”Ci stiamo impegnando molto”

”Ci stiamo impegnando molto”

dal nostro inviato a Norcia

Valentino Della Casa

Ci troviamo all’Hotel Europa, dove i granata alloggiano in questo ritiro di Norcia, per la consueta conferenza stampa del primo pomeriggio. Questa volta è il turno di Belingheri, apparso motivato e in forma in questa prima parte del ritiro, pronto a riconquistare la fiducia dei tifosi, un po’ scemata dopo…

di Redazione Toro News

dal nostro inviato a Norcia

Valentino Della Casa

Ci troviamo all’Hotel Europa, dove i granata alloggiano in questo ritiro di Norcia, per la consueta conferenza stampa del primo pomeriggio. Questa volta è il turno di Belingheri, apparso motivato e in forma in questa prima parte del ritiro, pronto a riconquistare la fiducia dei tifosi, un po’ scemata dopo l’anno costellato più da bassi che da alti.

Toro News, presente qui a Norcia, vi presenta  in diretta le parole del giocatore.

"Rispetto agli ultimi sei mesi sto già giocando di più." esordisce così l’ex Ascoli (tra l’altro la squadra del presidente Benigni è qui a Norcia), ridendo. "Ci stiamo trovando benissimo, e impegnando tantissimo, per imparare i dettami del msiter. La squadra credo che sta rispondendo bene, c’è grande unità di intenti".

Sul suo impego: "A volte dicono che non possa fare il centrocampista centrale. Io in realtà ho fatto quello per tutta la carriera. L’anno scorso ho avuto qualche problema con il centrocampo a tre, chiaro che preferisca comunque questo modulo, e questo mio ruolo di trequartista, perchè sono più libero dai compiti difensivi e riesco ad andare più facilmente sotto porta".

Quale potrebbe essere l’arma in più di questo nuovo Torino? "Questo non lo posso dire, perchè starà agli altri giudicare. A mio avviso sarà una squadra molto bene organizzata, in grado di coprire e attaccare in maniera omogenea, e gli allenamenti che stiamo facendo vanno proprio in questo senso. Una squadra che giocherà a pallone, dite? Io rispondo speriamo! Il bel gioco da sempre una mano".

Sull’Ascoli: "Ho visto qualche mio vecchio compagno, ma ormai sono davvero pochi quelli rimasti in squadra. Ma io preferisco parlare del Torino, e del Torino del presente. Voglio dimenticare quegli ultimi miei 6 mesi, molto difficili, e voglio ripartire da qui e sono a completa disposizione del mister".

Termina ora la conferenza di un Belingheri che da l’idea di aver ritrovato il sorriso sulle labbra. Un bel segnale, sintomo di chi, nonostante un periodo difficile, abbia veramente voglia di misurarsi con questa piazza in questo rifondato ambiente.

(Foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy