Colombo: ‘Non ci manca il carattere’

Colombo: ‘Non ci manca il carattere’

di Edoardo Blandino

Agli ordini di Charalambopoulos, ma sotto la supervisione attenta di De Biasi, si è svolta la seduta mattutina di allenamento sul campo secondario, mentre quello principale sembra vicino al possibile riutilizzo. Al termine dei lavori si è presentato in Sala Stampa Colombo. Il terzino-centrocampista ha parlato del momento della squadra e della partita di domenica sera….

Commenta per primo!
di Edoardo Blandino

Agli ordini di Charalambopoulos, ma sotto la supervisione attenta di De Biasi, si è svolta la seduta mattutina di allenamento sul campo secondario, mentre quello principale sembra vicino al possibile riutilizzo. Al termine dei lavori si è presentato in Sala Stampa Colombo. Il terzino-centrocampista ha parlato del momento della squadra e della partita di domenica sera.

Colombo, che effetto fa passare dall’Albinoleffe agli scontri con il Milan?
Fa un po’ di effetto. Abitavo vicino a Milanello, da piccolino con i miei amici andavamo a vedere gli allenamenti e allo stadio. Contro i rossoneri avevo già fatto 20 minuti, ma adesso è un momento diverso per me. Andremo in campo cercando di fare punti.

Come si trova in questa posizione?
Ho sempre fatto tanti ruoli in carriera. Questo l’ho ricoperto per tanti anni e sono abituato, ma mi trovo bene anche terzino. Mi piace giocare a centrocampo perché posso spingermi in attacco e anche segnare. Vediamo, tanto poi decide il mister.

A proposito, che sensazione è segnare?
Io in carriera non ho mai fatto tanti gol. A Catania è stato splendido, quando vedi la palla in rete non pensi a nulla, è solo una soddisfazione immensa, sei contento. È un’euforia molto diversa da quelle che puoi provare in altre circostanze.

Però alla fine avete perso.
A Catania è stata una bella partita. Noi abbiamo avuto altre occasioni dopo il 3-2. Dite che è una partita paragonabile a quella contro la Sampdoria? Non credo si possano fare similitudini, perché ogni gara è una storia a diversa. Quello che rimane sono gli zero punti in due partite giocate bene. In ogni caso non ci è mancato il carattere.

Si spieghi meglio.
Non credo che ci siano mancate le palle in queste partite, perché fino al 90’ siamo sempre aggressivi e non togliamo mai la gamba per paura di farci male. Siamo combattivi fino alla fine. Ci è mancato la freddezza sotto porta e la tranquillità a difendere. In questo periodo ad ogni sbaglio veniamo punti.

La difesa non è sembrata impeccabile ultimamente.
Non siamo mai riusciti ad allenarci bene tutti. Questo ha condizionato tutta la squadra e tutti i difensori. In ogni caso non è solo colpa della difesa. Magari noi centrocampisti potevamo coprire di più e le punte non hanno pressato abbastanza. Abbiamo sbagliano tutti, ma in ogni caso dobbiamo fare di più.

Da quanto è arrivato al Toro, c’è qualche giocatore che l’ha impressionata particolarmente?
Non conoscevo è Stellone e devo dire che ha della grandi doti. Con i mezzi che ha potrebbe fare ancora di più di quanto non ci sia riuscito fino ad oggi. Poi c’è Rosina, ma non lo scopro adesso, lo dicono i fatti e le grandi prestazioni che ha fatto in carriera.

A proposito di compagni, l’inserimento in squadra come procede?
Direi bene. Adesso è un periodo con cui sto giocando con continuità e sono molto contento. Mi sto inserendo bene, metto le mie doti al servizio della squadra. Poi quando hai la fiducia dell’ambiente riesce tutto più facile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy