Chievo-Torino

Chievo-Torino

E’ deluso e amareggiato, ma non rinuncia a metterci la faccia.

Zaccheroni, come commenta questa sesta sconfitta consecutiva ?

Non riusciamo a fare quello che sappiamo. Sono molto amareggiato insieme ai miei giocatori per una situazione che ci umilia molto.

Perché è stato escluso Rosina ?

E’ deluso e amareggiato, ma non rinuncia a metterci la faccia.

Zaccheroni, come commenta questa sesta sconfitta consecutiva ?

Non riusciamo a fare quello che sappiamo. Sono molto amareggiato insieme ai miei giocatori per una situazione che ci umilia molto.

Perché è stato escluso Rosina ?

Sono cose che sappiamo noi, il giocatore sa il perché della mia scelta e che ho fatto perché sono l’allenatore del Toro dopo avergli parlato. Non è una cosa che va diffusa in pubblico.

Il motivo riguarda le famose pagelle apparse sul sito del giocatore e le critiche ai metodi allenamento ?

Credo di essere una persona leale ed è una questione che riguarda l’interno della squadra. Rientra nei compiti di un allenatore giudicare se un giocatore è meritevole di scendere in campo e l’ho fatto. Sono questioni interne.

Il Presidente lo sapeva ? Come ha reagito ?

Si il presidente lo sapeva. Se non mi ha detto nulla, mi ha seguito anche lui.

Il giocatore ha accettato la cosa ? Dalle immagini non sembrerebbe…

Non devo dare spiegazioni su questa vicenda sono cose fra me e lui, lui l’ha accettata come la doveva accettare. E’ chiaro che è comprensibile che non faccia i salti di gioia. Un conto è essere dispiaciuti, un conto è non accettarlo. Io sono sempre stato leale e siccome sono cose che decido io e che devono stare ancora all’interno della squadra non ne parlo.

Però questa è una situazione molto particolare, a dir poco drammatica…

Mi baso sui dati di fatto: abbiamo perso sei partite consecutive, dobbiamo trovare al nostro interno le cause che non sono mai colpa di uno solo, ma dipendono da un’insieme di fattori. Noi siamo il Toro e possiamo e dobbiamo dare di più.

Si parla di una conferma a ore, almeno fino alla partita con il Cagliari, ma non è nemmeno escluso un suo esonero immediato a favore di De Biasi o Pigino, un uomo del Toro.

In tutte le stagioni passate ci sono stati momenti difficili con cui ho imparato a convivere, non parlando ma lavorando. Ho l’esperienza necessaria per non farmi distrarre dalle inevitabili voci che accompagnano questi periodi. Sono anche consapevole che il rischio dell’esonero esiste. In passato ho sempre centrato l’obiettivo minimo che ci eravamo prefissi e sono convintissimo che questo Torino ce la farà alla fine a rimanere in serie A.

Ha mai pensato di dimettersi ?

Se non fossi convinto che posso fare ancora qualcosa di importante me ne andrei, ma se rimango è perché credo di poter ancora fare qualcosa per questa squadra.

Non ha la sensazione di avere qualche giocatore che non sta rendendo come dovrebbe apposta ?

In questo momento la squadra sta facendo il meglio, questa situazione è strana. E’ emerso chiaramente che siamo tutti dalla stessa parte, per cui non mi muovo. Purtroppo non riusciamo a fare in partita quanto proviamo in allenamento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy