D’Ambrosio, 110 volte Toro

D’Ambrosio, 110 volte Toro

Un’avventura iniziata alla grande, seguita da una stagione di grande difficoltà, riscattata prontamente con due campionati da protagonista, con una promozione e una salvezza.
 
ALTALENA…
Commenta per primo!
Un’avventura iniziata alla grande, seguita da una stagione di grande difficoltà, riscattata prontamente con due campionati da protagonista, con una promozione e una salvezza.
 
ALTALENA DI EMOZIONI- Questa è la parabola granata di Danilo D’Ambrosio, arrivato a Torino dalla Lega Pro Seconda Divisione nel gennaio del 2010 in quella che sembrava una bella favola di sport.
Una favola su cui si è abbattuta la negativa annata sotto la guida di Franco Lerda unita ai fischi dei tifosi, fischi che si sono poi lentamente trasformati in applausi grazie al monumentale lavoro tecnico, tattico e psicologico di Giampiero Ventura e soprattutto grazie alla voglia del ragazzo di non mollare mai e di dimostrare di meritarsi palcoscenici così importanti.
 
SENZA MAI MOLLARE- D’altra parte chi arriva dal basso sa bene che un’occasione del genere non capita tutti i giorni e fa di tutto per difendere il suo sogno.
D’Ambrosio è ora uno dei migliori terzini della serie A, adattabile a destra e a sinistra e che nel nuovo 3-5-2 granata ha trovato la sua dimensione ideale.
La fascia di capitano gli è stata soffiata da Kamil Glik, altro idolo della tifoseria, ma le 110 presenze in maglia granata che festeggerà domenica sera contro l’Inter ne fanno di diritto uno dei simboli dell’era Cairo.
 
ROVINARE LA FESTA INTERISTA- Contro i nerazzurri sarà una partita difficile e particolare, con la società milanese reduce da uno storico passaggio di consegne: al timone del club per la prima volta dopo quasi vent’anni non ci sarà più Massimo Moratti ma l’indonesiano Erick Thohir, pronto a ridare alla grande Inter una dimensione mondiale.
Anche D’Ambrosio però deve festeggiare, ed è pronto a farlo insieme a tutti i suoi compagni, rovinando la festa al nuovo presidente interista e rimandando il momento dei suoi primi punti italiani.
Danilo dunque si appresta a tagliare un traguardo importante, con un po’ di emozione ma con un occhio anche al rinnovo del contratto e…a Mazzarri?
 
Roberto Maccario
 
 
Foto Campo
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy