Carpi-Torino: il fair play di Sannino e gli errori di Ventura

Carpi-Torino: il fair play di Sannino e gli errori di Ventura

Carpi-Torino 2-1: gli emiliani vincono grazie ad un Sannino motivatore, Ventura sbaglia formazione ma le assenze sono pesate

Sannino, Carpi FC v Torino FC - Serie A

Il Torino porta indubbiamente bene a Giuseppe Sannino: tre vittorie su tre precedenti contro la squadra granata. Ieri sera è arrivato anche il quarto successo, al termine di una partita coraggiosa del suo Carpi contro un Torino troppo brutto per essere vero. I primi due precedenti risalgono alla Serie B stagione 2010/2011 (2-1 all’Olimpico con il Varese e 3-0 all’Ossola) mentre il terzo rigurda il terzo turno preliminare di Coppa Italia stagione 2011/2012: Sannino era allenatore del Siena e vinse per 1-0 (Calaiò su rigore).

Il quarto successo contro la formazione granata corrisponde anche alla prima storica vittoria in Serie A del Carpi, che in quindicini anni si è reso protagonista di un’eroica scalata, dall’Eccellenza fino ai grandi stadi della massima serie. Sannino, reduce da due esperienze non positive con Watford e Catania, è diventato allenatore del Carpi il 29 settembre, sostituendo Fabrizio Castori, tecnico passato alla storia per aver portato “tra i grandi” una piccola ma felice realtà come quella emiliana. E Sannino, memore di quanto fatto dal suo predecessore, ha voluto dedicargli i tre punti. Con soli due giorni di lavoro alle spalle il tecnico di Ottaviano è riuscito a motivare i suoi giocatori e a condurli verso uno storico evento.

 

Carpi FC v Torino FC - Serie A
Gabriel Silva esulta dopo aver segnato, con la complicità di Padelli, il gol dell’1-0 in Carpi-Torino (foto gettyimages)

 

Discorso inverso per Ventura, “azzoppato” comunque da numerosi infortunati e squalificati: il tecnico granata – come ammesso pubblicamente dopo il fischio finale –  ha sbagliato formazione, schierando un centrocampo atipico con Gazzi e Vives invece di puntare su Acquah. Il ghanese, con il tiro da fuori e lo strapotere fisico, avrebbe potuto fare la differenza se schierato dal primo minuto.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 anni fa

    La vittoria del Carpi è più di Castori che di Sannino: in due giorni solo le motivazioni, senza la preparazione fisica e le qualità tecniche non fanno molto. La verità è che le assenze del Toro sono state determinanti più del dovuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabius - 2 anni fa

    Secondo me non è una questione di formazione ma di testa per aver sottovalutato l’avversario, come molte altre volte.
    Ma la ‘colpa’ è di ventura che in certe partite non riesce a motivare i giocatori nel modo giusto, oppure dei giocatori che dopo qualche vittoria pensano di essere dei fenomeni? O ancora di tutti quanti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio sala 68 - 2 anni fa

    È giusto criticare quando Ventura sbaglia. Soprattutto nei momenti clou non è la prima volta. Secondo me se veramente si vuole puntare alla EL sono punti persi che alla fine pagheremo. Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bazza - 2 anni fa

    In alcuni articoli (non in questo) ho letto commenti ingenerosi verso Ventura da alcuni di noi additato a responsabile della sconfitta di ieri. Ventura per primo, da persona onesta, oltre a criticare il mancato gioco della squadra ha fatto autocritica ammettendo anche suoi errori. Leggere peró commenti del tipo “non è un vincente” mi sembra troppo. La sua storia parla da sola, il nostro Darmin se è arrivato in Nazionale ed al Manchester ci è arrivato grazie alla “cura GPV” non dimentichiamolo ! Ora lasciatelo lavorare serenamente, facendogli sentire (a lui ed alla squadra) tutto il nostro affetto e gratitudine per il lavoro fatto e per quello che farà. Nessuno di noi avrebbe scommesso 2 anni fa di trovarci già nella parte nobile della classifica. Criticare va bene per dare stimoli ma facciamolo con un senso di riconoscenza. Forza Toro, Forza Giampiero !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. jon1_277 - 2 anni fa

    sec me piuttosto di mettere silva sulla corsia laterale sarebbe stata una idea interessante provare benassi con acqua in mezzo al suo posto. sec me menassi ha corsa e un piede decente per fare la corsia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. pupi - 2 anni fa

    Da analizzare il giudizio sugli errori di Ventura: l’articolo termina con ” Il ghanese, con il tiro da fuori e lo strapotere fisico, avrebbe potuto fare la differenza se schierato dal primo minuto.” Risultato: avrebbe potuto, ergo nessuna certezza!
    Nulla da eccepire ma il duo precedentemente citato era lo stesso che a Bilbao è stato determinante per “quella” notte storica in una partita da vincere a tutti i costi…..e quindi? Rigiro la frittata e mi viene da pensare che pure loro insieme…..avrebbero potuto!
    Beh, sarebbero questi i gravi errori? O forse sono decisioni da prendere prima del 95esimo? E da sempre le scelte risultano giuste o sbagliate a posteriori, dopo aver visto il rendimento della propria squadra e dei singoli. Certo è che chi suggerisce puntualmente una formazione dopo il fischio finale non avrà mai la soddisfazione di avere la ragione in tasca confutata dai fatti ma sarà artefice di un esercizio di stile fine a se stesso, un’autoreferente proclama senza possibilità di smentita alcuna, perché nulla può smentire il nulla rappresentato da una formazione post datata. Ma in Italia, più che da altre parti, il calcio giocato conta meno di quello blaterato e la fortuna per i predicatori del “Io l’avevo detto, io l’avevo previsto” sta nel fatto che Ventura, Ancellotti, Mourinho e compagnia cantante non essendo veggenti continueranno a sbagliare e capiranno di avere sbagliato ma non avranno mai la controprova che una loro differente decisione avrebbe inciso positivamente sul risultato finale, questa sicumera rimarrà appannaggio solamente a quei famosi predicatori che rivendicano la loro verità come fosse scolpita sulle famose tavole in pietra, un atto di fede quindi a cui, personalmente essendo ateo, non credo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. magrino62 - 2 anni fa

    e’ vergognoso perdere in quella maniera,senza combattere giocare a calcio con una formazione mediocre vergognamoci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. magnetic00 - 2 anni fa

    Sannino è un perdente punto e basta, aver perso contro di lui è solo demerito di ventura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. john70 - 2 anni fa

    mentre si scaldavano ho contato solo 4 under 30 e ho pensato, qua non va bene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy