Derby, così Mazzarri ha ingabbiato Allegri: è un Toro maturo e organizzato

Derby, così Mazzarri ha ingabbiato Allegri: è un Toro maturo e organizzato

Il confronto / Mazzarri non riesce a fermare la Juve di Allegri, bella prova delle difese

di Redazione Toro News

Non si è giocato solo in campo il derby tra Torino e Juventus all’Olimpico Grande Torino e terminato 1-0 per i bianconeri a seguito del gol di Ronaldo su rigore; si è giocato anche e soprattutto sulle panchine occupate da Walter Mazzarri e Massimiliano Allegri, che con le loro scelte tattiche hanno influenzato l’andamento della partita, deciso comunque da una serie di episodi: il rigore concesso dal Torino in modo francamente clamoroso e quelli invece non visti, nè dall’arbitro Guida nè dal Var, in area bianconera. Ma i granata hanno giocato a lunghi tratti alla pari con la Juventus, una delle squadre più forti d’Europa; analizzare come ciò possa essere accaduto è sicuramente interessante in ottica futura.

I REPARTI IN CAMPO – Il Toro scende in campo con un 3-5-2, la Juve con un 4-3-1-2 con solo cinque confermati rispetto all’undici che aveva giocato a Berna in Champions League pochi giorni prima. Il Toro impernia la sua partita sulle certezze del trio difensivo. Nkolou chiude tutti gli spazi, Djidji è praticamente perfetto su un cliente non certo semplice come CR7, Izzo lotta per tutta la partita. E a centrocampo i granata sono bravissimi a metterla sul piano della lotta e del fisico, con giocatori come Rincon ad esaltarsi, approfittando di una certa imprecisione nella circolazione di palla bianconera. In avanti per i granata pesa certamente l’assenza di Iago, sostituito da un non certo uguale per caratteristiche Zaza, ma qualche occasione Belotti e compagni riescono a crearla. Mazzarri imposta un Torino che prova ad imporre il suo gioco senza timori: quella dei granata non è stata certo una partita solo difensiva, come conferma il dato del baricentro medio; 47,73 m quello del primo tempo, 47,85 quello della ripresa. Insomma, il Torino ha puntato su pressing a tutto campo, ha ingaggiato tanti duelli uno contro uno e ne ha vinti tanti puntando su una partita coraggiosa e fisica allo stesso tempo. L’atteggiamento è stato buono sin dall’inizio della partita; in campo i granata sono scesi in campo con lo spirito giusto, hanno tenuto il campo per 90’ e con attenzione hanno impedito alla Juventus (che comunque ha patito l’assenza di due giocatori al momento determinanti come Cancelo e Bentancur) di trovare il suo gioco.

Le pagelle di Torino-Juventus 0-1: Zaza imperdonabile. Izzo cuore Toro, Belotti lotta da capitano

I CAMBI  – Se Allegri non ne ha fatti (“Non c’era bisogno” ha detto), scelta forse dettata  dalla stanchezza della panchina, formata da 6/11 degli uomini scesi in campo a Berna, Mazzarri ne ha utilizzati tre. Il primo, obbligato, al 20’, quando Sirigu, a seguito di un dolore(rivelatosi essere successivamente un trauma contusivo lombo-sacrale) viene sostituito da Ichazo, che si renderà poi protagonista sfortunato in occasione del rigore decisivo di Ronaldo. Il secondo cambio arriva quasi subito dopo il gol annullato per offside ai bianconeri: al 75’ Mazzarri richiama in panchina Ansaldi, stanco e ammonito, per buttare nella mischia Parigini, sperando nella sua freschezza per portare attacchi alla Juventus; il terzo ed ultimo cambio arriva all’85’, quando il tecnico granata cerca di mettere ancora qualcosa in più in avanti: fuori un buon Aina per Berenguer, che si piazza a sinistra, con Parigini spostato a quel punto a destra. In generale, il tecnico per recuperare la partita ha optato per incrementare la spinta sugli esterni. Avesse avuto un terzo cambio a disposizione, lo avrebbe magari utilizzato per inserire una punta in più, come Edera.

Andrea Marchello

35 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granatissimo1973 - 4 mesi fa

    Visto Vanni? Vince anche la Roma, scaliamo di un’altra posizione in classifica…una giornatona per te…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 mesi fa

      Eh già, ci andava uno scienzato del pallone per dubitarlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mikc_345 - 4 mesi fa

    Nonostante il risultato, il Toro ha giocato alla pari con la squadra più forte d’Italia. Abbiamo perso solo per un episodio. Se la squadra si renderà conto di questo, forse questa partita sarà servita a qualcosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 4 mesi fa

      bravo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granatissimo1973 - 4 mesi fa

    Vanni e Hagakure venerdi notte hanno fatto un incubo, il Toro di Mazzarri vinceva il derby.

    Poi si sono svegliati tirando un sospiro di sollievo quando hanno capito di aver fatto solo un brutto sogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 mesi fa

      Io direi che l’incubo per il Toro purtroppo sono i fucsia come te, tendenti allo smorto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Hagakure - 4 mesi fa

      L’unioo incubo da cui cerco sempre di destarmi è quello di bracciamozze e della sua cairese.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 4 mesi fa

    Come ho scritto piu’ volte ormai, Miha perfetto per le partite in casa, WM perfetto per le partite fuori casa e contro le ‘big’.

    Non sono d’accordo con chi dice che gli allenatori contano poco, vedi Sarri al Napoli, ha creato Martens che quest’anno e’ scomparso, mentre Insigne e’ esploso con Ancellotti.

    Un allenatore puo’ fare la fortuna o il disastro di un singolo.

    A me pare che negli ultimi anni gasperini abbia fatto miracoli, sia con il genvoa (e quel vituperato niang) che con una squadra cmq modesta come l’atalanta.

    Basterebbe avere un allenatore che non faccia danni. Ventura negli anni migliori seppe tirar fuori il meglio da gente come Glick, Cerci, Immobile… Ma anche Darmian.
    Miha fece solo casino e a me non e’ mai piaciuto perche’ non si vedeva un ‘sistema’ di gioco, una razionalita’.

    WM ormai ha plasmato un toro molto solido, molto difensivo, molto attento, davanti gli manca qualcuno che la butti dentro, e’ da pazzi, da tifosi accecati dalla bandiera granata non rendersi conto di quanto sia diventato scarso il Gallo, perche’ se lui segnasse quest’anno, saremmo li a osannare tutti WM per il gioco sapiente, prendi pochi goals, fanne anche pochi ma fanne.

    WM si lamenta degli episodi e della concretezza che manca la davanti. Il suo gioco non sara’ mai dei piu’ spettacolari ma tre o quattro palle decenti al gallo arrivano ad ogni partita, e le sfuriate, le corse che ha fatto ieri manifestano una forma fisica ottima.

    E allora? E’ ancora un pelo bloccato dalla storia dei 100M, dall’essere nel giro della Nazionale, dal voler/poter giocare in squadre che sono nel giro della champions. Non si spiega altrimenti.

    Eppure ieri, proprio durante il derby pensavo, puo’ diventare un Maccarone del Torino o un di Natale al Toro. Perche’ alla fine la sua dimensione e’ questa, come Baselli, che e’ bravino ma non un fuori classe, o Iago che gioca solo di sinistro: se questi ragazzi capiscono che il Toro e’ la destinazione e non un punto di passaggio allora verrano amati per sempre e giocheranno alla grande e si toglieranno anche delle soddisfazioni cosi’ invece beh.. 10o posto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      Sarri fa crescere gli uomini, allora anche ventura… La realtà è diversa. Se hai del materiale umano da far crescere allora il mister può essere determinante in qualche caso ma se alla corte hai dei brocchi ben difficilmente il mister può fare miracoli. Altrimenti con sarri in nazionale si poteva vincere il mondiale…. In ogni caso se in squadra hai degli uomini prima ancora che dei professionisti sei avvantaggiato, se hai solo dei percettori di reddito senza arte ne parte hai voglia ad essere un buon allenatore…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granatadellabassa - 4 mesi fa

    La fase difensiva funziona, quella offensiva no.
    Questa è la situazione attuale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 mesi fa

      Beh? A parte gobbi e napoli, tanti pareggi e metà classifica. Siamo quadrati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Vanni - 4 mesi fa

    Forse molta gente non tiene i conti:
    la cairese quest’anno, dopo 16 partite, ha vinto solo contro la Samp al nostro livello. Le restanti 4 con il minimo scarto contro le corazzate Chievo, Frosinone, Spal e Genoa. Saranno tutte in una lotta titanica per non retrocedere.
    Oh se e’ bravo come allenatore, siamo a livello Sinisa se non peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      Guarda, abbiamo un punto più dello scorso annno. La differenza la fanno i giocatori e subì dietro ci sono gki arbitri. Sono veramente solo loro che fanno davvero la differenza, gli allenatori incidono per il dieci percento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il_Principe_della_Zolla - 4 mesi fa

        Fosse vero il tuo discorso, perché mai paghiamo 2 milioni di euro un allenatore. Basterebbe andare al bar sotto casa, prendere il primo che capita e con centomila euro risolviamo la questione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 4 mesi fa

          Esatto.
          Che spenderanno a fare tutti quei soldi x gente come guardiola, Ancelotti, mou.
          Inspiegabile

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 4 mesi fa

            Prima di scrivere divresti pensare. Mourinho, Ancelotti e quelli che elenchi allenano tutti squadre dove gli stipendi dei giocatori sono almeno sei o sette volte i nostri. Il fatto che da noi lo stipendio più alto sia quello dell allenatore dovrebbe fare riflettere, invece….

            Mi piace Non mi piace
          2. Simone - 4 mesi fa

            Ma dove sta scritto che lo stipendio dell’allenatore deve essere inferiore a quello dei giocatori, nel tuo personalissimo “libricino del giovane presidente”?

            Mi piace Non mi piace
        2. ddavide69 - 4 mesi fa

          Infatti non serve a un cazzo pagare due milioni l allenatore. Quando il più pagato giocatore prende un milione e mezzo, questo te lo sei chiesto? Allora alla Juve allegri dovrebbe prendere quaranta milioni l anno, invece quelli più pagati sono quelli che giocano. Ma pensa te.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Simone - 4 mesi fa

        Di questo periodo, l’anno scorso a differenza di quest’anno, la squadra non c’era più.
        Tra Milano e ieri abbiamo fatto 2 più che buone prestazioni che lascerebbero ben sperare.
        Vediamo la prossima se è solo un fuoco di paglia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Vanni - 4 mesi fa

          Sarà la squadra c’è ma abbiamo vinto solo 5 partite e siamo 10/11.
          La squadra nek suo complesso non c’è. Gioca solo per una parte del campo. Sicuramente se Sinisa avesse avuto questa difesa ed un centrocampo simile sarebbe ancora qui. Solo che aveva in difesa dei cadaveri e a metà invece di giocatori fisici che aveva chiesto, aveva valdifiori e mammola Benassi. E si aveva uno squadrone.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Simone - 4 mesi fa

            Benassi l’ha fatto andare via lui.
            Benassi che gioca SEMPRE titolare qualunque sia l’allenatore.
            Miha voleva un centrocampo a 2 x giocare con 4 davanti. Unico allenatore al mondo con questa idea di calcio

            Mi piace Non mi piace
  7. Vanni - 4 mesi fa

    Intanto meno male che la samp non ha pareggiato col Parma se no eravamo gia’ lato dx.
    Questo solo per coloro che gia’ sentivano la musichetta, non solo sesto posto.
    Se cambia modo di giocare….ce la giochiamo, diversamente tanti pareggini e forse basso lato sx.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hagakure - 4 mesi fa

      Lasciali perdere, Vanni…per loro testadighisa è l’erede naturale di Nereo Rocco e il suo gioco è l’evoluzione naturale del “catenaccio”…!!!

      P.S.: se il Gallo (ieri il migliore in campo) continuerà a fare il “fondista” anzichè il centravanti, correndo avanti e indietro per il campo a difendere e offendere, verrà certamente convocato dalla Nazionale Olimpica per correre la Maratona alle Olimpiadi di Tokio, fra due anni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 4 mesi fa

        e c’e’ gente che critica il Gallo. Non si preoccupino il prossimo anno tanti zazzini e niangini ed il Gallo in altra squadra fara’ vedere quanto e scarso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. marcohelg_385 - 4 mesi fa

      daccordo su tutto….parliamo ora invece del gallo ..premetto che l’ho sempre difeso e secondo me il principale indiziato dell suo momento è cairo(100 milioni)certo ammettiamo che la stagione boom non è il reale valore suo,ma a spesso(ormai)quando è in una situazione pericolosa e deve scegliere la giocata non fa mai la scelta giusta è successo ieri sera come altre volte vi ricordate contropiede del derby l’anno scorso(mamma mia!) o quando abbiamo fatto gol con l’inter in casa titubante si fece rubare palla e poi con un rimpallo facemmo gol,ha delle insicurezze veramente troppo grosse sbaglia durante la partita sbaglia veramente troppo poi si rifa’ con quelle corse a perdifiato da quel generoso che è,utto cio’ pero’ inficia poi sulla sua lucidita’ dove veramente serve alla squadra cioe’ l’efficacia sotto porta..a genova ha fatto un bel gol di testa che doveva sbloccarlo psicologicamente ed invece niente quando gioca con falque si sente il peso dell’attacco addosso e (secondo me)fa meno bene che quando è insieme a zaza come se spartisse la responsabilita’….bo è un’enigma e pensare che avevamo trovato il degno erede di pupi ma cosi non è ed il calcio di oggi fatto di stramilioni e copertine non aiuta ragazzi semplici come lui che alle prime difficolta’ evaporano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. marcohelg_385 - 4 mesi fa

    per mettere qualcosa in piu avanti come dite voi doveva cambiar modulo… cosi gli abbiamo fatto il solletico bravi nel distruggere ma poi il nulla… mi ripeto quando vogliamo essere offensivi è inutile giocare con 3!! marcatori dietro 2 terzini che fanno la fascia(tutta)+3 centrocampisti che sono molto statici(un po meno baselli ma non è certo un rifinitore!!)basta togliere un marcatore abbassare un terzino e giocare a 4 dietro e poi per esempio ieri sera mettere dentro edera e fare il 4/3/3 i cambi di parigini e berenguer sono stati inutili. MAZZARRI ma il toro camaleontico con piu moduli dov’è???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcohelg_385 - 4 mesi fa

      tutto questo sull’1-0 per loro..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Conta7 - 4 mesi fa

    Mazzarri è maestro nel preparare le partite, su questo possiamo stare tranquilli.
    Il dato sul baricentro è emblematico ed importante, siamo la squadra con quello più alto del campionato
    Siamo riusciti a giocare alla pari contro i gobbi e per alcuni tratti meglio, creando una partita equilibrata in cui gli episodi avrebbero determinato
    E ce li eravamo messi in condizione di sfruttarli a nostro favore, se “dall’alto” non avessero deciso per l’ennesima volta di negarci semplicemente ciò che ci spettava…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 mesi fa

      ZERU TIRI IN PORTU. Va bene, basta non sognare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vanni - 4 mesi fa

      Buon allenatore da squadre da terza fascia, quelle da salvare. Riempie la meta’, ne prende pochi, ma non vince quasi mai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Hagakure - 4 mesi fa

      …eh si…siamo in una “botte di ghisa”…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13972345 - 4 mesi fa

    giornalisti del cazzo sirigu si è fatto male x colpa di un intervento dei gobbi merde è non si è fatto male da solo. articoli di merda pagati sempre dai gobbi i due falli da rigore ???a si certo non erano rigori quelli no no se fossero stati fatti in area del toro allora si chi erano rigori e si perché sarebbero stati a favore della juve vero ??? giornalisti e gobbi mafiosi del cazzo andate a fanculo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. wendok - 4 mesi fa

    articolo piú che imbarazzante, inutile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Il_Principe_della_Zolla - 4 mesi fa

    Articolo imbarazzante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. robertozanabon_821 - 4 mesi fa

    Ma cosa scrivete !!! Mazzarri aveva fermato la gobba. La cappella è di Zaza e Mazzarri non ha nessuna colpa. Troppa negatività intorno al Toro e la colpa è anche vostra. E secondo voi, se avesse potuto, avrebbe messo Edera ? Riprendetevi o lasciate perdere. Sottotitolo imbarazzante. Sirigu è stato eliminato da un entrata violenta e non “a seguito di un dolore” che raccontato così sembra un infortunio autoprocurato. È fin troppo chiaro che siete pagati a “righe” e a “contatti”, ma non trattate tutti come deficienti. Mediocri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy