De Biasi: ‘Voglio solo la vittoria’

De Biasi: ‘Voglio solo la vittoria’

Borgaro (To) – Nell’allenamento della vigilia usa il bastone e la carota. Carezze e urli (terrificante quello rivolto a Doudou per una protesta nella partitella fra titolari e riserve): Gianni De Biasi ha voluto tenere alta la tensione fino all’ultimo, sciogliendo le riserve sugli undici che inizieranno al “Bentegodi” solo sabato mattina. Confermata davanti la coppia Muzzi-Abbruscato, sulle fasce Lazetic a destra,…

Borgaro (To) – Nell’allenamento della vigilia usa il bastone e la carota. Carezze e urli (terrificante quello rivolto a Doudou per una protesta nella partitella fra titolari e riserve): Gianni De Biasi ha voluto tenere alta la tensione fino all’ultimo, sciogliendo le riserve sugli undici che inizieranno al “Bentegodi” solo sabato mattina. Confermata davanti la coppia Muzzi-Abbruscato, sulle fasce Lazetic a destra, Ferrarese a sinistra. Rientro in difesa di capitan Brevi, al cui fianco ci sarà Melara. Il quadro dei ballottaggi si completa con la scelta di Martinelli in luogo di Nicola, mentre Balestri ha recuperato dall’infiammazione al ginocchio e dunque Music – che era in preallarme – si accomoderà in panchina, come Stellone e Rosina.

De Biasi, come vede la squadra dopo la sosta?

“Le sensazioni della vigila le tengo per me. Spero solo che mentalmente non si faccia l’errore di sottovalutare il Verona, pensando di trovare una vittima sacrificale”

Cosa serve a questo Torino per tornare a casa con la vittoria?

“Cuore e determinazione”

E magari un po’ più di cinismo sotto porta…

“Sprecare non fa parte della mia mentalità, anche nella vita. Chi va in campo deve essere pronto fisicamente e bravo a intuire le giocate degli avversari in anticipo. Se no marca male”

Muzzi giocherà sempre alle spalle di Abbruscato?

“Roberto farà la punta come nella prima parte della stagione. Ciò che conta è che la squadra rimanga corta e dia tutto quello che ha. Se qualcuno avrà il fiatone lo toglierò”

Stellone pare in gran forma eppure va in panchina. Perché?

“Sta crescendo ogni settimana di più. Però noi siamo un gruppo e io scelgo chi mi dà le garanzie maggiori. D’altro canto entrando a partita in corso ha sempre fatto bene”

E Rosina?

“Idem come sopra. In più devo tenere presente l’equilibrio tattico della squadra”

Se domenica sera il distacco dal Catania fosse invariato, possiamo mettere la parola fine sulla promozione diretta?

“A me interessa fare risultato pieno, da qui al termine del campionato. Poi alzeremo la testa e guarderemo la classifica”

Ficcadenti dice che il Verona è sfortunato, soprattutto per i rigori che gli fischiano contro…

“Se è per questo, noi ne abbiamo avuti pochi a favore rispetto ai tanti episodi dubbi in area avversaria”

Le polemiche dell’andata sono archiviate?

“Per noi di sicuro, in ogni caso la partita si deciderà in campo, non negli spogliatoi. Sarà dura: loro giocano per la salvezza, noi per l’obiettivo opposto”

Cairo ha detto che confermerà tutti il prossimo anno. E’ un modo per infondere fiducia nei momenti delicati?

“Il presidente mi aveva parlato di questa sua intenzione. Ed è un uomo che quando esterna dice quello che pensa, contrariamente a quanto avviene di solito nel nostro mondo. La squadra ha imparato a conoscerlo e sa che verrà gratificata una volta raggiunto l’obiettivo”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy