Chievo-Torino 1-0: lo sgambetto che non ti aspetti

Chievo-Torino 1-0: lo sgambetto che non ti aspetti

Chievo-Torino 1-0 / Granata poco determinati e praticamente mai pericolosi, Chievo cinico in contropiede. Decide Castro

7 commenti

Occasione persa per il Torino, che cade al Bengodi sotto i colpi di un Chievo che raggiunge il Toro in classifica a quota 10 punti.

Dopo un primo tempo soporifero senza alcuna emozione,nel quale Molinaro ha spiccato per voglia e determinazione, il Toro parte subito aggressivo nella ripresa, anche se la prima occasione è del Chievo con Paloschi prima ed Hetemaj poi, Padelli chiude. Il Toro si fa vedere subito dopo con Molinaro, ma sul suo cross non arriva Quagliarella di un soffio. Poi è di nuovo il Chievo intorno al quarto d’ora a rendersi pericoloso, con i granata che provano a partire in contropiede senza successo.

L’innesto di Belotti non cambia il canovaccio della partita, mentre l’entrata di Meggorini nei clivensi dà maggiore verve all’attacco del Chievo, che al 30’ va in vantaggio grazie ad una ripartenza finalizzata da Castro. I granata subiscono il colpo e non riescono a reagire con la dovuta determinazione, senza praticamente mai concludere in porta. Nel finale entrano anche Zappacosta e Benassi per Peres – claudicante – e Baselli, ma non icindono. Finisce 1-0 per veneti, un risultato inaspettato che premia la squadra di Maran, brava a difendersi e a colpire in contropiede. I granata sono parsi molli e privi di determinazione, servirà una scossa contro il Palermo domenica.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Yuri - 2 anni fa

    Sgambetto che non ti aspetti un corno…avevo scritto che temevo più il Chievo dello Sfinter, tanto per…e infatti. Sono una delle squadre più in forma e son pieni di ex Toro, mi aspettavo un pareggio e invece ha deciso un episodio, peccato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Brawler Demon - 2 anni fa

    Nulla di tragico, servirà da monito a tutti, eppoi nessuno è infallibile.
    Certo che vedere l’Internazionale prima con il suo “non gioco”…
    Ora, testa al match di domenica.
    FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pupi - 2 anni fa

    Ora siamo sesti per differenza reti ed è la posizione che ci compete. Per fortuna che Ventura ha praticamente confermato la formazione di domenica, con una prestazione pessima del genere se avesse fatto turnover (come probabilmente invece il calcio moderno spesso richiede) sai quante polemiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luca - 2 anni fa

      Si pupi hai ragione,meno male.Con tutti i giovani che abbiamo l’euforia è stata controproducente.Ci servirà da esempio per le prossime partite.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. renzo.righ_704 - 2 anni fa

    Partita incomprensibile. Abbiamo avuto l’atteggiamento di chi sta affrontando il Barcellona… maquesto era ‘solo’ l’onesto Chievo. Premesso che la colpa non è assolutamente degli attaccanti, manon si capisce nemmeno più quale sia il senso di continuare ad insistere su Martinez, attaccanteche in un anno e mezzo non ha dimostrato quasi nulla. Lui ora è il quarto attaccante e i suoi minuti vanno investiti su Belotti. La seconda punta è Maxi e oggi sarebbe servito lui! Comunque, nulla di esageratamente grave, siamo solo tornati sul pianeta Terra. Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Zlobotan - 2 anni fa

      Vanno anche fatti i complimenti a quelli del Chievo che hanno legnato come fabbri e si sono dimostrati una volta di più squadra tosta e ostica. Pazienza, cercheremo di asfaltarli al ritorno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Zlobotan - 2 anni fa

    Erano cotti, ci voleva più turn over! Però siamo tutti bravi a parlare col senno di poi.. era difficile tenere fuori Bruno e Acquah dopo la partita di domenica, l’occasione di stasera era troppo ghiotta! Peccato, serva da lezione a tutti, magari anche al Mister nell’essere più freddo nelle sue scelte! Ma, sti cazzi! Va bene così! FORZA TORO, sarà per la prossima!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy