Crotone-Torino 0-2: bum bum Belotti firma tre punti pesanti

Crotone-Torino 0-2: bum bum Belotti firma tre punti pesanti

Triplice fischio / La decide il Gallo con una doppietta. Questa squadra sa vincere anche quando non convince

12 commenti

Dopo un primo tempo fatto di tanto possesso (77%) ma poca concretezza (1 solo tiro in porta) per Moretti e compagni, Crotone e Torino rientrano in campo dopo aver ricevuto le indicazioni di Nicola e Mihajlovic. E il tecnico serbo sembra essere stato particolarmente convincente, perché i granata appaiono subito più convinti nel loro tentativo di approcciare la porta avversaria. I pitagorici però continuano a non voler fare da comparsa e mantengono solido il proprio muro difensivo: Belotti è seguito come un’ombra dai due centrali e non riesce mai a ricevere il pallone fronte alla porta.

Al 14′ Mihajlovic prova a scuotere l’incontro inserendo Martinez al posto di Iago Falque e cambiando la disposizione dei suoi, con il passaggio al 4-3-1-2: Belotti e il venezuelano punte, Ljajic alle loro spalle. La sostanza, però, rimane immutata, e i granata non riescono a sfondare, mentre in difesa giganteggia Castan, bravo sia nella lettura delle traiettorie sia nell’uno contro uno. Al 25′ Martinez si becca un giallo, mentre Obi rileva Baselli. Poco dopo, altro brivido per Hart, quando Rossettini chiude su Simy (subentrato a Palladino) di testa a pochi metri dalla porta. Il Toro allora ci prova in contropiede, ma Ljajic alla mezz’ora calcia fuori dopo essere rientrato sul destro.

Con il passare dei minuti il Toro sembra crederci di meno, e allora Mihajlovic prova il tutto per tutto, passando al 4-2-3-1 con Boyé al posto di Benassi: Ljajic resta dietro a Belotti, mentre l’argentino di posiziona a destra. Sarà il cambio tattico, sarà il messaggio, ma il Toro si sblocca: taglio della punta azzurra in leggero fuorigioco su un filtrante dello stesso Ljajic e Cordaz beffato. Il Crotone reagisce e Rossettini rischia trattenendo in area Falcinelli. I granata però decidono che può bastare così: ancora Belotti – sempre Belotti – raccoglie un rimpallo a favore di Boyé e trafigge i pitagorici sul primo palo, di nuovo di sinistro. Moretti e compagni così archiviano una partita più difficile del previsto – ci pensa Hart con un doppio intervento a spegnere le residue velleità calabre nel finale – ma tornano a Torino con le tasche piene, anche se in trasferta va ancora sistemato qualcosa. Meno male che c’è Belotti.

12 commenti

12 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. mauro69 - 2 settimane fa

    Superstracontento per questa vittoria strappata con i denti.
    Non me ne può fregar di meno se Belotti ein fuorigioco sul primo gol, quante volte abbiamo perso per dei gol in fuorigioco?
    Forza ragazzi, mai come quest’anno possiamo puntare a traguardi ambiti, vietato sprecare questa occasione. Crediamociiiiiiiiiii

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fgbomp - 2 settimane fa

    Belotti: speriamo che non ci portino via anche questo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. luna - 2 settimane fa

    Partite come questa si vincono anche con la fortuna, si dice che “aiuta gli audaci”, nulla da rimproverare ai ragazzi ma credo che bisognava cambiare il modulo molto prima e i primi due cambi sono stati quantomeno opinabili.
    Mi aspettavo la sostituzione di Baselli a favore di Lopez, il secondo (visto che l’intasamento di centrocampo non ci permetteva di arrivare alla conclusine) Boyè per Falque.
    Comunque contentissimi di prestazioni di carattere come questa.
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nick - 2 settimane fa

    Partite come questa ci insegna molte cose, tra cui il gallo erede di Ferrante. Lo dicevo e speravo l’anno scorso, sta diventando realtà. FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Riccardo.Saccotelli - 2 settimane fa

    Per adesso mi godo Joe Hart: il ragazzone inglese con una maglia color d’altri tempi sta saltando in groppa a Benassi e a Baselli che sta in groppa a Belotti e incita col suo ormai virale KMOOOOON tutta la truppa. E per un attimo vedo belle facce granata sugli spalti,una sciarpa messa al contrario (ma vedo la scritta Puglia). Siamo tutti parte della truppa, come quando ci va male. Ma oggi va bene, atz se va bene. E chi volesse criticare ancora…prego si accomodi, lo faccia pure, porta bene si vede. Martinez doveva segnare, pazienza. Poi quando ho visto il loro africano segnare (ma non era gol, me l’han detto subito e ho riaperto gli occhi) allora mi son detto la solita cosa: “Gol sbagliato gol subito”. Infatti Boyè ci ha pensato subito. Tutti con ste B. Dopo tanti anni di B si vede che ce la meritiamo questa nidiata (gnà) di B.
    Baselli, Benassi, Belotti, Boyè, Obi, Baxi Lopez, Bartinez, basta che abbiano una B e da noi diventano campioni!
    Poche balle: quando il Toro vince con un velato fuorigioco una partita qualsiasi è festa patronale, cari miei. Vuol dire che finalmente la legge dei grandi numeri (che nessuno sa cosa atz sia veramente anche perchè nessuno l’ha mai scritta:-) ci sta restituendo almeno una parte di quanto ci ha tolto. KMOOOOOOON ‘NDUMA ANANS!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Riccardo.Saccotelli - 2 settimane fa

      Errata corrige: l’hanno scritta. La legge dei grandi numeri. Me lo ha scritto un mio amico fisico. Si chiama teorema di Bernoulli: giusto per non trassare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Frank Toro - 2 settimane fa

    Abbiamo vinto con un goal in fuorigioco ma la squadra oggi era in evidente difficoltá contro un avversario che si chiude. È il nostro limite di quest’anno. Abbiamo sofferto più contro Empoli Pescara Udinese Crotone e Atalanta che contro le più quotate. Non abbiamo subito goal e questo è un buon segnale. Il campionato è lungo e sarà importante l aspetto caratteriale proprio in queste partite apparentemente abbordabili. Siamo settimi ma Fiorentina e Inter rientreranno quindi non molliamo e crediamoci!!!
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. FVCG'59 - 2 settimane fa

    3 punti pesantissimi, in quanto immeritati: che siano di buon auspicio per il futuro!
    Così però non si va molto lontano: piedi per terra, umiltà e tanto lavoro nella testa e sulle gambe dei giocatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. miele - 2 settimane fa

    Ricordando Carpi dell’anno scorso, dico che va bene così. Forza ragazzi, dovete solo essere un po’ più consapevoli delle vostre possibilità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. The Mtrxx - 2 settimane fa

    Certo che e’ dura quest’anno pur vincendo oggi la roma si e’ fatta fregare dall’atalanta.
    han vinto tutte davanti e dietro, a parte la roma.. e siamo a 4 punti dalla seconda.. classifica cortissima la davanti..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. The Mtrxx - 2 settimane fa

    Vince ma non convince, ricordiamo che Juve e Inter hanno vinto scudetti in questo modo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. giancator - 2 settimane fa

    …se vinciamo partite come questa…ragazzi è il nostro anno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy