D’Ambrosio e Darmian, da compagni nel Toro ad avversari

D’Ambrosio e Darmian, da compagni nel Toro ad avversari

Verso Inter – Torino / Per i due terzini scelte diverse, ora si troveranno di fronte in un match tutto da vivere

Commenta per primo!

Da compagni di squadra ad avversari. Questa è la storia di Danilo D’Ambrosio e Matteo Darmian, fino a metà dello scorso anno insieme nell’ottimo Toro di Ventura e ora separati, con l’ex terzino della Juve Stabia che milita nell’Inter di Mancini.

Domenica i due saranno di fronte, in uno scontro tra fluidificanti destri tutto da vivere.

DANILO D’AMBROSIO – Arrivato al Torino nel mercato di gennaio del 2010, proveniente dalla Juve Stabia, che all’epoca militava addirittura in Lega Pro 2, D’Ambrosio disputò una seconda parte di stagione da sogno, essendo un debuttante in serie B ma giocando con il piglio di un veterano. Poi, sotto la guida di Franco Lerda, l’anno successivo il terzino napoletano classe 1988 ebbe un campionato di appannamento, giocando decisamente sotto i suoi livelli abituali. La rinascita avvenne però con Ventura, che ne fece uno dei perni della promozione in serie A nel 2012 e uno dei migliori nelle due stagioni successive, fino al trasferimento all’Inter nel gennaio 2014, vissuto come un tradimento dalla tifoseria del Torino, con cui ora i rapporti di D’Ambrosio sono piuttosto freddi.
A Milano la prima parte della sua esperienza, è inutile negarlo, non è stata esaltante, con tanta panchina e tanto anonimato. Nell’ultimo periodo però, con l’avvicendamento Mazzarri – Mancini in panchina, D’Ambrosio sembra essersi rigenerato, traendo giovamento dal nuovo modulo con la difesa a quattro (4-2-3-1, prima si giocava con il 3-5-2) e conquistandosi piano piano un posto importante. Se ha fatto o meno la scelta giusta lo dirà solo il futuro.

MATTEO DARMIAN – Di un anno più giovane del collega che si troverà di fronte domenica, negli ultimi tempi Darmian ha avuto una sorte decisamente migliore. Sempre titolare, grazie alle sue ottime prestazioni si è guadagnato la Nazionale in pianta stabile, con l’avventura brasiliana in cui è stato uno dei pochi a salvarsi. Fin qui praticamente sempre presente e vero e proprio stakanovista della difesa granata, l’ex terzino del Palermo non ha quasi mai deluso, sia a destra sia a sinistra, mettendo a segno anche un gran gol contro il Parma. Dopo la sfida di Cesena ha accusato qualche problemino al ginocchio, ma per domenica dovrebbe farcela, pronto per il confronto con l’ex compagno di squadra. Fino a questo momento la scelta di Darmian di rimanere al Torino, dove svolge ottimamente la fase offensiva e quella difensiva, si sta rivelando vincente ma, anche qui, ai posteri l’ardua sentenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy