Chievo, Frosinone e Bologna: Torino, ora servono punti senza scuse

Chievo, Frosinone e Bologna: Torino, ora servono punti senza scuse

Approfondimento / Per i granata arrivano tre partite sulla carta abbordabili, con l’obbligo di dare risposte importanti

di Alberto Giulini, @albigiulini

Si è chiuso con un pareggio sul campo dell’Atalanta il filotto di partite decisamente impegnative che ha caratterizzato l’avvio di campionato del Toro. Sei punti conquistati in sei partite rappresentano una media da lotta retrocessione, è vero, ma non bisogna commettere l’errore di trascurare gli avversari che i granata hanno dovuto affrontare in queste prime sei giornate di campionato. La squadra di Mazzarri è già stata impegnata contro Roma, Inter e Napoli, squadre sulla carta superiori, sfigurando solamente con i partenopei, ma dimostrando di poter tenere testa alle altre due compagini. L’unica vittoria in campionato è arrivata contro una Spal in gran forma, mentre il pareggio contro l’Atalanta rappresenta un punto prezioso in classifica, perché conquistato su un campo difficile contro una diretta concorrente. Discorso a parte merita poi la gara di Udine, pesantemente condizionata dalle scelte arbitrali e dominata dai granata, che non hanno però trovato il gol decisivo per portare a casa l’intera posta in palio.

A partire da domenica non ci saranno più scuse per i granata, che dovranno iniziare a macinare punti per risalire in classifica. Chiuso infatti il ciclo di ferro iniziale, il Toro avrà davanti a sé tre partite decisamente abbordabili contro Chievo, Frosinone e, dopo la sosta, il Bologna. Dopo, a ottobre, altri due scontri diretti con Fiorentina e Sampdoria. Nessuno regala niente a nessuno, certo, ma ora per Belotti e compagni è francamente arrivato il momento di mettere fieno in cascina. Il campionato è appena iniziato e sarebbe sbagliato parlare di un trittico di gare da dentro o fuori, ma ora il Toro dovrà dare delle risposte importanti, tanto sul piano del gioco quanto su quello dei risultati. La squadra ha infatti convinto solamente a sprazzi, dimostrando di avere delle potenzialità importanti senza però mai rubare la scena (tranne nel secondo tempo di San Siro con l’Inter), complici anche delle assenze importanti in gare contro avversari difficili. Ora, però, arriva un importante esame di maturità per i granata, che se vogliono realmente ambire ad un piazzamento europeo non possono perdere punti contro squadre in difficoltà e nettamente inferiori sulla carta. Insomma, contro Chievo, Frosinone e Bologna non c’è alibi che tenga: per mantenere credibilità servono tre vittorie.

Cairo: “Europa? Non lo dico per scaramanzia. Contento per la prestazione”

 

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mauro69 - 2 mesi fa

    Se contro il Napoli si rinuncia a giocare sin dall’inizio, è improbabile anche solo pensare di poter fare risultato.
    La stessa cosa, anche se condita a tratti con un minimo di grinta in più, è successa anche a Bergamo, contro una squadra lontana parente di quella dello scorso anno: ci è andata bene che non abbiamo preso goal nel finale, poteva starci.
    In entrambi i casi ZERO TIRI IN PORTA!!!
    E neppure a Udine siamo brillati: tanto possesso palla ma poco costrutto.
    Come si fa ad essere soddisfatti di fronte a questa pericolosa tendenza negativa?
    E il fatto di dover affrontare 3 squadre abbordabili amplifica le insidie perché saremo noi a dover fare gioco mentre gli altri ci aspetteranno pronti a colpirci ad ogni nostro errore, tanti finora.
    Quindi che dire? Speriamo solo che si cambi finalmente registro, basta partite giocate a metà, basta scuse, il mister dà le indicazioni ma è chi va in campo che deve applicarle, ognuno si faccia un esame di coscienza e si uniscano le forze per il bene del Toro: tutti in un’unica direzione.
    Le potenzialità ci sono: fuori le palle!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. michelebrillada@gmail.com - 2 mesi fa

    se non si fanno 9 punti nelle prossime tre partite deve essere subito ma con urgenza essere sostituito il mister (porte chiuse) via via via senza gioco mi ha fatto passare la voglia di guardare la partita su sky e dazn che mi costano un sacco di soldi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. iugen - 2 mesi fa

    Se non fanno sei punti contro Chievo e Frosinone possono andare ad arare i campi di patate che è meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. policano1967 - 2 mesi fa

    nn capisco perche quando e palese che la squadra nn giochi bene ad ha limiti enormi si sposta il tutto dando la colpa agli arbitri.questo attuale e un toro che nn gioca bene.l errore di udine ce anche se fischiato prima dl gol,ma diamine un possesso palla inutile del 60 e piu senza mai tirare in porta nessuno lo ha notato?????la passivita col napoli ed atalanta e sfuggita a tutti?i limiti mostrati con la spal seppur vittoriosi?addirittura parliamo di 6 punti in meno.chi legge e nn vede le partite si pensa che stiamo discutendo di una corazzata e di chissa quali complotti ci siano per nn farci vincere lo scudetto.siamo onesti e sportivi.abbiamo ben altro che di lamentarci sugli arbitraggi.dimenticavo il rigore nn dato contro la roma.ne ho visti di peggio nn assegnati.il campionato e iniziato da poco.tanti giocatori nuovi sono arrivati alcuni davvero interessanti.spero che il problema sia questo perche col tempo e risolvibile.nn siamo da champions ma nemmeno da 14 posto pero e mazzarri dovrebbe saperlo bene.speriamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. michelebrillada@gmail.com - 2 mesi fa

      la colpa è del mister via subito

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

    Per noi del Toro parlare di calcio, di questo calcio, tratteggiato con maestria, come sempre da Anthony, nel suo articolo che ho condiviso unitamente al romantico “amarcord” di Bertu, è sempre più imbarazzante e complicato.Dopo 60 anni di militanza granata più volte sono stato tentato di “pensionarmi”, in fondo ho superato ampiamente tutti i parametri “della Fornero e dintorni!”Finora ho sempre rimandato almeno fino a quando non vedrò in concreto attivata la realizzazione dei ns. due pilastri “Robaldo e completamento Campo Filadelfia con Museo” A proposito ci sono novità?Uhm….A tal riguardo mi permetto rammentare, in particolare ai tifosi più giovani,che questo sarebbe un obiettivo duraturo ben più importante dei risultati sportivi che possono essere mutevoli.Il 2019 dovrebbe essere “l’anno giusto”: la Sindaca schiodi dal” porto delle nebbie” la pratica Robaldo( non era già tutto a posto?) e Cairo mantenga la promessa di versare alla Fondazione il mln. ancora mancate. Parlando di “calcio giocato” beh nelle prossime tre partite vanno fatti 9 punti a prescindere da chi andrà in campo: è una questione di dignità! Poi vedremo…Se mpre FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. luna - 2 mesi fa

    Noi siamo strutturati per fare un buon campionato con qualificazione in Europa con tanto sudore fatica e dolore.
    Ma cio si potrà realizzare solo se tutti, dall’allenatore a chi scende in campo compresi noi tifosi sono e siamo disposti a remare con tutte le forze nella stessa direzione.
    La sfiga fa parte del gioco, l’abbiamo già trovata sul nostro percorso, e succederà ancora, per esempio l’assenza di Falque e De Silvestri peseranno nelle prossime trasferte peccato.
    Cosi come ci saranno ancora errori arbitrali, ai quali però non si può dare sempre la colpa, anche se è capitato in maniera molto palese in più partite. Questo lo dico perché se fossimo una squadra in grado di segnare 2 o 3 gol a partita(non dico contro tutti) l’errore arbitrale non basterebbe a cambiare l’esito della gara a nostro favore.
    È il momento che le riserve si meritino la chiamata e mettano in difficoltà Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 2 mesi fa

      La sfiga non esiste.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. michelebrillada@gmail.com - 2 mesi fa

      la sfiga è solo mazzarri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Hagakure - 2 mesi fa

    Piazzamento europeo…???

    Vuoi vedere che bracciamozze ha demandato a Toro News il compito di parlare di “obiettivo EL” per evitare di fare le solite figure di merda degli anni passati…???

    Redazione, cortesemente, prima di scrivere certe “amenità” posate il fiasco e lo spinello.

    E prima raggiungiamo la quota salvezza e meglio è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 2 mesi fa

      Certo. La salvezza come obbiettivo. Poi si vedrà..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Joker - 2 mesi fa

      Io sinceramente penso che il Toro non sia una squadra mediocre e che il campionato è appena iniziato ma sono anche cosciente che arrivare in Europa non sarà semplice ci sono sei squadre nettamente superiori poi tutti possono avere un annata negativa e quindi sperare non costa niente e se togliamo anche la speranza cosa seguiamo ancora il Toro? Sono anche convinto che nessun magnate comprerà mai la ns squadra perché loro puntano a squadre blasonate affermate in campo europeo si parla di tante cose si defiscono campioni solo i giocatori che se ne sono andati e brocchi quelli rimasti specialisti nelle punizioni ma se guardiamo attentamente vediamo che dopo più di un centinaio battute Liaich ne ha segnata solo una con la Juventus l’ultimo giocatore che ne aveva segnate tante è stato Policano e di anni ne sono passati tanti ora leggo che anche Belotti è un brocco e si rimpiange addirittura Meggiorini ma…
      Negli ultimi anni sono sempre le solite squadre a vincere qualcosa e hanno un bacino di tifosi nettamente superiore al ns e certamente attirano più investitori visto i ns 11000 abbonati noi invece dopo 5 turni parliamo già di retrocessione vogliamo giocare a viso aperto con tutti allora prendiamo Zeman e retrocediamo con onore vincendo qualche partita con le grandi e subendo tanti 7 a 0 abbiamo avuto un inizio difficile con squadre come Atalanta Roma e Inter aspettiamo almeno la fine del girone di andata prima di essere così disfattisti solo allora si potranno fare paragoni con le altre avendo affrontato le stesse squadre poi torti arbitrali infortuni capitano a tutti prima o poi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. michelebrillada@gmail.com - 2 mesi fa

        ma che partite hai visto siamo senza gioco completamente è assurdo vedere le partite del toro senza il minimo schema se non mandiamo via il mister (porte chiuse)in fretta rischiamo di retrocedere

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14003131 - 2 mesi fa

    Adesso nelle prossime partite occorre vincere. Punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-14036712 - 2 mesi fa

    Il TORO 2018-2019 è stato, a mio parere, costruito per competere per i primi posti della classifica, MERDA escludendo, e puntualmente giusto per toglierci convinzione ed entusiasmo, ci sono stati scippati 5 punti dai soliti pagliacci col fischietto nelle primissime giornate. Si’, dovremmo fare 9 punti nelle prossime 3 partite, con o senza Ljajic…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 2 mesi fa

      ma tu veramente credi che il “sistema” complotti contro il Toro? E contro il Napoli cosa dovrebbe fare?!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. valex - 2 mesi fa

      Ancora con i complotti? E basta!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. alexku65 - 2 mesi fa

    Ricomincia il solito martirio sull’Europa. Smettiamola che è più dignitoso. Poi concludo dicendo che sulle 3 partite giocate contro squadre di caratura superiore, tale caratura si manifesta puntualmente solo con noi perché a parte il Napoli che è stato spianato a Genova da una squadra di medio livello, le temibilissime Inter e Roma hanno lasciato le piume rispettivamente con le corazzate Parma e Bologna. Peccato ogni anno non essere tra le squadre che fanno lo sgambetto alle cosiddette grandi (eccetto il 3 a 1 di Miha con i giallorossi).
    E peccato ogni anno tirare fuori il discorso sulla caratura superiore degli altri a giustificazione delle ns continue sconfitte. Come diceva qualcuno le scuse sono sempre per i più deboli…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 2 mesi fa

      Quindi, in poche parole, hai detto che Inter e Roma mostreranno la loro caratura solo contro di noi. E che il
      Napoli è stato asfaltato dal samp, quindi immagino, anzi c’è poco da immaginare, che intendessi che qualunque squadra media può bAtterlo e che quindi non è quello squadrone si cui molti parlano.
      Ora, io non ti cito Tonino Guerra perché è ovvio che sarebbe inutile, però una piccola esortazione a non essere cosi catastrofico te la faccio. Libero di non seguirla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. valex - 2 mesi fa

      Come diceva Dennis Conner: No excuse to lose

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy