Chievo-Torino 0-0, Ljajic è una certezza. E Mazzarri non ci rinuncia più

Chievo-Torino 0-0, Ljajic è una certezza. E Mazzarri non ci rinuncia più

Il serbo sforna un’altra ottima prestazione nella noia del Bentegodi, nonostante non fosse al top fisicamente

di Redazione Toro News

Non è arrivato il gol, anche se fino all’ultimo lo ha cercato: Adem Ljajic è stato senza dubbio tra i giocatori più positivi nello scialbo pareggio del Torino al Bentegodi, andando vicino al gol e all’assist in più occasioni. Una prestazione importante del numero 10, che nonostante non fosse al top fisicamente è stato comunque schierato titolare nel 3-4-1-2 di Mazzarri, il quale conferma di aver ritrovato nel serbo una certezza a cui difficilmente si riesce a rinunciare.

Anche al Bentegodi, Ljajic ha provato a fare la differenza – con tiri, assist e soprattutto tanta corsa. Dopo Baselli, il giocatore serbo è stato il granata a correre di più – con 11,385 km percorsi in totale. La difesa serrata dei ragazzi di Maran lo ha più volte obbligato a scendere sulla linea dei centrocampisti per iniziare dal basso l’impostazione dell’azione, non mancano però poi in zona gol: nel primo tempo, suo l’assist geniale che manda in porta Belotti, il quale sbaglia clamorosamente in diagonale. Nella ripresa, il suo contributo è totale e a tuttocampo, e all’ultimo secondo Sorrentino deve metterci il ginocchio per dire no al suo tentativo in area.

Da giocatore ai margini, ad insostituibile anche quando non al top fisicamente: l’ascesa di Ljajic va di pari passo con i risultati utili accumulati dal Toro nell’ultimo mese, e contro il Chievo – nonostante lo 0-0 finale – il suo è stato un segnale importante di continuità.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13814870 - 3 mesi fa

    dovevano essere i tifosi a chiederlo a gran voce? ??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Seagull'59 - 3 mesi fa

    Avrà bevuto l’acqua di Lourdes per diventare ora così forte… o forse bastava parlarci e/o dargli fiducia: i fuoriclasse sono fatti così e tenerlo fuori è una cosa senza senso, tanto più in un toro dove non esiste un altro come lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy