Derby story: i capocannonieri della stracittadina

Derby story: i capocannonieri della stracittadina

Il record di Boniperti, le reti prima bianconere e poi granata di Gabetto, l’incredibile statistica di Carlo Capra: un viaggio tra i matador di sempre

Grande Torino

La sfida ultracentenaria tra Torino e Juventus ha regalato, nel corso degli anni, emozioni indelebili ed attimi che rimarranno per sempre nel cuore dei tifosi, siano essi granata o bianconeri. In particolare, ci sono giocatori che più di altri nel corso della storia hanno sentito questa partita, e sono riusciti ad imprimere il proprio nome segnando durante questi match con frequenza molto elevata. Andiamo allora a vedere i maggiori capocannonieri del derby della Mole.

Giampiero Boniperti : 14 gol. L’attaccante ha militato nella Juventus dal 1946 al 1961 facendone l’unica maglia indossata in carriera e diventandone una bandiera. Il record di gol segnati nel derby della Mola, ovviamente tutti in bianconero, appartiere ancora a lui.

Guglielmo Gabetto: 12 gol. L’attaccante scomparso nella tragedia di Superga è, insieme al portiere Alfredo Bodoira, uno dei soli due calciatori che hanno vinto il campionato italiano sia con la Juventus che con il Torino. “Il barone” gioca infatti in bianconero dal 1934 al 1941 per poi passare in granata dove militerà fino al tragico evento (1949) giocando 219 partite e segnando ben 122 reti. Nel derby della Mole è andato a segno sette volte con la maglia bianconera, cinque con quella del Torino.

Paolino Pulici: 9 gol. 335 partite giocate in granata e 134 reti per uno degli eroi dell’ultimo Scudetto targato Toro; “Puliciclone” gioca sotto la Mole dal 1967 al 1982 e mette a segno nove centri nella stracittadina.

Felice Borel: 8 gol. Ex della partita, l’attaccante proviene dalle giovanili del Toro ma esordisce in Serie A con la Juve nel 1932 e vi rimane fino al 1946, eccezion fatta per una parentesi ancora al Torino nel campionato 1941/1942 (25 presenze-7 reti) Tutti i centri nel derby sono arrivati con la maglia bianconera.

Francesco Graziani: 7 gol. La spalla di Paolino Pulici gioca sotto la Mole, ovviamente in maglia granata, 221 partite e mette a segno 97 reti tra il 1973 ed il 1981. Sette centri per lui contro la Juventus.

Eugenio Mosso: 7 gol. Noto anche come Mosso III per distinguerlo dai fratelli Francisco, Benito e Julio, che giocarono tutti come lui nel Torino, veste il granata dal 1912 al 1925 mettendo a segno 47 centri in 60 presenze. Come si capisce dai dati sentiva particolarmente il derby della Mole.

Michael Platini: 7 gol. Il centrocampista indossa la maglia bianconera per cinque stagioni, dal 1982 al 1987 e diventa una leggenda disputando 147 partite condite da 68 reti, sette dei quali messi a segno contro il Torino.

Gianluca Vialli: 7 gol. L’attaccante arrivato nel 1992 dalla Sampdoria sotto la Mole, sponda bianconera, rimane fino alla stagione 1995/1996 e segna sette reti nella stracittadina.

Pietro Anastasi: 6 gol. Centravanti della Juventus dal ’68 al ’76, punisce i granata per ben sei volte.

Julio Libonatti: 6 gol. 238 le presenze per l’attaccante italo-argentino con la maglia granata; 150 le reti. Dal 1925 al 1934 delizia i tifosi del Toro e segna sei reti ai bianconeri nei vari derby disputati.

Omar Sìvori: 6 gol. La punta milita nella Juventus dal ‘ 57 al ’65; sei reti anche per lui nella stracittadina.

Carlo Capra: 5 gol. Forse il personaggio più interessante ed inatteso della lista: noto anche Come “Capra II” per distinguerlo dal fratello Giovanni, che militò anch’egli nel Toro, vestì il granata dal 1909 al 1920 segnando in totale nove reti in 88 presenze. Il motivo è presto spiegato: Carlo Capra di professione faceva il terzino destro, ma sicuramente sentiva il derby molto più delle altre partite e quando vedeva il bianconero si scatenava: cinque delle nove reti titali in granata sono state realizzate adl difensore contro la Juventus.

John Charles: 5 gol. L’attaccante gallese militò nella Juve dal ’57 al ‘62 e segnò cinque reti al Torino.

Hans Kampfer: 5 gol. Si sa poco e niente a riguardo dell’attaccante svizzero: arriva in Italia alla Juventus ma passa subito al Torino dove milita nel 1907. Ha l’incredibile media di sette reti messe a segno in sole cinque presenze (cinque delle quali proprio nel derby)

Valentino Mazzola: 5 gol. Impossibile non citare il capitano del Grande Torino. In granata dal 1942 al 1949 colleziona 195 presenze e 118 reti all’attivo, di cui cinque proprio contro la Juventus.

Silvio Piola: 5 gol. L’attaccante milita dal 1934 al 1943 nella Lazio, per poi passare al Toro nella stagione 1944/1945 e mettere a segno 27 centri in 23 partite. Dal 1945 al 1947 giocherà poi nella Juventus. Sono cinque le reti totali della punta del derby di Torino, tre con la maglia granata, due con quella bianconera.

Ruggiero Rizzitelli: 5 gol. In granata dal 1994 al 1996 segna 30 gol in 60 presenze. Cinque di questi arrivano nella stracittadina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy