Crotone-Torino, attenti a quei tre: Palladino, Trotta e Falcinelli

Crotone-Torino, attenti a quei tre: Palladino, Trotta e Falcinelli

Verso la partita, gli avversari più pericolosi / L’ex juventino giocherà un suo personale derby, mentre l’ex City ha già segnato ai granata nella scorsa stagione

3 commenti

Il Torino, domenica prossima alle 15.00, sfiderà all’Ezio Scida il Crotone di Nicola, ultimo in classifica con una delle difese peggiori della Serie A. Una partita piena di motivazioni e ricca di sentimenti, soprattutto da parte dei granata, i quali non espugnano lo stadio dei pitagorici dal lontano 2001. La sfida di domenica potrebbe essere inoltre un’ occasione per lanciare un chiaro segnale alla altre pretendenti per un posto in Europa. Vediamo quali saranno, nel Crotone, i giocatori da tenere d’occhio: parliamo di due promettenti attaccanti centrali e di un esterno offensivo, vecchia conoscenza del calcio italiano.

Crotone-Torino, i precedenti allo Scida: per i granata una vittoria in sette precedenti

I tre giocatori più pericolosi degli Squali sono Diego Falcinelli, Trotta e Palladino. Il primo, di proprietà del Sassuolo, ha siglato sin qui ben 3 reti, realizzando anche un assist. Un discreto contributo il suo, che però non sin qui non è abbastanza per aiutare i rossoblù ad uscire dalle difficoltà di classifica. L’altro pericolo per i granata è Marcello Trotta, attaccante anch’egli di proprietà del Sassuolo in prestito alla squadra calabrese. In 6 presenze, la punta del Crotone ha messo a segno 2 reti, partendo titolare, in questo campionato, in soltanto 5 occasioni. Nelle ultime 3 partite però, il giovane giocatore ha giocato in tutte le occasioni da titolare, siglando anche un’importante rete contro il Chievo Verona. Il Torino se lo ricorda bene in quanto, nella scorsa stagione, ha segnato al Grande Torino con la maglia del Sassuolo: nei minuti finali della sfida tra un Torino di Ventura decisamente in calando e i neroverdi di Di Francesco segnò in contropiede la rete che chiuse la partita.

Il più anziano dei tre è invece Raffaele Palladino, un classe ’84 con tanta esperienza nel campionato italiano. In 11 presenze l’ex Parma ha realizzato soltanto una rete, non rendendosi di grande aiuto per le sorti della squadra calabrese. La difesa granata, domenica prossima, dovrà dunque contrastare un reparto d’attacco dei pitagorici non ancora ingranato del tutto, il quale però, come un vulcano dormiente, potrebbe esplodere da un momento all’altro.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 settimane fa

    Dei tre il più pericoloso perchè più in condizione degli altri mi sembra Trotta ma non stiamo certo parlando del trio delle meraviglie del Barcellona.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. toiomeroni - 2 settimane fa

    I due giovani in prestito dal Sassuolo non mi sembrano dei fenomeni e l’ex-pigiama ha dimostrato non molto nella sua carriera. Però la palla è sempre rotonda e quindi rispetto x tutti e paura di nessuno. Lo stadio sarà una bolgia, ma se i nostri ragazzi faranno quello che sanno fare…..
    Spero solo che non la prendano sottogamba altrimenti sono dolori.
    FORZA TOROOOOO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ex calciatore - 2 settimane fa

    Ma possibile che ogni settimana incontriamo attaccanti che sono dei fenomeni,e in difesa come sono messi questi squali?Sono già preoccupato per gli attaccanti del Chievo,prepariamoci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy