alla squadra granata l’effettiva crescita sotto l’aspetto tecnico e pertanto di uscire dal grigio torpore di metà classifica e quindi essere in grado di perseguire concreti ambiziosi traguardi sportivi.
    Oggettivamente la sua gestione è stata caratterizzata da una grande attenzione e oculatezza rivolta in particolare alle note e molteplici plusvalenze finanziarie, le quali anche nella recente sessione estiva di mercato hanno fruttato al TORINO F.c. un complessivo saldo attivo di oltre € 54 milioni.
    Purtroppo ad oggi a questi importanti ricavi sotto l’aspetto finanziario non sono seguiti in misura davvero adeguata solidi investimenti che garantissero una concreta programmazione atta a fare effettuare alla squadra granata un reale salto di qualità sotto l’aspetto tecnico. Questo fatto è documentato a titolo esemplificativo anche dalle operazioni effettuate dal TORINO F.c. durante l’ultimo di giorno della sessione estiva di mercato. Infatti l’operazione in entrata di Niang dal costo globale di circa 15 milioni è stata effettuata soltanto nel momento in cui è stata realizzata dalla Società l’importante plusvalenza finanziaria causata dalla cessione di Zappacosta al Chelsea, la quale frutta alla Società un incasso globale di circa 28 milioni.
    Pertanto ad oggi è assolutamente oggettivo e quindi evidente agli occhi di tutti i tifosi del TORO che Cairo investe soltanto quando ha la certezza di aver realizzato una importante plusvalenza finanziaria. Durante la sua gestione cito le importanti plusvalenze finanziarie realizzate in ordine cronologico con la cessioni dei calciatori più forti sotto l’aspetto tecnico quali Ogbonna, Immobile, Cerci, Darmian, Bruno Peres. Glik , Maksimovic, Zappacosta …
    Negli investimenti finanziari egli ha dimostrato il “braccino corto”, tipico di colui che amministra con il classico bilancino e non certamente anche con il cuore.
    Infatti ricordo al Presidente Cairo che la gestione attenta e oculata di una Società professionistica di calcio è un dato positivo ma personalmente ritengo che il calcio non è un azienda come tutte le altre in genere e pertanto tutti i tifosi in genere delle squadre di calcio si augurano che il proprio Presidente ci metta anche un po’ di cuore e pertanto sia disposto anche a rischiare una parte anche del patrimonio personale in modo tale che la Società di cui è proprietario cresca e quindi in particolare la squadra del cuore realizzi importanti successi sportivi.
    Purtroppo in 12 anni di Presidenza di Cairo questo fatto non è accaduto e pe questo motivo anche per la Campagna Abbonamenti in corso, credo, che anche al termine della stessa il consuntivo globale di abbonati si aggirerà intorno alla qu0ta di circa 10/11000 spettatori fedelissimi, i quali acquistano la tessera allo stadio a prescindere dalle proprietà e dalle rispettiva gestioni del Club.
    Questi abbonati sono gli unici autentici tifosi del TORO.
    Personalmente provo sincera ammirazione nei loro confronti.
    Personalmente invece ho vissuto un percorso differente da tifoso del TORO dall’età adolescenziale sino ad oggi.
    Durante il corso dei decenni e quindi delle varie proprietà della Società che nel tempo sono succedute ho puntualmente constatato la tendenza generale della Società ad attuare la gestione amministrativa rivolta e funzionale in particolare modo alla sistematica realizzazione delle citate plusvalenze finanziari mettendo sempre e comunque in secondo piano la programmazione che determina un reale potenziamento della squadra sotto l’aspetto tecnico. A quel punto, deluso e frustrato, è subentrato “lo scazzo” autentico che mi ha indotto alla costante diserzione dello stadio e quindi in alternativa la decisione personale di assistere alle partite del TORO soltanto in diretta pay-tv.
    Ho la sensazione che, sebbene in forme e modalità differenti, quanto è accaduto a me personalmente sia comune ad altri tifosi del TORO e tutto questo, ripeto, è accaduto lentamente e gradualmente a causa di una Società mai realmente all’altezza della passione dei tifosi del TORO.
    Al Presidente Cairo e alla Società TORINO F.c. ricordo e sottolineo che ai tifosi in genere non interessa assolutamente il conseguito Premio del “Fair Play finanziario” quale riconoscimento, tanto celebrato dalla Società sul proprio Sito Ufficiale, ma piuttosto esclusivamente la qualità tecnica del gioco espresso dalla squadra e quindi i risultati sportivi conseguiti dalla stessa.
    Il tesoretto di saldo attivo di oltre 54 milioni certificato dal recente mercato estivo che rimane nelle casse della Società senza che si verifichi, a mio parere personale, un adeguato parziale ma consistente reinvestimento dello stesso per incrementare con maggiore incisività il tasso tecnico della squadra agli occhi di tutti i tifosi del TORO non rappresenta una grande nota di merito ma semplicemente la consapevolezza che non si ripete fortunatamente la sciagurata gestione societaria della buonanima di Cimminelli, la cui incompetente e improvvisata opera causò il fallimento della Società A.C. TORINO durante l’estate 2005, sulle cui macerie a costo zero è nato il TORINO F.c. di Urbano Cairo.
    Per il bene esclusivo del TORO comunque Le faccio gli auguri più sinceri, Presidente Cairo, e mi auguro vivamente che Lei faccia in modo durante il proseguo della sua guida del TORINO F.c. che a numerosi tifosi granata,come il sottoscritto, dell’amato TORO finalmente sia restituito dalla Società stessa l’entusiasmo necessario per sconfiggere la cocente delusione per questa passione tradita e quindi di conseguenza si voglia tornare sugli spalti dello stadio ad urlare sempre e soltanto:
    Alè TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 3 mesi fa

      Bel commento, argomentato con garbo e senza astio.
      Sottoponi una critica più che accettabile ed in parte condivisibile , quanti di noi pensano allo stesso modo?
      Ma, forse peccando di ottimismo ( i numeri non mi interessano granché) mi pare che il vento stia un po’ cambiando, nel senso che La Rosa quest’anno e sicuramente competitiva e che per me sicuramente punteremo alla zona alta, la zona coppe entro il 6 posto.
      Poi vedrai che molti che gradatamente si sono allontanati torneranno allo stadio e di corsa.
      Poi diciamocela tutta, chissenefrega se il Presidente non è un Tifoso del Toro, peggio per lui.
      L’importante è che pian piano ci riporti in alto, senza commettere errori gestionali come fece Borsano, che ci fece si sognare , ma poi il sogno divenne incubo.
      Ciao e Forza Toro sempre!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

        Quoto Alberto!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alberto Fava - 3 mesi fa

          Grazie Fratello :-)
          FVCG e sempre ….. Juve merda !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

            Che si vinca o che si perda forza TORO giuve merda.

            Mi piace Non mi piace
    2. crclaudio6_126 - 3 mesi fa

      Caro AlèToro, capisco il tuo pensiero, però vorrei sottolineare come il calcio sia cosi cambiato dai tempi di Pianelli che anche volendo, un presidente a meno che non sia uno dei 20-30 immensamente ricchi sulla terra tale da potersi permettere uscite da 200-300 Ml senza batter ciglio tipo sceicco o petroliere russo, non possa cambiare una società pur rischiando del suo patrimonio, tu citi cifre che credo deduci dai titoli dei giornali, non credo che l’attivo del Torino FC sia di 54 Ml, vorrei vedere il bilancio del prossimo anno per capire meglio, ma comunque quanto credi possa essere il patrimonio personale di Cairo ? se anche rischiasse 30-40 Ml dei suoi (non credo possa oggettivamente andare oltre)cosa cambierebbe? xche lo potrebbe fare una sola volta non e’ che ogni anno puo’ (lui come praticamente tutti i presidenti di serie A) mettere certe cifre, non le ha !
      Allora hai idea dei costi anche solo di gestione del Torino FC? sai quanti dipendenti ha? sai cosa costa una stagione per una squadra di questo livello? (che so’ fai solo il conto dei voli privati per le trasferte, che pensi vanno in pulman? il pulman va con l’autista vuoto e serve solo nel tragitto aereoporto-albergo,albergo-campo) hai fatto i conti dei costi ingaggi e tasse per ogni giocatore? perche se vuoi la squadra di livello allora parliamo di ingaggi da 1, 1,5 Ml in su, per 25 con picchi da 4-5 Ml, cosi conto della serva parliamo di circa 100 Ml anno solo ingaggi+tasse. Credi che non ci siano costi per mantenere il Fila ?
      Palestre, professionisti nelle varie figure, non so’ dire le cifre per la gestione ordinaria, ma sono certo che il costo del “cartellino” alla fine sia il problema minore, certo puoi spendere 20-30 Ml per 1-2 giocatori importanti ma poi van mantenuti e senza una gestione aziendale di tutto rispetto e’ impossibile mantenere il tutto in piedi, certo ripeto a meno che ogni fine anno il presidente non stacchi l’assegno a 8 zeri, ma quinti possono, non ce la faceva più neanche berlusconi, guarda quanto hanno durato i della valle ( e non e’ che poi la viola abbia fatto chissa che, 2 volte in piu du noi l’EL?, forse 3) quindi riflettiamo bene, ad oggi questo calcio e’ cosi, 10-12 club in europa che vincono sempre (in totale dico, la ripartizione per nazioni fatela voi) un gruppo di club che sono subito dietro e che magari un anno incredibile gli capiat ogni 10 anni, poi quelle che sopravvivono, chi serenamente chi con affanno, guardando le cifre annue necessarie per stare nel I gruppo direi che l’obbiettivo massimo e’ entrare ne secondo e ad oggi credo che ci siamo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

        Hai pienamente ragione…
        I tifosi dovrebbero fare solo una cosa ABBONARSI e tifare! Spingere i ragazzi oltre i propri limiti, non lasciare un solo seggiolino libero per i tifosi avversari.
        Lo stadio deve essere una bolgia sempre!!!
        Pupi in una intervista diceva..”non ho bisogno di vedere la porta…lo sento dalle urla della maratona”
        Dobbiamo diventare come l’Atletico Madrid.
        Ho avuto la fortuna di vedere qualche o partita al V.Calderon, tra squadra, allenatore (Simeone è bravissimo in questo), Spettatori so verifica una sinergia incredibile sono una sola mano chiusa per tirare un pugno all’avversario.
        Sogno quel modello.
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alberto Fava - 3 mesi fa

          A chi lo dici!
          Quoto completamente, poi fatte le debite proporzioni, Mihailovic e il Choko hanno carattere da vendere entrambi.
          Ovviamente oggi per me Simeone e il migliore allenatore di club al mondo.
          Non c’è ne Guardila o Mourinho che tenfano.
          Sarebbe bello davvero diventare come loro, in toto.
          Ma penso che siamo sulla strada buona.
          FVCG e merda Juve sempre !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Alberto Fava - 3 mesi fa

            Tengano…. sorry

            Mi piace Non mi piace
          2. Alberto Fava - 3 mesi fa

            Il Cholo … :-( cazzo agli okkiali sbagliati !

            Mi piace Non mi piace
  2. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

    Devo dire che l affermazione secondo cui con la cessione di zappa si sono sentiti più tranquilli mi ha fatto ridere…ma va bene dai…Il presidente ha sempre avuto un umorismo brillante. Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Andrea Valentino - 3 mesi fa

    Se fosse solo un po’ più umile farebbe più bella figura sia lui che il Toro…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

      Vale pure per te Valentino.
      Un po’ più di umiltà non guasterebbe nei tuoi post contro la nostra Società.
      Più stadio e molta meno tastiera
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 3 mesi fa

        Giusto @BACIGALUPO1967, umiltà e una parola grossa, tutti siamo dei fenomeni a richiederla agli altri.
        Ti quoto 100%.
        Anche perché tutti i altri presidenti della serie A sono dell’ordine dei carmelitani scalzi, ovviamente quelli delle altre squadre…..
        Giustissimo anche l’invito ad andare allo stadio, ed aggiungo ” cari Tifosi, iscrivetevi ad un TC, così potrete vivere meglio il reale e meno il virtuale”.
        Ciao FVCG e sempre Juve merda!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alberto Fava - 3 mesi fa

          Gli altri sorry

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

          È già la seconda volta che concordi co me… mi devo preoccupare io o ti devi preoccupare tu?
          Un abbraccio fratello di tifo!
          Mi permetto di dirti fratello perché “non ho cugini”
          Fvcg

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Alberto Fava - 3 mesi fa

            Merda ai “cugini”.
            Preoccupati, preoccupati ! :-)
            Ciao FVCG

            Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 3 mesi fa

      Beh sicuramente nom evideno le cazzate che fa nella stessa misura delle cose ben fatte. Questo è un fatto. Poi possiamo mettere la testa sotto la sabbia e fare finta di nulla

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 mesi fa

        Evidenzia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. CUORE GRANATA 44 - 3 mesi fa

    In un post sul tema “voto al mercato” ho votato 7+1. 7 perché ritengo che gli innesti apportati migliorino il telaio della squadra e la cessione di Zappa non sia così determinante come sostenuto da altri “fratelli” 1 per la conferma di Belotti, il ns migliore “acquisto”. Ritengo quindi che tolte Napoli, Roma, le due milanesi e quelli di Venaria, possiamo giocarcela per un posto in EL con Lazio, Viola e “ciclisti”FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. abatta68 - 3 mesi fa

    La storia della presidenza Cairo ė divisa in due parti, una molto travagliata dopo i buoni auspici iniziali è una decisamente migliore, con il progetto di ventura è l arrivo di buoni giocatori. Ora aspettiamo la fase 3, quella che possa stabilizzare questa società costantemente in zona Europa, con una squadra potenzialmente in grado di fare almeno 65 punti, non di meno. Questi devono essere i parametri di valutazione che la dirigenza deve assumere da qui in avanti, non ė più possibile pensare di puntare al “record di 58 punti dell’ era Cairo”… Dobbiamo pensare a tornare competitivi con la storia del toro, non con quella di Cairo…. Questo il presidente egocentrico se lo deve stampare in testa, altrimenti torneremo ad essere la Cairese dei primi anni! Comunque quest’ anno la società ha lavorato molto meglio, anche rispetto alla scorsa stagione… Io sono fiducioso! Forza toro!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rogerfederer - 3 mesi fa

    Ed ora tocca ai tifosi riempire lo stadio porca paletta!il tempo dei maicuntent leoni da tastiera e gobbi e’ scaduto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. maraton - 3 mesi fa

    sig. Presidente,
    grazie di tutto e in special modo di questa campagna acquisti. ora visto che i soldini ci sono ed imprenditorialmente non sei secondo a nessuno in italia, ti supplico di impegnarne un pò per uno stadio di proprietà, il robaldo ed il fila, magari comprandolo. allora si che faremmo un deciso salto di qualità che alla lunga avrebbe ripercussioni anche sulla gestione sportiva, nonchè rendere il TORO una società proprietaria di stadio e centro sportivo.
    N.B.:spero che il sig. cairo possa leggere questa letterina, perchè in fondo noi tifosi del TORO non chiediamo la champions, ma solo il rispetto delle nostre origini e della nostra storia, oltre ad avere una squadra all’altezza e che in campo ci mette il cuore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilcap78 - 3 mesi fa

      non chiediamo la champions…ma anche si..il rispetto della storia dovrebbe essere normale.. i risultati invece la storia la fanno, e noi su quello viviamo di ricordi da troppo tempo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PadovaGranata_dal73 - 3 mesi fa

        Esatto #ilcap78. La strada é tracciata, ed é a salire. Sono certo che in pochi anni arriveremo in Champions. Niente da invidiare al Napoli o alla Roma. Forse gli abbonamenti…. ma arriveranno anche quelli. Con i risultati. FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

          Gli abbonamenti….
          Ne abbiamo meno della Sampdoria…tutto detto!!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. abatta68 - 3 mesi fa

            Gli abbonamenti contano poco…se giochi bene la gente allo stadio viene…. Conviene molto di più vendere biglietti che ti permettono di incassare il doppio. Poi basta fare una stagione da EL e la gente poi si abbona

            Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

      Letto e sottoscritto!

      Il modello deve essere quello dell’Atletico Madrid.

      Fvcg

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Alberto Fava - 3 mesi fa

      Mi associo al commento del Fratello @maraton.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy