Comi: ”Arbitri? Non ci sentiamo affatto vittime”

Comi: ”Arbitri? Non ci sentiamo affatto vittime”

Un incontro, quasi, a sorpresa quello organizzato dal Torino Fc. Il…
  @ManoloChirico
Commenta per primo!
Un incontro, quasi, a sorpresa quello organizzato dal Torino Fc. Il direttore generale Comi si presenta davanti ai giornalisti per fare il punto della situazione, riuguardo l’operato dei direttori di gara in campionato.
 

I NUMERI E I RIGORI – ”Dieci rigori contro e quattro a favore? Sono numeri che fanno riflettere. Non a caso tutte le testate hanno messo al centro questo aspetto. Pensiamo di avere una squadra che cerca un gioco propositivo e questi numeri, figli anche della casualità, fanno riflettere eccome. Sono episodi che possono capitare, però a Roma e Cagliari ci sono state situazioni parecchio dubbie”.

 

RISPETTO PER LE ISTITUZIONI – ”Abbiamo grande rispetto delle istituzioni e per gli arbitri. Anche per il loro operato. Siamo una società che non cerca alibi. E abbiamo una squadra che sta facendo un campionato eccezionale”.

 

DEL TORO NON PARLA NESSUNO – ”Si parla molto di fairplay e il Toro vuole portare avanti una certa linea. Non è questione di tacere o alzare la voce. Credo che l’arma vincente sia il lavoro. Certo ci aspettiamo da tutti un po’ di rispetto per il nostro operato”.

 

PARITA’ DI TRATTAMENTO – ”Purtroppo qui si entra in un contesto difficile da gestire e commentare. L’arbitro interpreta a seconda delle situazioni. Non ci sentiamo vittime da nulla, se non del caso. Siamo sereni e non vogliamo creare un clima ostile. Come vuole la storia e l’identità granata. Non ci sentiamo cornuti e mazziati. Certi errori possono capitare, sbagliano i calciatori, sbagliano le società e a volte sbagliano anche gli arbitri”.

 

I GIUSTI ARBITRI – ”Non è vero che non abbiamo mai parlato, ma lo abbiamo fatto con i giusti toni, senza esagerare e creare un clima poco sereno. Con Braschi? In passato abbiamo parlato in maniera cordiale, positiva e corretta. Con i giusti toni. Occorre creare il giusto rapporto con le diverse istituzioni”.

 

FAVORI E SFAVORI – ”Non siamo qui a parlare di favori o sfavori. E neppure di compensazione. Esistono gli errori e vanno messi in conto. Vanno accettati. Detto questo il Toro è vicino ai propri tesserati. Mai un errore a favore del Toro? Mi sono già espresso in questo senso, sono situazioni che possono capitare nell’arco di una stagione calcistica. Sono situazioni che si verificano da sempre nel calcio e vanno accettate per come sono. Il messaggio è che il Toro è vivo più che mai, per meriti propri e non altro”.

 

CAIRO VICINO – ”Il presidente è più vicino che mai. Lo dimostrano le diverse iniziative anche per il pubblico che contro il Palermo potranno acquistare biglietti a prezzi popolari, con sconto famiglia. Dagli arbitri ci aspettiamo la giusta attenzione e non di più”.

 

I NOSTRI ARBITRI – ”A grandi linee la qualità non è cambiata. Credo che ancora oggi gli arbitri italiani siano i migliori d’Europa. Una protesta simbolica da parte del pubblico? Sono liberi di fare quello che vogliono, ma sempre in maniera civile”.


ELEGANZA E CLASSE – ”Il nostro stile coincide con l’eleganza e lo stile pacato mostrato nei toni con cui abbiamo dimostrato il nostro pensiero. Questo ci deve distinguere dagli altri, sempre”.

 

Manolo Chirico (parlane con me su twitter @ManoloChirico)
 

(Foto D.Fornero)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy