Centrocampo-Toro, Rubin al rientro

Centrocampo-Toro, Rubin al rientro

di Paolo Morelli

Tra tutti i rientri che dovrebbero esserci per la prossima gara di campionato, spicca anche quello di Matteo Rubin, che ha scontato il turno di squalifica causato dall’ammonizione rimediata con la Sampdoria (era diffidato). Il suo rientro risolve il dilemma tattico dell’esterno sinistro di centrocampo, e ci impedirà – per fortuna – di vedere Paolo…

di Paolo Morelli

Tra tutti i rientri che dovrebbero esserci per la prossima gara di campionato, spicca anche quello di Matteo Rubin, che ha scontato il turno di squalifica causato dall’ammonizione rimediata con la Sampdoria (era diffidato). Il suo rientro risolve il dilemma tattico dell’esterno sinistro di centrocampo, e ci impedirà – per fortuna – di vedere Paolo Zanetti in quella posizione.

Ma proprio Paolo Zanetti potrebbe entrare in uno strano ballottaggio a tre, con Rosina e Colombo, per il posto di esterno destro sulla mediana. Ancora una volta, sono sempre gli esterni il dilemma di Gianni De Biasi. E il problema di questo Toro. A destra pesa come un macigno la mancanza di Abate, e Colombo, che bene aveva figurato con la Samp, sabato scorso è parso un po’ opaco, anche a causa del fastidio muscolare presentatosi a partita in corso. Rosina ha fatto vedere di essere sulla via del recupero, ma di non essere ancora al 100 per cento, e soprattutto continua a dimostrare di non gradire affatto la posizione di esterno. La sua tendenza ad accentrarsi – come un trequartista – lascia scoperta la fascia costringendo chi è dietro di lui a fare il doppio del lavoro. Al suo posto, potrebbe giocare Zanetti, che però non spinge come un esterno, anche perché lui un esterno non lo è. Il più adatto per quel ruolo potrebbe quindi essere Colombo.

La coppia centrale è invece ampiamente confermata. Barone e Dzemaili danno sicurezza, fanno salire la squadra e macinano gioco creando numerose occasioni, e andando al tiro con una certa frequenza (soprattutto lo svizzero). Non vedevamo tiri da fuori forse dallo scorso campionato. L’unico dubbio potrebbe riguardare l’utilizzo dell’ex rosanero o di Säumel, che comunque, gol a parte, con il Palermo non ha impressionato, ma – anche lui –giocava in un ruolo non suo. Insomma un centrocampo che si avvia verso il riassestamento, ma che potrebbe riservare al pubblico granata ancora parecchie sorprese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy