Derby a distanza e introiti Champions: la primavera calda della Roma

Derby a distanza e introiti Champions: la primavera calda della Roma

Verso Torino – Roma / Tante motivazioni accompagnano i giallorossi alla sfida dell’Olimpico

Tante motivazioni per la Roma di Rudi Garcia che domenica alle 15 all’Olimpico affronterà il Toro di Giampiero Ventura.

LA STRACITTADNA A DISTANZA –Lo scudetto è ormai irrimediabilmente sfumato in quanto la Juventus di Massimiliano Allegri appare irraggiungibile e in quanto i giallorossi, dall’inizio del 2015, hanno perso davvero troppi punti per strada.
La seconda piazza, però, è ancora ampiamente alla portata, e rappresenterebbe un traguardo per un doppio motivo.
Innanzitutto vincere il duello con la Lazio, che attacca il secondo posto, sarebbe un grande motivo di soddisfazione in una città dove i derby, anche a distanza, sono molto sentiti.

LE CASSE – La seconda ragione per centrare il secondo posto ( che vuol dire accesso diretto alla prossima Champions League) è di natura forse meno nobile ma non certo meno importante.
Arrivando nella massima competizione europea infatti nelle casse dei giallorossi arriverebbero circa 50 milioni di euro, un tesoretto non indifferente, che consentirebbe alla società di operare meglio sul mercato, comprando elementi di caratura internazionale e riuscendo a trattenere i pezzi da novanta che fanno gola a molti in Europa e che in caso di mancato accesso alla Champions molto difficilmente resterebbero nella Città Eterna.

LA FORMAZIONE – Insomma in questo finale di stagione la Roma si gioca molto, e il primo passo è quello dell’Olimpico di Torino.
Per l’occasione Garcia potrebbe riavere Totti, che per il secondo giorno consecutivo si è allenato con il gruppo. In alternativa, come centravanti, è pronto Iturbe, che ha fatto molto bene in questa posizione con il Napoli ( come ai tempi del River Plate) e ha propiziato il gol vittoria di Pjanic. Scarse, invece, le possibilità di vedere in campo l’ivoriano Doumbia. In difesa mancherà Torosidis per squalifica e molto probabilmente anche Maicon, a centrocampo non ci sarà Keita e, in attacco, Gervinho.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy