Torino-Fiorentina 0-0: nel primo tempo vince l’equilibrio

Torino-Fiorentina 0-0: nel primo tempo vince l’equilibrio

Al 45′ / Il primo tempo finisce a reti bianche: lamentele della Fiorentina per un presunto calcio di rigore non assegnato

di Nicolò Muggianu

Finisce 0-0 il primo tempo di Torino-Fiorentina, match valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Grande equilibrio in campo, anche se è la Fiorentina la squadra ad essersi resa più pericolosa in questa prima frazione di gioco. L’importanza del match si vede nelle scelte dei due allenatori: Mazzarri vara il miglior undici a disposizione e Pioli lancia Muriel (all’esordio in maglia Viola) dal primo minuto.

AVVIO – La Fiorentina parte subito forte e prova ad alzare il pressing sin dai primi minuti di gioco. La prima vera occasione su azione però è del Toro: bel fraseggio al 4′ di gioco tra Falque, Baselli e De Silvestri con quest’ultimo che scodella un bel pallone in mezzo per Aina. Il terzino di proprietà del Cheldea impatta bene, ma spedisce alto. L’occasione migliore per la Fiorentina capita al 19′: Mirallas scappa sulla destra, il pallone sembra essere uscito, ma l’assistente di Abisso non lo segnala. L’azione si sviluppa con un cross velenoso di Biraghi dalla sinistra, con Aina che salva un gol fatto con una diagonale perfetta.

POLEMICHE – Sullo sviluppo del corner seguente l’episodio dubbio di questo primo tempo: presunto fallo di mani in area di Meité. Inizialmente Abisso lascia correre, poi arriva il check e allora il direttore di gara siciliano decide di consultare l’home field review. Dopo qualche minuto arriva la decisione: non è calcio di rigore e cartellino giallo a Benassi per proteste. Episodio che farà discutere a fine partita. Il Torino prova a chiudere in avanti, ma l’ultima occasione pericolosa della prima frazione porta la firma di Veretout: tiro pericoloso dal limite dell’area di rigore respinto da Sirigu. Sirigu che si ripete anche in pieno recupero su tiro di Benassi. La prima frazione di gioco termina a reti bianche: grande equilibrio in campo e spettro dei tempi supplementari su questo ottavo di finale di Coppa Italia. Si deciderà tutto nei secondi 45′.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13773864 - 5 mesi fa

    Possibile che allenatore, dirigenti, presidente non vedano ciò che è sotto gli occhi di tutti? Manca un giocatore con piedi buoni in mezzo al campo, senza il quale non siamo in grado di fare gioco se non intasare le fasce, peraltro con una lentezza esasperante. Lo schema attuale può al massimo funzionare (e non sempre) in trasferta, quando possiamo sfruttare il contropiede. Altrimenti è il nulla. Altro che Europa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ardi - 5 mesi fa

    Serve un centrocampista di valore come il pane un trequartista che velocizzi e illumini il gioco. Altro che tenere la rosa così. Non ci andiamo in Europa senza gioco d attacco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tommyy - 5 mesi fa

    Non regna l’equilibrio ma la confusione. Nessuna azione creata dal toro, solo qualche palla messa in mezzo non sfruttata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mario66 - 5 mesi fa

    Onestamente meglio la fiore. Da noi troppi sotto tono in particolare lago che mi sembra fuori partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawn - 5 mesi fa

    Equilibrio è quando due squadre stanno in equilibrio e giocano da una parte e dall’altra, qua nessuno fa niente e cmq la fiore ha fatto più tiri, più falli, più azioni e più corsa.
    Per il momento molto deluso, se non cambia qualcosa l’unica speranza sono i rigori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcohelg_385 - 5 mesi fa

      magari fossimo andati ai rigori……………. mamma mia vediamo cosa’ dira mazzarri si attacchera al gol annullato a de silvestri

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy