Diritti TV, perquisite società di Serie A e B; Torino ad oggi non coinvolto

Diritti TV, perquisite società di Serie A e B; Torino ad oggi non coinvolto

Cronaca / La Procura di Milano venerdì ha mandato la Guardia di Finanza nelle sedi di alcune società; il Torino risulta al momento estraneo

1 Commento
Torino

La Procura di Milano ha aperto da alcune settimane un filone d’indagine sulle presunte irregolarità nell’assegnazione dei diritti televisivi del calcio avvenuta la scorsa primavera. Vengono ipotizzati i reati di turbativa d’asta, turbata libertà degli incanti e ostacolo all’attività di vigilanza.

E’ stata ripresa oggi, da diversi organi di informazione, in primis dall’Ansa, la notizia dell’avvenuta perquisizione di alcune sedi di società di Serie A e Serie B nella giornata di venerdì, ad opera della Guardia di Finanza. Le fiamme gialle milanesi si sarebbero presentate anche negli uffici della Lega Calcio, con l’ordine di esibizione di alcuni documenti.

Al centro dell’indagine Infront Italy, l’advisor commerciale della Lega Calcio per i diritti televisivi, con il suo AD Marco Bogarelli.

Il Torino ad oggi risulta estraneo; non ci sono state, al momento visite da parte delle forze dell’ordine né negli uffici di Via Arcivescovado né negli uffici della Cairo Communication. La società granata, in particolare, non ha rapporti diretti con Infront, a differenza di altre società della massima serie. Il Torino, quindi, può ben dirsi estraneo alle indagini della Procura di Milano.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. maxmurd - 2 anni fa

    Evvorreivedere… manco su Premium siamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy