Coppa Italia, Juventus-Torino: derby tra turnover e scelte sicure

Coppa Italia, Juventus-Torino: derby tra turnover e scelte sicure

Verso il Derby della Mole / Allegri verso il modulo a specchio, Toro con la formazione migliore

Formazioni Bruno Peres

Domani è il grande giorno: Torino e Juventus si sfidano per raggiungere i quarti di finale di Coppa Italia, in un derby dalla posta in palio alta e dall’esito tutt’altro che scontato. Sia Allegri sia Ventura stanno preparando al meglio i propri giocatori in vista dell’importantissimo impegno, ed entrambi potrebbero riservare sorprese di formazione.

TURNOVER JUVENTUS – Il tecnico bianconero dovrebbe optare per il modulo a specchio, cercando di attaccare il Torino con la stessa arma cara a Ventura. Più difficile che la Juventus si schieri con il 4-3-3, che garantirebbe grande fantasia, ma aumenterebbe il rischio di soffrire il gioco dei granata in ripartenza. Entrambe le opzioni sono comunque potenzialmente percorribili, anche se la più probabile dovrebbe essere la prima. Allegri concederà minutaggio a chi ha avuto meno spazio finora: Neto e Rugani rileveranno Buffon e uno tra Chiellini e Barzagli, mentre le fasce dovrebbero essere presidiate da Alex Sandro e Lichtsteiner, in pole su Cuadrado, che potrebbe però essere schierato in caso di 4-3-3 in luogo di un difensore centrale. A centrocampo Marchisio va verso la riconferma, con Sturaro, Hernanes e Padoin, per due posti, che reclamano una chance. Possibile l’esclusione di Pogba. Davanti pronti Morata e Zaza, probabile panchina per Mandzukic e Dybala almeno dall’inizio in questo derby.

Massimiliano Allegri dovrebbe giocarsi la carta 3-5-2 nel derby Juventus-Torino
Massimiliano Allegri dovrebbe giocarsi la carta 3-5-2 nel derby

SQUADRA CHE VINCE… – … Non si cambia, o almeno si cambia poco. Ventura, infatti, non si lascerà andare al turnover, schierando la formazione potenzialmente migliore, con Ichazo che però dovrebbe partire dal 1’ al posto di Padelli. In difesa il trio dovrebbe essere quello titolarissimo formato da Moretti-Glik-Bovo, mentre le fasce saranno di Bruno Peres (che sarà assente domenica contro l’Udinese per squalifica) e dello stacanovista Molinaro. A centrocampo, la scelta – poi non concretizzata causa nebbia – di schierare Gazzi titolare a Reggio Emilia porta alla pista Vives, che sarà affiancato da Acquah e Baselli. Fabio Quagliarella, infine, vuole tornare a segnare proprio alla sua ex squadra, e Maxi Lopez dovrebbe essere il candidato ideale per assistere il numero 27 nell’azione offensiva, anche se Belotti scalpita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy