Cairo molla: ”Basta”

Cairo molla: ”Basta”

Sempre nel corso dei contatti intercorsi oggi, apprendiamo che il presidente annuncia la volontà di disimpegnarsi dal Torino. “A Giugno mollo, lascio, dico basta”. Lo farà davvero? La domanda é legittima. “Certo. Io non credo di avere sbagliato tutto, non lo credo proprio. Petrachi l’ho preso io, Colantuono l’avevo preso io, e con il girone di ritorno che siamo riusciti a mettere in piedi l’anno scorso ci hanno comunque lasciato…

Sempre nel corso dei contatti intercorsi oggi, apprendiamo che il presidente annuncia la volontà di disimpegnarsi dal Torino. “A Giugno mollo, lascio, dico basta”. Lo farà davvero? La domanda é legittima. “Certo. Io non credo di avere sbagliato tutto, non lo credo proprio. Petrachi l’ho preso io, Colantuono l’avevo preso io, e con il girone di ritorno che siamo riusciti a mettere in piedi l’anno scorso ci hanno comunque lasciato in B, a Brescia, e sapete in che modo. Ho fatto rinunce, tenuto giocatori importanti, e comunque anche quest’anno ci tartassano, io vengo insultato e non posso più mettere piede allo stadio…non é vita, questa”.

Dunque, addio? “Sì. Ora, cerchiamo di condurre in porto dignitosamente questi settanta giorni che ci separano dalla fine del campionato, poi potrò chiudere questa parte della mia vita. Non ne posso più di andare avanti così, non é questo il calcio che sognavo di vivere”. Ma a chi vende? C’é un compratore? “No. Non ancora. Ma spero e penso che potrà arrivarne uno. Se sarà uno che si presenterà sui giornali, di sicuro non lo riceverò neppure”. Il valore del pacchetto si sarà abbassato molto, ora, rispetto a qualche tempo fa. “Ora é prematuro fare discorsi di questo genere. Portiamoci avanti fino a Giugno, poi si vedrà tutto quanto”.

Nel frattempo, registriamo che il direttore sportivo Petrachi, dato per immediato dimissionario da alcuni, rimarrà invece ora nel suo ruolo.

 

(foto M.Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy