Torino, Cairo: “Soddisfatto per buona parte ma abbiamo perso troppi punti”. E sul mercato…

Torino, Cairo: “Soddisfatto per buona parte ma abbiamo perso troppi punti”. E sul mercato…

Il presidente granata a Radio Rai

di Marco De Rito, @marcoderito

MAZZOLA-DAY

WhatsApp Image 2019-01-26 at 16.51.09

A Radio Rai, il presidente Urbano Cairo rilascia un’intervista. Il patron granata inizia parlando della giornata di ieri al Filadelfia, dove si sono commemorati i 100 anni di Valentino Mazzola: “Giornata emozionante: abbiamo ricordato un grande campione, un grande uomo e un campione della Nazionale italiana, che morì tragicamente a Superga a soli 30 anni ma la cosa davvero incredibile è che 70 anni dopo dal tragico avviamento, quando invece in questi 100 anni il mondo è totalmente cambiato, il fatto che ci fossero ancora 3-4 mila persone al Filadelfia a ricordarlo e a testimoniare un affetto verso di lui, la sua famiglia, Sandro Mazzola e il suo bis-nipote Valentino è una cosa bellissima che dà la dimensione sul fatto che Valentino Mazzola è stato veramente un grandissimo. Poi le storie su di lui, gli aneddoti sono fantastici. Ad esempio quando si tirava su le maniche e chiedeva al trombettiere del Filadelfia di suonare la tromba per il 15′ granata che succedeva di tutto. Ma non succedeva solo al Fila, anche in trasferta come quando con la Lazio si perdeva 3-0 e alla fine si vinse 3-4. Era un grande calciatore e un grande capitano, come è bello averne anche oggi ma è molto difficile trovarne”.

Su Sandro Mazzola, l’imprenditore alessandrino si esprime così: “Sento che lui, e gliel’ho detto,  in questi 13 anni di mia presidenza, si sta avvicinando sempre più al Torino, è una cosa che ho sentito forte e mi ha fatto molto piacere. Per quanto riguarda il ragazzo, Valentino, quando lo accompagnavo dentro al campo insieme a Paolo Pulici, sentivo che era emozionato e, infatti, gli abbiamo detto: ‘divertiti, non sentire alcun peso’. E’ stato un bel momento accompagnare nel campo del Filadelfia un Valentino Mazzola”.

46 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13814870 - 2 mesi fa

    ragione Totale a cosa scrive….Zen…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. giacki - 2 mesi fa

    Sono talmente sfinito che mi va bene pure zamparini con fassone-mirabelli!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. marcohelg_385 - 2 mesi fa

    sto guardando la classifica s perdiamo,domenica scontro diretto con la spal! vergogna squadra e societa’ di polli!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 2 mesi fa

      strano ..non abbiamo perso. per una volta puoi provare un sentimento diverso dalla vergogna. ammesso tu ci riesca…
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. giacki - 2 mesi fa

    A Cairo il Toro porta visibilità e plusvalenze punto e basta per lui i risultati sportivi non contano e infatti ha scelto mazzarri che però fa calare il valore di Belotti che è l’unico facendo 20 gol a garantirgli un bel pacco di milioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13967438 - 2 mesi fa

    Se la canta e se la suona… oh, contento lui, mister aspiro a chiacchiere allo scudetto (del bilancio) ma in concreto il sedicesimo posto va benissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. policano1967 - 2 mesi fa

    si contraddice da solo urbano.e contento o quasi del campionato in corso e poi sbatte lo sportello della macchina dopo l eliminazione della coppa italia.nn ha senso propio.quale speranze nutriva in coppa se tutte le grandi son li a giocarsela ed era proibitivo immaginare il toro continuare la corsa.se lui e contento del 12 posto cosa vogliamo aggiungere di piu.questo vale la squadra e questo abbiamo.finche e lui il presidente ci dobbiamo accontentare di cio che ci offre.la cosa positiva e che stiamo stabilmente a meta classifica e difficilmente retrocederemo.per ambire a qualcosa di piu bisogna solo augurarsi che cairo si stanchi e passi la mano ad uno piu facoltoso e magari piu ambizioso di lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Seagull'59 - 2 mesi fa

    Caro Cairo, forse, stai iniziando a capire che non fai solo parte della storia ma della Leggenda del calcio. Quando ti saranno chiare le immense potenzialità del marchio Torino FC, spero ti deciderai a crederci e a circondarti di professionisti capaci: sperando non sia però troppo tardi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. policano1967 - 2 mesi fa

      amico seagull cairo e un grande imprenditore che nn si combacia con la storia granata.ha trovato il modo di far combaciare bilancio e serie a senza metterci un soldo suo.questo e un grande merito da parte sua.la storia per lui restera sempre storia e aspettarsi con lui un cambio di tendenza e pura utopia.nn lo amo ma nemmeno lo odio.mi so abituato al toro di cairo ovvero squadra senza infamia e senza lode.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Torello62 - 2 mesi fa

    Vedendo L’Atalanta giocare mi viene da ridere fare il paragone tra Gasperini che qualcuno contesta per il passato nelle merde ma grande allenatore e il nostro con idee di 20 anni fa oramai superato però non avendo passati con i rigatini mai contestato abbiamo atteggiamenti tafazziani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

      Qualcuno che ora con grande enfasi su queste colonne e su quelle della direttora incensa Gasperini…. Quando se ne ventilava l’ingaggio….l’epiteto più educato fu gaspagobbo… Salvo poi salutare come un messia Sinisa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. policano1967 - 2 mesi fa

      torello l atalanta e una squadra ben strutturata sia come societa che giocatori.ha un certo sartori come ds e gia a chievo dimostro la sua bravura nel pescare ottimi giocatori.un bravo allenatore e la societa ha trovato la sua giusta dimensione.noi abbiamo petrachi…e ho detto tutto.mettici al suo fianco mazzarri ed il gioco e fatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ProfondoGranata - 2 mesi fa

    Grande. Non si può non essere d’accordo. Vedere il Toro scendere in campo scalda sempre il cuore.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13973712 - 2 mesi fa

    apprezzo e ammiro l’amico zen per l’analisi lucida e spietata. Però i tifosi del Toro non chiedono successi rubati come quelli degli innominabili ladri, chiedono solo un po’ di coerenza granata (valorizzare i giovani ex primavera, aprire il Fila, dare spazio a icone granata come Pupi, coinvolgere i giovanissimi tifosi ecc..). poche cose che Cairo puntualmente non ha fatto in questi 14 anni; tranne aprire il Fila

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. robertozanabon_821 - 2 mesi fa

    Mi scappa da ridere. Ma chi è che ti ha chiesto di “prendere per prendere”??? Prendi chi serve per migliorare!!! Ho capito che consideri i tifosi come un “peso insopportabile”, ma a tutto c’è un limite. Cairo, sei lontano anni luce dalla realtà e dall’amore per questa maglia. Parli come un estraneo e a questo punto sono convinto che tu lo sia. La nostra Leggenda non è un “orpello” per farti trastullare, usandolo per i tuoi affari, con esso. Al contrario di te, noi meritiamo rispetto. Game Over.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ardi - 2 mesi fa

    Vedere l Atalanta giocare tutta la partita in attacco prendere tre gol e recuperarli annichilendo la Roma è una cosa che mi manca tremendamente nel toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 2 mesi fa

      Eh già.
      Noi pensiamo a non prenderle

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Ardi - 2 mesi fa

    Tutte le altre hanno vinto è vero che i rigori agli altri li regalano, vedi Sampdoria addirittura die, e a noi non danno i sacrosanti ultimo con la Roma

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-13693832 - 2 mesi fa

    ma quando quest’uomo smetterà di prenderci per il culo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. zen - 2 mesi fa

    Cari tutti, voglio ricordare una cosa banale che però molti di coloro che scrivono in questo forum sembrano dimenticare. Ovvero: non siamo in presenza di un campionato di calcio come si poteva intendere fino a, diciamo, una trentina di anni fa. Siamo in presenza di un torneo in cui i primi 5/6 posti finali sono da decenni occupati dalle solite 6 squadre (le due milanesi, le due romane, il Napoli e la seconda squadra di Torino) e che da 7 anni, e con questo faranno 8, vede sempre lo stesso vincitore e sempre nel solito modo noioso. L’unico piazzamento che in rarissimi casi fa eccezione è il sesto posto. Siamo quindi in presenza di uno sport in cui il maggiore torneo, la serie A, ha il copione già scritto fin dall’inizio, anno dopo anno. Zero possibilità alternative, zero emozioni. E perché è così? E’ così principalmente perché le 6 società di cui sopra, in modo più o meno corretto, manipolano una quantità di denaro molto superiore a quella delle restanti società. Abbiamo di fronte quindi due, anzi tre campionati paralleli. Il primo campionato lo gioca una squadra da sola. Lo gioca, non avendo avversari all’altezza, sfidando se stessa e i propri asettici record. Il secondo campionato lo giocano altre 5 squadre e riguarda i piazzamenti in champions e in europa league. Il terzo lo giocano le altre squadre e consiste nel non retrocedere o nel tentare disperatamente di agguantare il sesto posto. Il Torino, la società più poetica e magica d’Italia, gioca questo terzo campionato. Quando il Torino incontra una delle 6 squadre di cui sopra si sta giocando un incontro tra campionati diversi. Un campionato dove tutti, o quasi tutti, possano competere, non esiste più da decenni e probabilmente non esisterà più. In un brutto sistema di questo tipo quale dev’essere l’ambizione di una società come quella del Torino? Competere in questo tipo di sistema? E per arrivare a competere cosa dovrebbe fare? Trasformarsi. Trovare quattrini a palate. Tanti, tanti, tantissimi quattrini. Contribuire a gonfiare ancora di più questo sistema bulimico, indecente, vergognoso. Certo, poi arriverebbero i piazzamenti, i trofei, le medaglie, la gloria! Ma quale gloria? Io in questo calcio non voglio vincere. In questo calcio non si deve ambire a vincere. Questo calcio fa schifo. Io non voglio che il Torino diventi come la seconda squadra di Torino, e neppure come una delle romane, per essere chiaro. Mafia. Merda. Qualcuno vorrebbe che si diventasse come la Fiorentina o l’Atalanta. Sì, va bene. Ma non è questo il punto. Non mi interessa. Per me il calcio è morto. Lo hanno ucciso anni fa. Le vittorie di questi ultimi anni sono le vittorie dei morti. E allora? Cosa fare? Tribolare tutti gli anni come un cane affamato dietro l’ossicino del sesto posto? Sognare di giocare qualche partita in europa league? Cercare (sigh…) di fare meglio dell’Atalanta, della Sampdoria, della Fiorentina? Vincere ogni tanto un derby contro i ladri marziani? Sì e no. Non è quello il problema. Signori, una buona volta: chi se ne frega? Chi se ne frega? Chi sceglie di vivere da nevrotico, ossessionato e frustrato a vita, è un imbecille. La felicità di un tifoso del Torino non sta né nel domani né nel rimpianto di un passato che non c’è più, è lì a portata di mano. C’è già. I titoli, i trofei, i record, ma cosa? Quali? Di chi? Dei cinesi? Degli Agnelli? Degli arabi? Di chi? Ma chi se ne frega? Calciopoli, monopoli, arbitropoli, paperopoli, ma chi se ne frega? Ma che se ne vadano tutti a fare in culo, per usare un francesismo. Il calcio, in quanto sport a cui tutti possono partecipare, a questo livello è finito, morto e sepolto. Sapete cosa si fa? Si fa che le 6 società di cui sopra, che messe tutte assieme non valgono un centesimo della magia del Torino Calcio, se la cantano e se la suonano per conto loro. Chi se ne frega? Cari tifosi guardate molto meno la classifica. La classifica è quella di un torneo che non c’è più. E’ un torneo finto, fasullo, utile solo ad arricchire un patetico mondo di finanzieri, procuratori, calciatori viziati, quotidiani scadenti, giornalisti che poveracci non sanno più cosa inventarsi per mitigare la noia del pubblico. La noia. Ecco cosa c’è . C’è la noia. Non siamo costretti né alla noia né alla frustrazione. Il campionato è morto e sepolto, questo e i prossimi. Noi abbiamo scelto il Torino, la poesia, la magia. Noi guardiamo le partite, una palla che rotola e undici maglie nobili e gloriose. Chi va allo stadio canta e chiede ai giocatori di metterci il cuore. Guarda le casacche granate e quando vede il sudore, la passione, l’impegno, ha risolto il problema. Il problema non c’è. Il problema, caso mai ci fosse stato, è risolto. Noi abbiamo un privilegio che i tifosi delle altre squadre, con tutto il rispetto, se lo sognano. Il Torino può vincere un campionato ogni anno oppure ogni trecento anni, non cambia niente. E’ la squadra più figa d’Italia, e una delle più fighe al mondo. I ladri marziani, con i loro record del cazzo, al confronto sono il nulla cosmico. Quindi il tifoso del Torino critichi pure il presidente di turno, l’allenatore di turno, i giocatori quando sono svogliati. Quello sì, per carità. Ma non si dimentichi la bellezza, la fortuna che possiede e che nessuno gli può togliere. FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 2 mesi fa

      E meno male che questo campionato e’ cosi’ scarso, altrimenti con questi due incompetenti saremmo gia’ in B da un pezzo. Prima o poi i vari frosinone, verona etc finiranno.. e la Cairese purtroppo sara’ li’ a prendere il loro posto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 2 mesi fa

      Dall’anno successivo alla nostra ultima partecipazione alla EL questo è il risultato delle milanesi:
      2014/15 inter 8^ Milan 10°
      15/16 Inter 4^ Milan 7°
      16/17 Milan 6° Inter 7^

      Come vedi le milanesi non hanno sempre occupato i primi 6 posti ciononostante noi non siamo mai più riusciti ad inserirsi nella lotta x l’el nonostante vi fosse la possibilità!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. fabrizio - 2 mesi fa

    Bravo presidente. C’e’ da essere orgogliosi di avere, ad oggi, 4 punti meno delle neopromossa parma che ci ha pure sconfitto in casa.
    A gennaio chi ha i giocatori buoni l tienem, mentre in estate te li regala vero? cosi’ puoi comprare campioni come Soriano per puntare a vicnere qualche derby magari…
    Abbia almeno la decenza di stare zitto. Si fa piu’ bella figura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lighthouse - 2 mesi fa

      Ad oggi Parma 28, Torino 27. Torino una partita in meno. Va bene la critica ma occhio che certe volte si cade nel ridicolo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Lighthouse - 2 mesi fa

        Per essere precisi ad oggi Torino 30, Parma 28. Se la matematica non mi inganna siamo noi a +2!!!! Forza Toro sempre!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Simone - 2 mesi fa

    “quando arrivano ci vuole anche un mese per farli entrare in forma e dopo poco il campionato finisce”
    In effetti Muriel ci ha messo molto ad entrare in forma.
    Ma xké dobbiamo ascoltare sempre queste puttanate?!?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 2 mesi fa

      Gabbiadini ci ha messo 17′ a segnare..
      I giocatori forti che paghi quanto valgono entrano e giocano bene subito. basta voler investire..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 2 mesi fa

        Ha fatto come zaza in 18 presenze

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Ardi - 2 mesi fa

    Come si fa a dire di essere soddisfatto e soprattutto che mazzarri sa far rendere al meglio i giocatori quando sono tutti spaesati e fuori ruolo da metacampo in su. Pinocchio era più sincero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. user-14165209 - 2 mesi fa

    fottiti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. ACT1906 - 2 mesi fa

    Hahahahah ma perché non la smetti con questo squallido teatrino assieme alle tue marionette…. Comi anello di congiunzione…. Che insegna i valori… L unico UOMO che può fare questo si chiama PAOLO PULICI… Ma appunto essendo UOMO per ovvi motivi non accetterà mai…. Grandissimo nell intervista di ieri riferendosi alla società… Questi di adesso… Tutto detto non serve aggiungere altro
    FORZA TORO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. ebarberis197_2957130 - 2 mesi fa

    Dodicesimo posto e lui è soddisfatto…GAME OVER

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. RDS - 2 mesi fa

    Sei un clown tu e chi ancora crede in te.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Marchese del Grillo - 2 mesi fa

    Io ho una sola, immensa, certezza, purtroppo: che di questo non ci libereremo tanto presto. Forse farà prima a liberarsi lui di noi, il che equivale ad una sorta di testamento definitivo del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lighthouse - 2 mesi fa

      Io ho una sola, immensa certezza. Se qualcuno si presenta con i soldi in contanti tra i denti Cairo vende subito. Poi visto che quando, al tempo del fallimento, il Toro lo regalavano nessuno si è fatto avanti dubito che adesso ci sia la fila per comprarlo. È vero con Cairo sarà difficile andare oltre l’ottavo/decimo posto ma questo offre il mercato. Invece di sprecare tante energie ad insultarlo utilizzatele per trovare un facoltoso nuovo presidente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 2 mesi fa

        dubito, altrimenti avrebbe gia’ messo in vendita….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Oni - 2 mesi fa

    Basta parlare e poi sei soddisfatto di che guarda che oggi siamo 12esimi e rimarremo fino alla fine quindi datti una svegliata o stai zitto i guardati le altre partite di Samp Parma fiorentina Atalanta Sassuolo quelle si che sanno darti soddisfazioni noi siamo una povera squadra paragonabile ad un Bologna o spal

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. user-14057417 - 2 mesi fa

    Cairo sei un venditore di fumo se non rilasci interviste fai più figura. ha 13 anni che sei a Torino e lo spartito è sempre quello ormai noi viviamo solo del nostro glorioso passato. vai a cagare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. user-13997937 - 2 mesi fa

    ” la maglietta granata” , maglietta la chiama,; fa il pari con “Luigi Radice”, Cairo sei la cosa più lontana dal granata che potesse capitarci!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. ddavide69 - 2 mesi fa

    Ladri di sogni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Giankjc - 2 mesi fa

    Tu sarai ricordato come il venditore di seggiolini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. michelebrillada@gmail.com - 2 mesi fa

      ma i suoi 1000 seggiolino promessi (come lo stadio ,come il filadelfia,come il robaldo )li ha poi comperati e soprattutto pagati?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. BIOFA70 - 2 mesi fa

    Tutto bello tutto giusto…ma le nostre emozioni da anni sono relegate al Nostro Glorioso Passato…per il presente e il futuro solo mediocrità…grazie cairo di tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Marco59 - 2 mesi fa

    Riporto, per dovere di cronaca:

    nenaobert_7989028

    Oltre a quanto scritto da Marco59, tutto condivisibile, mi permetto di aggiungere:
    ti ricordo, caro presidente dal p minuscola, che a Milano non hai voluto si scrivesse sulla targa del giardinetto dedicato a Valentino: ” Valentino Mazzola Capitano del Grande Torino” come avresti dovuto … ma “Valentino Mazzola Capitano del Torino fc”
    FVCG

    Marco59 – 19 ore fa

    Incredibile…!!!

    Che faccia di tolla (per non dire altro…!!!

    Marco59 – 20 ore fa

    Se ti fossi “impegnato” come dovrebbe fare un vero Presidente del Toro, oggi Chiamparino, “gradito” ospite al Fila, avrebbe dovuto portarci in dote la notizia che, “in occasione del centenario della nascita di Valentino Mazzola, la Città di Torino ha deciso di dedicargli una Via”.

    Invece, come sempre, ti limiti a sperare e a “ossequiare” quelli che ti servono per la tua carriera (politica).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

      Chiamparino è il presidente della Regione Piemonte e sul cambio di nome delle vie della città di Torino non ha nessuna giurisdizione.
      Il sindaco precedente che ci ha mostrato l’ossuto dito medio e l’attuale sindaca le cui passioni sportive sono note hanno le maggiori responsabilità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco59 - 2 mesi fa

        …e quindi meglio stare zitti, sperare ed ossequiare il politico di turno…!!

        Perfetto: mi ricorda la “gestione Cairo” del Robaldo e/o dei lotti n. 2 e 3 del Filadelfia

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy