Calciomercato Torino, il tabellone: trattative sbloccate, il primo a salutare è Obi

Calciomercato Torino, il tabellone: trattative sbloccate, il primo a salutare è Obi

Il punto / Ecco come è andata l’ultima settimana di calciomercato per i granata: trattativa serrata per Acquah all’Empoli, poi le entrate

di Redazione Toro News

DIFESA

Millwall v Hull City - Sky Bet Championship

Ci siamo lasciati alle spalle la penultima settimana di questa sessione di calciomercato, ed è il momento di fare il consueto punto sulle manovre del Torino: dal punto di vista delle ufficialità il ‘bottino’ non è ancora grosso, ma sono parecchi gli affari che bollono in pentola. Andiamo a vedere, reparto per reparto.

Per quanto riguarda il pacchetto difensivo, da registrare le partenze con la formula del prestito di due tra i più interessanti prospetti del settore giovanile: il portiere Zaccagno ha infatti firmato con la Pro Piacenza, mentre il difensore Buongiorno – che l’anno scorso aveva anche trovato l’esordio in prima squadra sotto la guida di Mazzarri – si è temporaneamente accasato al Carpi. In merito ai ‘grandi’ invece nessun affare ufficializzato, ma nel corso della settimana si sono susseguite le voci su di un possibile nuovo innesto per la linea difensiva: ripresi i contatti tra Petrachi e Juan Jesus, mentre nelle ultime ore è circolato anche il nome di Denayer, giovane ma già esperto profilo di proprietà del Manchester City. I granata stanno dunque sondando più alternative, ma alla fine potrebbero anche non intervenire più sulla retroguardia affidandosi agli elementi già a disposizione, considerando anche che i recuperi di Lyanco e Bonifazi stanno procedendo positivamente.

Capitolo esterni. Sempre più vicino Ola Aina: il giovane laterale di proprietà del Chelsea è balzato al primo posto nella lista dei desideri del Torino e già qualche giorno fa sarebbe già stato avvistato nel capoluogo piemontese. Torino in vantaggio rispetto a PSV e Villareal e fiducioso di concludere l’affare, che dovrebbe concretizzarsi in prestito con diritto di riscatto, a strettissimo giro di posta.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. luna - 2 mesi fa

    Se almeno uno tra Lyanco e Bonifazi recupera, in difesa non bisogna fare altro.
    Sulla fascia sinistra invece per quanto riguarda la copertura il solo Ansaldi non basta, mentre in fase offensiva invertendo i vari Berenguer-Niang-(e volendo)Falque, siamo largamente coperti.
    A destra vale il solito discorso fatto a sinistra, se per sfiga De Silvestri si dovesse infortunare attualmente potrebbe essere sostituito solo da Ansaldi che lascierebbe scoperto a sinistra.
    In mezzo con il completo recupero di Baselli e Ljajic, Meite e Lukic possono fare grandi cose.
    L’attacco dipende tutto dalle qualitá di Damascan e soprattutto Niang ed Edera.
    Il buon senso dovrebbe portare la dirigenza a comprare almeno un laterale sinistro con attitudini difensive, un centrocampista viste le partenze di Obi Acquah e probabilmente Valdifiori
    e se vogliamo oltre che qualificarci in E.L. anche competere dignitosamente un attaccante veloce che scardina le difese avversarie.
    Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13746076 - 2 mesi fa

    Qualcosa in entrata hanno già fermato, di sicuro. Poi che siano profili che si riveleranno validi e’ da vedersi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy