Calciomercato, il Torino vuole ripartire da Iago Falque: nessun segnale d’addio

Calciomercato, il Torino vuole ripartire da Iago Falque: nessun segnale d’addio

Il punto / Lo spagnolo è un punto fermo: Mazzarri non vuole cederlo, può giocare nel 3-5-2 e non ci sono offerte concrete. Al momento, la partenza non è un’ipotesi

di Federico Bosio, @fedebosio19

Da quando indossa la maglia del Torino, ha trovato una continuità a dir poco invidiabile ed una concretezza sotto porta che mai aveva dimostrato nell’arco della carriera: ventiquattro reti in settantadue partite non si segnano per caso, giocando oltretutto nella quasi totalità dei casi da esterno, ruolo naturale. Iago Falque è indiscutibilmente uno dei punti fermi della rosa granata, ed è bene sottolineare la parola indiscutibilmente per ovviare alle recenti voci di calciomercato che lo vorrebbero sul – possibile – piede di partenza per via, soprattutto, delle intenzioni di Mazzarri di utilizzare un modulo a lui non così congeniale come il 3-5-2. Al momento, nonostante sia logico che diverse squadre in Italia ed in Europa possano guardare a lui con interesse, lo spagnolo non è sul mercato e l’intenzione dei granata è quella di ripartire anche da lui.

Ansaldi scherza con Iago Falque: “La gente non lo sa che sei già venduto”

La possibile cessione – voci sulle quali ha recentemente scherzato anche il compagno Ansaldi via social – non è ad oggi un’ipotesi imminente, anzi concreta: addirittura capocannoniere nell’ultima stagione, Iago Falque ha ribadito in più occasioni di aver trovato la sua dimensione e la tanto ricercata stabilità proprio tra le fila del Torino. Insomma, per abbandonare il granata dovrebbe arrivare l’offertona che cambia la vita già non certo disprezzabile che Falque conduce. Un punto che va adeguatamente chiarito è quello relativo alla zona di campo occupata dallo spagnolo, che si è rivelato più duttile di quanto anche lui stesso pensasse. A conferma di questa teoria, le dichiarazioni rilasciate nell’ultima intervista post campionato proprio dal diretto interessato non lasciano spazio a dubbi di sorta: “È stata la mia stagione migliore di sempre, sono riuscito finalmente a trovare la mia posizione in campo ed i risultati si sono visti. Mazzarri mi ha dato un sacco di fiducia da quando è arrivato e mi ha permesso di fare un passo avanti in termini di rendimento da seconda punta: questo cambio è stato molto positivo per me e mi ha fatto crescere

Iago Falque, Ljajic e il sistema di Mazzarri: il 3-5-2 non apre a nessuna partenza

Dunque, urge sfatare il mito secondo il quale lo spagnolo non sarebbe in grado di giocare nel 3-5-2: è un modulo al quale ha già dimostrato di potersi adattare senza problemi di sorta, ed anzi di gradire. A questo vanno sommati altri fattori, di non poco conto: primo fra tutti, l’assoluto gradimento del tecnico granata, che in più occasioni ha elogiato il giocatore originario di Vigo. Mazzarri chiede che tutti i migliori rimangano e tra questi c’è ovviamente anche Falque. Infine, dal punto di vista degli atti pratici, ad oggi si è registrato il logico interesse di più squadre per l’esterno, ma al club granata non è pervenuta alcuna offerta concreta: anche questo è un aspetto da non sottovalutare. La partenza di Falque è un’ipotesi da non scartare completamente, certo, poichè come tutti sappiamo il mercato è imprevedibile e vive di colpi di scena. Ma al momento, tutto spinge in una univoca direzione: la permanenza di Iago Falque al Torino.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 1 mese fa

    Iago Falque andrebbe tenuto a parer mio. Se proprio si deve cedere qualcuno dovrebbero essere l’incostante Ljajic e l’indolente Niang. Edera dovrebbe fare almeno il ritiro precampionato e se non convince Mazzarri per il modulo che ha in mente allora darlo via, ma solo in prestito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. joe69 - 1 mese fa

    Suvvia , senza nulla togliere al valore del giocatore è ridicolo negare che Lago da seconda punta renda molto meno che da esterno destro , e comunque tutti a dare per scontato che si farà il 352 ma non dimentichiamoci che Mazzarri è colui che ha inventato il 3511 poi copiato da altri quindi secondo me contro squadre forti ed in trasferta vedremo spesso solamente Ljaic dietro al Gallo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata - 1 mese fa

    Sarà difficile, difficilissimo piazzare Niang, senzas accusare una grave minusvaslenza, Edera pare avere mercato ma solo in prestito. E dunque, se il ragionamento rimane il solito: la campagna acquisti si deve chiudere con una plusvalenza, allora gli indiziati di cessione non possono essere che Belotti, Iago Falque, Ljajic e Baselli. Con l’ aggiunta di Sirigu, che però porterebbe meno soldi in cassa. Questo è il quadro realistico. L’ arrivo di Zaza sarebbe il segno che potrebbe partire Belotti (visto che Mazzarri avrebbe posto il veto sulla cessione di Iago Falque). Io dico che, se si vuole fare una squadra da EL, Zaza dovrebbe essere un rinforzo all’ attuale organico e non una sostituzione a un partente. E aggiungo che fra tutti i potenziali partenti il più sacrificabile sarebbe Baselli, il cui rendimento in questi anni è stato altalenante e nel ruolo di playmaker potrebbe essere benissimo sostituito da Ljajic. Certo bisognerebbe mettere in conto una vera campagna di rafforzamento e, per una volta, un vero investimento, cioè uno sbilancio economico fra entrate e uscite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PatSala58 - 1 mese fa

      Uno “sbilancio economico” sarebbe più che sostenibile, visti i risultati degli ultimi bilanci, ma qui, purtroppo, si continua a parlare solo di mezze figure, nonostante i quattrini in cassa ci siano (e non pochi!). Resto in attesa di essere smentito, ma la vedo dura… 13 anni qualcosa mi hanno pur insegnato….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marino - 1 mese fa

    Strano che dei giornalisti continuino a non domandarsi come mnai Falque viene dato come già venduto da un compagno e nessuno smentisca. Nè Ansaldi, nè Rincon, nè Falque e nemmeno la società. Io sapevo che il mestiere di giornalista consisteva nel fare delle domande, non nel rassicurare i tifosi come ordinato dal proprietario. Allora una domanda la faccio io, visto che per voi è troppo impegno. Chiedere all’allenatore se noi paghiamo due milioni (per carità, li paga Cairo) uno che ha un solo modulo e senza quello non sa giocare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PatSala58 - 1 mese fa

      E che, con quel modulo, e con il gioco che ne deriva, c’è pure da addormentarsi lo vogliamo dire? Allenatore in linea con le politiche societarie! E vorrei vedere, per 2 mln all’anno…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. morassut.maur_377 - 1 mese fa

    E vorrei vedere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. saettadallimite - 1 mese fa

    Il Toro vuole ripartire da Jago Falque, da Belotti (ma’n do’ va…?) e ha già il sì di Zaza. Considerato che un Liaijc in panchina non è esattamente salutare per lo spogliatoio sono molto curioso di vedere l’attacco nel 352 del Toro il prossimo anno. A differenza del giornalista dell’articolo a me personalmente Falque non convince per niente come attaccante puro, anche se ha un ottimo fiuto del gol, e credo che Mazzarri voglia comunque due prime vere punte nell’organico. Ergo: secondo me Cairo proverà a sbolognare Belotti fino all’ultimo, magari cercando di prendere prima Zaza. Se Belotti rimarrà (credo al 95%) e arriverà un’altra prima punta giocheranno loro due e Falque rimarrà in panchina. Ergo 2: Falque potrebbe partire, anzi per me è probabile che parta lui, oltre a Njang (lo spero) e Edera (io l’avrei tenuto)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Shimada - 1 mese fa

    Hai detto bene. Se tutto va bene.
    Altrimenti lo vendiamo l’ultimo giorno di mercato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 1 mese fa

      “Il Mercato è imprevedibile e vive di colpi di scena”…
      Giornalismo di altissimo livello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 mese fa

    Con il Toro non si sa mai, ma anche io credo che Mazzarri non voglia privarsi di Iago.
    Se tutto va bene alla fine partiranno Niang e Edera ( in prestito )

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy