Ecco il Siena

Ecco il Siena

Forte di dodici lunghezze di vantaggio su Novara e Varese, il Siena può accontentarsi di un punticino nella sfida contro il Torino per festeggiare matematicamente il ritorno in A, dopo appena un anno di purgatorio. In città è già pronta la festa, che ci sarà anche in caso di sconfitta se Novara e Varese non raccoglieranno la posta piena. Per conoscere le ultime sulla formazione di Conte abbiamo contatto il gentilissimo…

Forte di dodici lunghezze di vantaggio su Novara e Varese, il Siena può accontentarsi di un punticino nella sfida contro il Torino per festeggiare matematicamente il ritorno in A, dopo appena un anno di purgatorio. In città è già pronta la festa, che ci sarà anche in caso di sconfitta se Novara e Varese non raccoglieranno la posta piena. Per conoscere le ultime sulla formazione di Conte abbiamo contatto il gentilissimo collega Guido De Leo de “La Nazione“.

Stato di forma
Difficile definirlo con certezza perchè con la serie A ormai è portata di mano è normale una diminuzione nelle motivazioni. La sconfitta subita due giornate fa contro il Portogruaro ne rappresenta l’esempio lampante.

Situazione infortunati
Tolti quelli di lungo corso (Brandao e Kamata), Conte dovrebbe avere a sua disposizione praticamente l’intero organico. Rispetto alla gara con il Novara, rientra Vergassola (era in tribuna al “Piola”), mentre è più difficile fare previsioni per ciò che concerne Brienza. L’attaccante potrebbe, comunque, recuperare all’ultimo momento.

Modulo
Conte non discosterà dal consueto 4-4-2, che a conti fatti è quasi un 4-2-4, con Troianiello e Reginaldo che sono più attenti alla fase offensiva che non a quella difensiva. Un modulo che ricorda, quindi, da molto vicino quello del Torino. Si prospetta una gara giocata molto sulle fasce laterali.

Obiettivo
Inutile da dire. Fin dalla retrocessione della scorsa stagione, Mezzaroma non ha mai fatto mistero di voler tornare immediatamente nella massima categoria e ci è riuscito con abbondante anticipo. La gara con il Torino potrebbe essere quella della matematica. Al Siena basta, infatti, un punto per poter festeggiare la A, dopo aver cullato il sogno già per un quarto d’ora a Novara, prima della rete del definitivo 2-2 di Ludi.

Formazione (4-4-2)

                 Coppola

Vitiello Rossettini Terzi Del Grosso

Troianiello Vergassola Bolzoni Reginaldo

               Caputo Calaiò

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy