Colombo verso la riconferma

Colombo verso la riconferma

di Edoardo Blandino

Squadra che vince non si cambia. Sembra essere questo il motto degli ultimi tempi in casa granata. In realtà la squadra che vince in alcune occasione è costretta a cambiare per necessità, a causa di squalifiche o infortuni. Questo può essere stato l’ordine del giorno delle passate settimane, ma adesso che stanno tornado tutti disponibili ed arruolabili,…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino

Squadra che vince non si cambia. Sembra essere questo il motto degli ultimi tempi in casa granata. In realtà la squadra che vince in alcune occasione è costretta a cambiare per necessità, a causa di squalifiche o infortuni. Questo può essere stato l’ordine del giorno delle passate settimane, ma adesso che stanno tornado tutti disponibili ed arruolabili, ecco che De Biasi ha l’effettiva facoltà di scegliere se continuare con gli stessi uomini, oppure cambiare qualcosina. È comunque probabile che l’unico avvicendamento rispetto alla gara contro il Palermo sia il portiere: Sereni ha recuperato e dovrebbe essere in campo. Confermati quindi gli altri dieci undicesimi. Il tecnico granata si affiderà alla collaudata linea mediana, diretta abilmente da Dzemaili e ci sarà spazio ancora un volta per Colombo a centrocampo, non straripante fino ad oggi, ma in ripresa nelle ultime uscite. Il terzino acquistato in estate sta trovando la continuità necessaria per fare bene, anche grazie alla fiducia che l’ambiente gli sta dando. De Biasi ha avuto il merito di trovargli una collocazione tattica importante nello scacchiere granata. In molti avrebbero proposto Colombo in difesa, avanzando Diana sulla linea mediana, come successo in alcune gare, ma l’allenatore di Sarmede ha capito che il calcio non è una semplice operazione matematica e che invertendo l’ordine degli addendi il risultato sarebbe cambiato. Ecco che il laterale ex Palermo è rimasto inchiodato nella sua posizione, mentre il compagno di squadra, arrivato questa estate dall’Albinoleffe, è stato avanzato. In difesa non ci si può mai permettere distrazioni, perché anche la palla più innocua può essere trasformata in gol, invece, a centrocampo, serve un lavoro diverso ed una minima disattenzione non viene per forza pagata cara. Queste ultime, sono stato partite importanti per i granata: giocate bene e con risultati globalmente soddisfacenti. Finora il tecnico ha avuto ragione nelle scelte. Oggi sapremo se De Biasi si è dimostrato nuovamente all’altezza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy