Da ex per lasciare il segno

Da ex per lasciare il segno

di Roberto Maccario – Difendere la porta di una delle squadre ammazza-campionato per poi non essere riconfermato e doversi nuovamente confrontare con  la serie BWIN: nel calcio capita anche questo, ma Nando Coppola non è uno che si fa spaventare dalle sfide e questa sera all’ Artemio Franchi andrà in cerca di una piccola rivincita personale.
Dopo un torneo da protagonista nel Siena tritatutto di Antonio…

Commenta per primo!

di Roberto Maccario – Difendere la porta di una delle squadre ammazza-campionato per poi non essere riconfermato e doversi nuovamente confrontare con  la serie BWIN: nel calcio capita anche questo, ma Nando Coppola non è uno che si fa spaventare dalle sfide e questa sera all’ Artemio Franchi andrà in cerca di una piccola rivincita personale.
Dopo un torneo da protagonista nel Siena tritatutto di Antonio Conte, il portierone napoletano di proprietà del Milan non è stato infatti confermato dalla società toscana, affidatasi a Brkic, e si è così accasato a Torino, nel nuovo Toro di Giampiero Ventura, in cerca di un estremo difensore abile con i piedi.
Quella di stasera per lui sarà una partita un po’ diversa rispetto a quella di tutti i suoi compagni, in quanto vuole dimostrare al Siena di essersi sbagliato a non aver più fatto affidamento su un numero uno di grande esperienza come lui.
Non si tratta però del classico ex dal dente avvelenato in quanto non c’è stata nessuna polemica al momento del suo addio ai bianconeri, solo una sana voglia di rivincita sportiva, per prendersi una bella soddisfazione ed iniziare la nuova stagione nel migliore dei modi dopo il successo contro il Lumezzane.

(Foto M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy